Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

L’Itas Trentino perde gara 4, svanisce il sogno scudetto

Pubblicato

-

La (bella) stagione dell’Itas Trentino si conclude all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche in gara 4 di Semifinale Play Off Scudetto Credem Banca 2019.

Dopo la vittoria ottenuta a Pasquetta in rimonta, ai Campioni del Mondo non è riuscito il bis che avrebbe portato la serie con la Cucine Lube al match di spareggio da giocare di nuovo a Trento.

Facendo leva sul fattore campo, confermato oggi per la ventunesima volta in ventidue partite giocate in questa stagione, i marchigiani stasera si sono nuovamente imposti, stavolta per 3-0, chiudendo il discorso e guadagnando la qualificazione alla sesta Finale Scudetto della loro storia, la terza consecutiva.

Pubblicità
Pubblicità

All’Itas Trentino, capace di lottare sino alla fine con lo stesso coraggio e determinazione mostrate durante le cinquantun precedenti partite della sua annata agonistica, resta comunque l’orgoglio di aver venduto cara la propria pelle con un avversario fortissimo, che offre un valore aggiunto ad una stagione che verrà ricordata per i due titoli internazionali conquistati (Mondiale per Club e CEV Cup) ma anche per la costante competitività messa in mostra in ogni singola manifestazione a cui ha preso parte.

Le difficoltà in attacco ed in ricezione, evidenziate già nel primo set, non hanno comunque impedito a Giannelli e compagni di restare attaccati agli avversari sino in fondo, sfruttando la solita grande vena del muro (a segno nove volte, di cui quattro con Lisinac e tre con Giannelli) e gli spunti offerti durante il match da Vettori e Russell, in una serata difficile in attacco per Kovacevic. Dall’altra parte, il trio di palla Sokolov-Leal-Juantorena ha viaggiato su ottimi livelli in attacco, indirizzato definitivamente la qualificazione verso il versante marchigiano.

La cronaca di gara 4. Gli starting six proposti dai due tecnici ricalcano quelli visti in campo per buona parte del match giocato a Pasquetta alla BLM Group Arena.

Lorenzetti conferma Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in banda, Candellaro e Lisinac al centro e Grebennikov libero. De Giorgi presenta la Cucine Lube con Bruno alzatore, Sokolov opposto, Juantorena e Leal laterali, Cester e Simon al centro, Balaso libero.

L’avvio di match è molto contratto da entrambe le parti; Trento parte meglio (5-3) ma sbaglia molto in battuta, consentendo agli avversari di rimanerle in scia e poi di mettere la freccia (9-12) quando Russell va in difficoltà in ricezione ed in attacco.

Il time out di Lorenzetti è molto produttivo perché alla ripresa del gioco i gialloblù risalgono la china sino al 14-14 grazie anche ad un ace di Giannelli su Balaso. La Lube fiuta il pericolo e riparte con Juantorena, che quasi da solo con attacco e servizio costruisce un nuovo +3 (16-19). Gli ospiti soffrono in ricezione e vacillano (17-21); una battuta punto di Russell ancora su Balaso li riporta in carreggiata (19-21), ma successivamente ci pensano Sokolov e Simon (muro su Kovacevic) a chiudere il conto nel primo set (21-25).

La lotta torna ad essere serrata, punto a punto, in avvio di secondo parziale (5-5, 8-8), poi un errore di Vettori e un muro di Simon su Kovacevic aprono la forbice fra le due formazioni (8-11) costringendo Lorenzetti ad interrompere il gioco. Alla ripresa Trento si riavvicina (11-12), ma la speranza di trovare la parità dura un attimo perché poi si scatena Sokolov (11-14) fra attacco e battuta.

L’Itas Trentino con Vettori cerca nuovamente l’aggancio, ma Simon non concede nulla ed abbassa la saracinesca proprio nel momento decisivo (16-20, muro sullo stesso opposto) e i gialloblù non rispondono più, travolti dagli ace di Sokolov (17-23, 19-25).

Nel terzo set i Campioni del Mondo si giocano il tutto per tutto e partono a razzo (4-2, 8-5), sfruttando l’incisività del proprio servizio e la buona vena di Vettori a rete. Il time out di De Giorgi consente alla Cucine Lube di ritrovare il filo del gioco e l’immediata parità a quota nove con Juantorena al servizio, Leal in attacco e Simon a muro. Trento riparte (11-9), ma viene subito stoppata ancora da Juantorena (15-16).

Il finale di set è tiratissimo (17-17, 20-20), gli iridati si guadagnano quattro palle set consecutive, senza però sfruttarle; la Lube alla terza chiude la serie con un attacco di Leal che tocca il nastro e beffa la difesa di Kovacevic (29-31).

Pur mostrando difficoltà, anche tecniche, abbiamo affrontato la partita con orgoglio e professionalità – è stata l’analisi a fine partita dell’allenatore di Trentino Volley Angelo Lorenzetti . Nei primi due set abbiamo sofferto troppo in ricezione, anche se ad onor del vero la Lube ci ha messo molta pressione in questo fondamentale, soprattutto nel secondo parziale. Non siamo riusciti a restare attaccati alla partita proprio in quella circostanza sprecando occasioni importanti. Nel terzo, poi, qualcosa è cambiato: abbiamo retto meglio e loro hanno sbagliato di più, ma non è bastato. Le sconfitte ti lasciano sempre l’amaro in bocca; dobbiamo però ammettere di aver trovato un avversario che ci ha portato al limite delle nostre capacità”.

Cucine Lube Civitanova-Itas Trentino 3-0
(25-21, 25-19, 31-29)
CUCINE LUBE: Juantorena 16, Simon 8, Sokolov 16, Leal 14, Cester 3, Bruno, Balaso (L); Kovar, D’Hulst, Cantagalli. N.e. Marchisio, Massari, Stankovic e Diamantini. All. Ferdinando De Giorgi.
ITAS TRENTINO: Candellaro 5, Vettori 13, Russell 12, Lisinac 7, Giannelli 6, Kovacevic 3, Grebennikov (L); Van Garderen, Nelli, Cavuto, Daldello. N.e. De Angelis, Codarin. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Sobrero di Carcare (Savona) e Braico di Torino.
DURATA SET: 28’, 27’, 42’; tot 1h e 37’.
NOTE: 4.040 spettatori, per un incasso di 65.449 euro. Cucine Lube Civitanova: 7 muri, 5 ace, 18 errori in battuta, 4 errori azione, 58% in attacco, 53% (20%) in ricezione. Itas Trentino: 9 muri, 4 ace, 15 errori in battuta, 8 errori azione, 41% in attacco, 31% (23%) in ricezione. Mvp Juantorena.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Aquila Basket Trento: è ufficiale, Beto Gomes torna in Portogallo

Pubblicato

-

Anche se la notizia era stata data per certa (senza conferme o smentite da parte dello stesso Beto) ancora un mese faBeto Gomes saluta oggi il trentino ed i propri fan tramite un video pubblicato sul suo profilo Instagram e poi condiviso sul profilo ufficiale della squadra trentina.

Dopo tre anni meravigliosi, quindi, si separano le strade si Beto Gomes e della Dolomiti Energia Trentino.

Nativo di Capoverde e arrivato a Trento nell’estate del 2016, il giocatore portoghese è rapidamente diventato uno degli uomini simbolo delle imprese del team bianconero: 145 partite giocate fra Serie A, EuroCup e coppe nazionali, 4.106 minuti in campo a tutta intensità, 1.439 punti segnati e 801 rimbalzi catturati a quote irreali.

Pubblicità
Pubblicità

Il tutto condito da due Finali Scudetto, una Top 16 di EuroCup ed una infinità di indelebili ricordi lasciati nel cuore dei tifosi del team trentino. Gomes lascia da migliore di sempre con la maglia dell’Aquila per triple segnate (264) e per punti realizzati in una singola partita di EuroCup (28 nell’indimenticabile rimonta a San Pietroburgo contro lo Zenit).


Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Mercato, le operazioni concluse e la rosa di Trentino Volley per la stagione 2019/20

Pubblicato

-

Si è concluso alle ore 17 di ieri il periodo di tempo utile per il tesseramento di atleti delle tredici società iscritte alla SuperLega Credem Banca 2019/20.

Oggi giovedì 18 luglio, alle ore 10.30, presso il Palazzo Congressi di Salsomaggiore Termine, al termine della tre giorni dedicata al Volley Mercato 2019, verrà presentato il calendario del 75° campionato di Serie A1 SuperLega Credem Banca.

Trentino Volley ufficializza le trattative portate a termine:

Pubblicità
Pubblicità

IN ENTRATA
Klemen Cebulj (schiacciatore), Powervolley Milano – SuperLega
Mitar Djuric (opposto), Stade Poitevin – Francia
Luis Sosa Sierra (schiacciatore), inattivo

IN USCITA

Oreste Cavuto (schiacciatore), Consar Ravenna – SuperLega
Maarten Van Garderen (schiacciatore), Top Volley Latina – SuperLega
Gabriele Nelli (opposto), Gas Sales Piacenza – SuperLega

La rosa per la stagione sportiva 2019/20:

Palleggiatori: Simone Giannelli e Nicola Daldello
Opposti: Luca Vettori e Mitar Djuric (Gre)
Schiacciatori: Uros Kovacevic (Srb), Aaron Russell (Usa), Klemen Cebulj (Slo) e Luis Sosa Sierra (Cub)
Centrali: Davide Candellaro, Srecko Lisinac (Srb) e Lorenzo Codarin
Libero: Jenia Grebennikov e Carlo De Angelis
Allenatori: Angelo Lorenzetti (1°) e Francesco Petrella (2°).

DEFINITO ANCHE IL ROSTER DELLA SQUADRA GIALLOBLU’ CHE DISPUTERA’ LA SERIE A3: FRANCESCO CONCI L’ALLENATORE

 Nella giornata odierna, l’ultima utile per concludere le operazioni della sessione estiva di Volley Mercato 2019, Trentino Volley ha definito anche il roster della squadra che, da ottobre, sarà ai nastri di partenza del neonato campionato di Serie A3 – girone Bianco.

La Società di via Trener disputerà il torneo con una rosa esclusivamente di giocatori fra i 18 e i 21 anni, la maggior parte dei quali già in organico durante la scorsa stagione per disputare i campionati nazionali di Serie B e Under 19. Il gruppo sarà affidato al Direttore Tecnico del Settore Giovanile Francesco Conci, che ricoprirà il ruolo di primo allenatore, e verosimilmente giocherà le partite casalinghe il sabato sera presso la palestra di Sanbapolis di Trento.

Fra i nomi di maggior spicco a disposizione di Conci lo schiacciatore dell’Italia Under 19 Alessandro Michieletto e l’universale Stefano Bonatesta, già nel giro azzurro; gli unici tre innesti sono il martello trevigiano Pol, quello veronese Magalini ed il libero vicentino Lambrini.

IL ROSTER

Palleggiatori: Antonio Mussari (classe 2001, 195 cm) e Filippo Pizzini (1999, 187 cm)
Opposti: Davide De Giorgio (1999, 202 cm) e Sergio Poggio (2000, 198 cm)
Schiacciatori: Stefano Bonatesta (2002, 194 cm), Samuel Dietre (2000, 196 cm), Giulio Magalini (2001, 196 cm – da Club Italia via Blu Volley Verona), Alessandro Michieletto (2001, 202 cm) e Alberto Pol (2001, 200 cm – da Volley Treviso)
Centrali: Alessandro Acuti (2000, 198 cm), Stefano Coser (2001, 196 cm) e Francesco Simoni (1999, 198 cm)
Liberi: Gabriele Lambrini (1999, 185 cm – da Lagaris Volley) e Alex Zanlucchi (2001, 187 cm)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Il Tennis Club C10 centra la salvezza in D1

Pubblicato

-

La squadra maschile del Tennis Club C10 classificandosi al quarto posto del suo girone, ha conquistato la salvezza nel campionato regionale di Serie D1 organizzato dal Comitato Trentino FIT.

Obiettivo non facile alla vigilia vista la caratura tecnica delle squadre partecipanti, che schieravano alcuni tra i migliori giocatori della nostra provincia.

La formazione composta da Maronato, Ambrosi, Colorio, Caputo, Gugole, Rizzi, Slomp e Manica, non ha mai perso in casa, vincendo con Trento e Sportivando, e pareggiando contro l’Argentario nell’incontro d’esordio.

Pubblicità
Pubblicità

In trasferta oltre al pareggio colto contro il Centro Val di Sole a Malè, ci sono state le uniche due sconfitte con l’Ata e l’Arco, formazioni arrivate ai primi due posti del raggruppamento. Nel complesso quello giocato dal circolo roveretano è stato un buon campionato, migliorando la posizione in classifica dell’anno passato.

Tutti giocatori si sono impegnati per ottenere questo risultato, evidenziando notevole spirito di gruppo. Da segnalare il ritorno alle gare di Marco Manica, protagonista negli anni di tanti successi del club.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza