Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Furto e vilipendio di Tombe, denunciata donna di Tione

Pubblicato

-

Dovrà rispondere di furto aggravato su cose esposte alla pubblica fede e vilipendio di tombe una donna del posto identificata dalla Polizia Locale delle Giudicarie dopo una serie di indagini e accertamenti effettuati presso il cimitero di Tione.

Già da tempo erano giunte segnalazioni alla Polizia Locale ed all’Amministrazione Comunale in merito al reiterato furto di fiori dalle lapidi ed anche alla presenza occasionale sui vialetti del camposanto di escrementi, apparentemente umani, gesti odiosi danno fastidio a chi si reca in visita ai defunti.

Gli agenti, visto il ripetersi del reato, hanno avviato le indagini per risalire all’autore del reato, grazie all’ausilio di alcune telecamere che l’Amministrazione Comunale aveva fatto installare per poter monitorare continuamente il cimitero.

Pubblicità
Pubblicità

Nei giorni scorsi la svolta, quando la polizia locale, allertata la vigilia di Pasqua, ha potuto accertare l’ennesima presenza di escrementi umani e, pertanto, delineare, dall’esame dei filmati, i contorni dei fatti.

L’occhio delle telecamere ha infatti ripreso, verso le 6 del mattino del sabato santo, una donna intenta a rubare un vaso di fiori ed in seguito ad espletare bisogni corporali vicino ad una lapide.

Gli accertamenti si sono allora concentrati sui frequentatori del cimitero in orario mattutino e su alcuni movimenti sospetti di vasi che erano stati spostati da una tomba all’altra.

Queste ultime attività hanno permesso di identificare con esattezza una donna residente in paese.

Pubblicità
Pubblicità

La stessa è stata deferita alla Procura della Repubblica per i reati di furto aggravato su cose esposte alla pubblica fede e vilipendio di tombe, un segnale a chi pensasse di emulare queste azioni.

 

Pubblicità
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Campiglio: albero cade sulla fune dell’impianto Grostè. 14enne precipita nel vuoto da una cabina

Pubblicato

-

Maltempo purtroppo ancora protagonista.

Ieri mattina  a Madonna di Campiglio un albero è caduto sulla fune dell’impianto del Grostè.

Circa un’ora dopo l’apertura degli impianti, un albero alto una  ventina di metri è caduto sotto il peso della neve.

PubblicitàPubblicità

Nella caduta ha colpito la fune provocando la forte oscillazione di una cabina.

Pur rimanendo ancora agganciata alla fune, la cabina ha subito un ‘colpo di frusta’ scaraventando fuori uno dei tre giovani presenti all’interno.

Dopo un volo di cinque metri il ragazzo di 14 anni è caduto sulla neve fresca rimanendo illeso.

All’arrivo dei soccorsi si era già rialzato ma avvertiva comunque un forte dolore alla mano. E’ stato trasportato prima all’ospedale di Tione e poi al Santa Chiara di Trento

Pubblicità
Pubblicità

L’ospedale di Tione ha accolto anche gli altri due ragazzi di 12 e 13 anni che erano con lui.

Uno di due è stato trasferito al Santa Chiara per ulteriori accertamenti, ma anche per loro nessuna conseguenza grave. I tre ragazzi fanno parte dello Sci Club Bolbeno.

Sono stati portati all’ospedale di Tione anche i due ragazzi della cabina che seguiva ma entrambi sono stati subito dimessi.

Ieri la Ski Area Campiglio Dolomiti di Brenta ha annunciato sulla propria pagina Facebook che gli impianti riapriranno il 23 novembre.

Secondo il vicedirettore di Funivie Campiglio Bruno Felicetti non è però così scontato. Le nevicate previste nei prossimi giorni potrebbero complicare ulteriormente la situazione di alcune piante pericolanti. L’idea è quella di rimuovere lo strato di neve dagli alberi creando vento con gli elicotteri.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Tre Ville: due auto finiscono fuori strada. Tre i feriti

Pubblicato

-

Ieri pomeriggio poco dopo le 17.00 presso il comune di Tre Ville due auto sono finite fuori strada. La causa dell’incidente con molta probabilità vista la dinamica deriva da una disattenzione che ha generato uno scontro dove le due vetture sono finite ambedue fuori strada.

Sul posto sono accorsi i sanitari della croce rossa, gli agenti della polizia locale delle Giudicarie e i vigili del fuoco di Preore.

Tre i ricoverati in codice rosso.  Fortunatamente nessuno dei feriti è in condizioni gravi.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Finiscono nella scarpata a Tione, quattro giovani feriti lievi

Pubblicato

-

È di 4 feriti lievi, due dei quali di 16 e 19 anni ricoverati al pronto soccorso di Tione, il bilancio del sinistro stradale avvenuto ieri poco dopo le 16.00 sulla strada Statale 237 sulla strada che porta a Saone.

I 4 giovani stavano viaggiando sull’autovettura quando prima di una curva sono usciti di strada finendo nella scarpata.

L’uscita è stata autonoma e non ha coinvolto altri mezzi ed è stata probabilmente dovuta all’alta velocità.

PubblicitàPubblicità

Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia locale delle Giudicarie, i vigili del fuoco di Tione e la Croce Rossa di Ponte Arche.

Ieri sulla strada tra Ponte Arche e Breguzzo sono avvenuti altri tre incidenti che hanno impegnato i sanitari.

Per fortuna nessun ferito grave.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza