Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Presentata la lista «Rivivere Borgo»: ecco i 5 punti cardine

Pubblicato

-

Sabato mattina sono stati ufficialmente depositati presso gli uffici comunali di Borgo Valsugana simbolo, lista dei candidati e programma di Rivivere Borgo, la nuova lista civica in corsa per le elezioni comunali del 26 maggio.

Il simbolo presentato è quello che già era stato diffuso dal gruppo nelle scorse settimane: un cerchio giallo-blu raffigurante due mani colorate di rosso che si stringono a forma di cuore attorno al campanile di Borgo, un “segno di campanilismo, di attaccamento e amore verso il nostro paese”.

Della lista fanno parte 17 volti nuovi, mai candidatisi prima per le comunali di Borgo ma molto attivi nella vita quotidiana della comunità e nel campo dell’associazionismo: 8 uomini e 9 donne, finora comuni cittadini, che “vivendo i problemi quotidiani del paese hanno avuto voglia di mettersi in gioco”, accomunati da un programma composto da una serie di proposte inedite per rilanciare Borgo e Olle.

PubblicitàPubblicità

Il capolista designato è Zeus Fiorese (ex studente dell’Università di Trento che da un paio d’anni amministra la storica edicola in Corso Ausugum), a seguire Mattia Floriani, Dina Gretter, Simone Cappello, Gian Luca Armelao, Sara Iseppi, Giuliano Comin, Carlotta Tamini, Saida Mamdouh, Luca Damiano, Sara Sartori, Beatrice Capra, Antonella Fuzinato, Alessia Dal Fior, Gabriela Dalsaso, Alessandro Lira, Lorenzo Pinteri. La lista dei candidati presenta certamente un’età media giovane, ma il gruppo non intende presentarsi soltanto come una lista giovanile: “come si può vedere” – sottolineano – “questo progetto ha ricevuto credito anche da persone con maggiore esperienza”, andando a creare quindi un mix di competenze variegate ed interessanti.

Il programma elettorale presenta una serie di proposte strutturate attorno a 5 punti cardine: la riqualificazione dei centri storici, il rafforzamento dell’identità del Comune all’interno di un’economia in rapido cambiamento, l’accesso ai servizi per tutti, la necessità di maggior sicurezza e la gestione degli eventi.

Non mancano passaggi su alcuni punti molto sentiti dalla comunità di Borgo e Olle, come la mancanza di parcheggi, le difficoltà del commercio, la gestione dei rifiuti, le troppe barriere architettoniche, ma anche riferimenti all’ospedale San Lorenzo e alle tematiche ambientali.

Il candidato sindaco sostenuto dalla lista è Sunil Pellanda, classe 1987, coadiutore amministrativo presso l’Istituto Degasperi di Borgo Valsugana.

Pubblicità
Pubblicità

Confermato quindi che Rivivere Borgo non si unirà in coalizione con il “polo civico” di centrosinistra (a supporto di Martina Ferrai) o con il centrodestra “provinciale” (a supporto di Marika Sbetta), ma la lista correrà da sola ribadendo “per una questione di coerenza” i principi che erano stati formulati nelle precedenti uscite mediatiche: necessità di indipendenza per costituire una vera alternativa slegata da logiche politiche passate, rispetto per tutte le altre forze in gioco e apertura al dialogo per un rilancio di Borgo e Olle.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Pergine: dentro la stazione l’allestimento del plastico della ferrovia della Valsugana

Pubblicato

-

L’Associazione Model Club Pergine Valsugana in concomitanza con il tradizionale arrivo a Pergine del convoglio storico della “Carrozza Matta” in occasione dei Mercatini di Natale, partecipa alla manifestazione organizzando la presentazione al pubblico del plastico della Valsugana.

Il plastico, costruito in scala 1:87, raffigura la parte ferroviaria della Valsugana e sarà allestito in una sala della stazione e realizzato per il 120° anniversario dell’apertura dell’omonima linea.  Presso altra sede nello specifico sarà riprodotta anche un’area parziale dell’Alta Valsugana teatro di strutture militari durante il 1° conflitto mondiale.

Nella sala d’attesa della stazione verrà pure posto a disposizione dei ragazzi un plastico consentendo ad essi di manovrare i convogli che lo percorrono, mentre all’esterno, nel piazzale adiacente alla stazione verrà allestita una mostra di alcuni veicoli storici. La manifestazione a corredo dell’evento avrà luogo domenica 15 dicembre dalle ore 10.00 alle 18,00

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Grigno, tamponamento sulla Statale 47: ferita una 56 enne

Pubblicato

-

Ieri mattina poco prima delle 9.00 a Grigno sono avvenuti due tamponamenti.

Sono stati coinvolti quattro veicoli ma fortunatamente senza gravi conseguenze.

A causa di un rallentamento sulla Statale 7 in direzione Trento, un mezzo pesante non è riuscito a frenare la propria corsa andando a sbattere contro una Peugeot 205 che è stata spinta sotto il cassone del mezzo pesante che la precedeva.

Pubblicità
Pubblicità

Pochi secondi più tardi una Fiat Fiorino per evitare l’impatto con il terzo mezzo coinvolto, ha sterzato finendo nella parte anteriore del mezzo pesante fermo sulla strada.

Tutti i veicoli coinvolti procedevano a bassa velocità.

Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 e una pattuglia dei carabinieri.

È stata ricoverata una 56 enne all’ospedale di Borgo Valsugana ma senza gravi conseguenze.

Pubblicità
Pubblicità

La Statale 47 è stata riaperta al traffico dopo circa 2 ore e mezza dall’incidente.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Borgo Valsugana, finti ambulanti truffano anziana con l’Alzheimer: arrestati

Pubblicato

-

La Procura della Repubblica di Trento ha autorizzato l’estensione delle foto per incoraggiare le eventuali vittime di analoghe truffe a riconoscerne gli autori.

Due truffatori con precedenti, uno veneto e l’altro napoletano di 67 e 75 anni, entrambi residenti nel vicentino, sono stati arrestati dai Carabinieri di Borgo Valsugana per truffa continuata aggravata e tentato furto ai danni di un’anziana del posto.

I due, fingendosi ambulanti, sono riusciti a raggirare la 78enne malata di Alzheimer, sottraendole circa 800 euro.

Dall’inizio della scorsa primavera, con abilità e buone maniere, i malintenzionati erano riusciti a guadagnare la fiducia della donna suonando più volte al campanello e proponendole la vendita di lenzuola e federe coordinate.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo un primo affare andato a buon fine, avevano continuato a presentarsi a casa sua e con insistenza, ma allo stesso tempo con garbo erano riusciti a renderla succube fino ad indurla a comprare inutilmente per ben quattro volte numerosi corredi.

Al momento del pagamento i delinquenti si facevano consegnare dalla vittima più soldi di quanto pattuito, scambiando con abilità le banconote di taglio maggiore con altre di taglio minore confondendo così l’anziana, convinta di non avere pagato abbastanza, e inducendola a prendere altro denaro.

Se la donna non disponeva di contanti in casa, veniva accompagnata al più vicino bancomat per altri prelievi.

A scoprire la serie di truffe è stato il figlio 50enne, insospettito dai consistenti ammanchi di denaro visibili dal saldo del conto corrente bancario e dalla carenza di liquidi della madre.

Pubblicità
Pubblicità

Installando telecamere nell’appartamento a sua insaputa (la donna negava di effettuare qualsiasi spesa, forse per timore di apparire meno autosufficiente), l’uomo è riuscito a filmare i truffatori in azione rivolgendosi poi ai Carabinieri, che dopo avere visionato i filmati hanno convinto la signora a presentare denuncia.

Pubblicità
Pubblicità

Alcuni appostamenti hanno consentito ai militari dell’Arma di bloccare uno dei truffatori a bordo di un SUV proprio mentre era in procinto di mettere a segno l’ennesimo colpo. Successivamente è stato individuato anche il complice.

Entrambi sono stati arrestati e destinati agli arresti domiciliari dai Carabinieri di Grigno coadiuvati dai militari della Compagnia di Borgo Valsugana e della Stazione di Romano d’Ezzelino.

Si tratta della classica truffa messa in atto da soggetti avvezzi a questo tipo di pratica, ma il cui modus operandi è ormai conosciuto dalle forze dell’ordine. Su tutto il territorio del Trentino l’attenzione alle truffe che avvengono in danno di anziani è sempre più alta e si cerca di attuare servizi di prevenzione anche mediante servizi informatici dedicati. Per il successo di queste operazioni sono fondamentali le segnalazioni dei parenti più prossimi.

I consigli per gli anziani invece, sono sempre quelli di chiudere bene porte e finestre, non aprire agli sconosciuti e nel dubbio chiamare sempre un familiare o le forze dell’ordine“, sottolinea il Capitano Alfredo Carugno, Comandante della Compagnia di Borgo Valsugana.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza