Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A piedi tra i meleti della Val di Non per la 44esima edizione della “Quattro Ville in Fiore”

Pubblicato

-

Si preannuncia una 44esima edizione da ricordare per la “Quattro Ville in Fiore”, attesa per domenica prossima, 28 aprile.

La storica gara podistica non competitiva della Val di Non è infatti pronta a stupire le migliaia di ospiti che come ogni anno si riverseranno tra i sentieri e le strade di campagna di Tassullo, Campo, Nanno, Pavillo, Rallo e Sanzenone.

Già 900 gli iscritti, che fanno ben sperare per un superamento del record dello scorso anno, con più di 2800 partecipanti.

Pubblicità
Pubblicità

Come ogni anno punto forte della manifestazione sarà il paesaggio della Val di Non, che proprio in queste settimane vive un periodo eccezionale: quello della fioritura dei meli, che inonda il fondovalle del rosa e del bianco delle migliaia di boccioli.

Un momento imperdibile, che la manifestazione permette di godere nel modo più bello: passeggiando a piedi per le vie senza traffico, sostando per uno spuntino o per una visita guidata a uno dei castelli o delle chiesette che si incontrano sul tracciato.

Pubblicità
Pubblicità

Obiettivo dell’evento è infatti la valorizzazione del territorio della Val di Non in senso ampio, mettendo in luce e arricchendo di significato le sue risorse culturali, naturali e agricole. Un evento, insomma, che non si limita a essere una corsa, ma che attraverso questo espediente propone ai partecipanti un modo per vivere in modo sostenibile, sano e “slow” il territorio.

È grande l’attesa, inoltre, per il concorso fotografico aperto a professionisti ed amatori.

Pubblicità
Pubblicità

La regia della manifestazione è come sempre in mano alla Pro Loco di Tassullo, che può contare sulla collaborazione di decine di associazioni locali, per un totale di oltre cento volontari. Momento istituzionale dell’evento sarà invece quello delle premiazioni e dei saluti delle autorità, a partire dalle 14.30 al magazzino SARC di Tassullo.

LA PRESENTAZIONE: PIÙ DI 150 VOLONTARI COINVOLTI – L’evento è stato presentato questa mattina alla stampa dagli organizzatori.

La Pro Loco di Tassullo, nella persona del presidente Cristian Valentini, la ringraziato l’amministrazione comunale e l’Azienda per il turismo Val di Non, da sempre sostenitori della manifestazione, e ha posto l’accento sulla fondamentale collaborazione della Pro Loco con le associazioni locali, per un totale di oltre 150 volontari coinvolti, vero motore dell’organizzazione.

Il suo vice Luca Pilati ha poi sottolineato come la Quattro Ville in Fiore “non sia solo corsa, ma anche un momento di valorizzazione culturale, grazie alla collaborazione con l’APT Val di Non, i volontari dell’associazione Anastasia e i proprietari dei castelli Nanno e Valer. Molte le attività collaterali offerte sul territorio, come la visita della forra, per una valorizzazione del territorio a 360 gradi”.

Si è tenuta questa mattina a Trento la presentazione della “Quattro Ville in Fiore”. Da sinistra: Andrea Paternoster, Luca Pilati, Cristian Valentini, Francesco Facinelli e Silvano Dominici

Francesco Facinelli, sindaco Ville d’Anaunia, ha invece messo in risalto il ruolo della Pro Loco, affermando che “quando un amministratore pensa alle Pro Loco pensa a questo: un soggetto che sappia valorizzare le tradizioni e il territorio, comprendendo l’agricoltura, l’arte e il paesaggio. Questo evento li incarna tutti, e alla Pro Loco va l’encomio per essere riuscita a riassumere in una sola proposta tutte le nostre risorse locali, oltre che il ringraziamento per la capacità di assumere un ruolo di regia tra le associazioni locali”.

Silvano Dominici, presidente della Comunità della Val di Non, ha notato come “la Quattro Ville in Fiore sia uno degli eventi non solo più importanti, ma anche più longevi della Val di Non. La Pro Loco di Tassullo è stata tra i primi a parlare di turismo e agricoltura, quando ancora nessuno ne parlava. Un evento che riesce a essere fedele all’identità del nostro territorio facendone emergere l’immagine migliore”.

Il presidente dell’ApT Val di Non, Andrea Paternoster, ha voluto esprimere “un sentito grazie alla Pro Loco di Tassullo, perché con eventi come questi si è riusciti nel concreto a destagionalizzare l’offerta turistica della Val di Non e ha persino contribuito ad aprire la mentalità locale, facendo capire a chi si occupa di altri settori (agricoltura, proprietari dei castelli) che il turismo può essere una risorsa del territorio”.

LA GARA – La partenza sarà dalle ore 9.30 alle 10.30 presso SARC Cooperativa di Tassullo.
Iscrizioni on-line e informazioni sul sito www.quattrovilleinfiore.it.

LE VISITE GUIDATE – Sabato 27 e domenica 28 aprile Castel Valer e Castel Nanno apriranno le porte ai visitatori. Il pubblico potrà assistere, in via esclusiva, a un accompagnamento narrato fra corti, giardini, affreschi e avvolti visitando anche la preziosissima cappella privata del maniero, affrescata dai pittori bergamaschi Giovanni e Battista Baschenis nel 1473. Info: APT Val di Non – Tel. 0463.830133.

Nella chiesetta di Santa Lucia a Campo, in quella di San Paolo a Pavillo, dell’Immacolata a Sanzenone e nella chiesetta di San Vigilio a Tassullo, sarà presente una guida volontaria di Anastasia Val di Non per illustrare, in breve, le peculiarità di ogni tesoro. Si potrà compiere, inoltre, un piccolo viaggio nell’arte sacra dei Baschenis.

LA GASTRONOMIACinque punti ristoro lungo il percorso offriranno un sano spuntino ai partecipanti, mentre al magazzino SARC di Tassullo funzionerà un fornitissimo bar con tavola calda. Qui per tutto il giorno saranno presenti anche le bancarelle di prodotti tipici e tradizionali delle Valli di Non e Sole.

IL CONCORSO FOTOGRAFICO – Raccontare in uno scatto la fioritura dei meleti, i paesaggi del percorso di gara e le emozioni dei partecipanti. Torna anche quest’anno il concorso fotografico della “Quattro Ville in Fiore” di Tassullo.

Dal 28 aprile al 5 maggio, i partecipanti potranno inviare la loro foto attraverso l’apposito modulo presente sul sito dell’evento. Una giuria valuterà i lavori e assegnerà i 3 premi in palio: “Fuori Regione” e “Trentino Alto-Adige” (a seconda della residenza del concorrente), oltre a un premio speciale per l’immagine che avrà ricevuto il maggior numero di “Mi piace” e condivisioni sulla pagina Facebook “Quattro Ville in Fiore”.

INFO E ISCRIZIONI – Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare Luca al numero 339 249 6495 o accedere al sito www.quattrovilleinfiore.it.

Si può raggiungere Tassullo, punto di partenza della corsa, con il Trentino dei Castelli (ferrovia Trento-Malé) con partenza alle 8.12 da Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Immersi nelle vie dei paesi di Ton per vivere tutti insieme “La gioia del presepe”

Pubblicato

-

Il bassorilievo realizzato da Jon Bordeniuc, vincitore della scorsa edizione del concorso "La gioia del presepe"

Anche quest’anno tornano i presepi tra le vie dei paesi di Ton. La commissione cultura e il Comune di Ton hanno organizzato l’11esima edizione del concorso “La gioia del presepe”, per riscoprire e valorizzare la tradizione del presepe. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

“Babbo Natale ha scelto Cles” in onda il nuovo spot natalizio realizzato dagli studenti dell’U.P.T. di Cles

Pubblicato

-

“Babbo Natale ha scelto Cles” – questo lo slogan dello spot realizzato dagli studenti dell’U.P.T. (Università Popolare Trentina – Scuola delle Professioni per il Terziario) di Cles su iniziativa promossa dal Consorzio Cles Iniziative ed in collaborazione con Trentino Trasporti, che andrà in onda nel mese di dicembre su Trentino Tv e sui canali social.

Venerdì 29 novembre Babbo Natale ha fatto tappa nei negozi del centro storico di Cles per acquistare i regali da consegnare ai bambini la notte di Natale.

Questo videoclip è stato realizzato dagli studenti della classe IV A del percorso Tecnico Commerciale delle Vendite dell’UPT di Cles, con un progetto ideato su indicazioni del Consorzio Cles Iniziative, un indirizzo di studio che si occupa della valorizzazione degli esercizi commerciali della cittadina attraverso attività promozionali.

Pubblicità
Pubblicità

Lo spot, girato dal videomaker Tommaso Prugnola, ha come protagonista Santa Claus che approda a Cles con il trenino anziché con la tradizionale carrozza trainata dalle renne.

Accompagnato da tradizionali zampognari, Babbo Natale, ormai adattatosi ai nostri tempi, a conclusione delle compere si reca in Piazza Municipio, ed alcuni ragazzi, come da prassi, non si lasciano sfuggire l’occasione di scattarsi un selfie con lui!

Pubblicità
Pubblicità

Babbo Natale si è poi sistemato nella sua graziosissima casetta allestita in Piazza del Municipio, che rimarrà aperta per tutto il mese di dicembre, dove i più piccoli potranno imbucare la letterina e partecipare al concorso “Scrivi e disegna Babbo Natale”.

La trama è stata ideata dagli allievi che frequentano uno specifico modulo incentrato sulla comunicazione, alla quale è stato accostato un concetto decisamente significativo, in questi difficili tempi di cambiamenti climatici, ossia la mobilità sostenibile, dimostrando che si può fare shopping nel capoluogo prendendo comodamente i mezzi pubblici, senza lo stress del traffico e del cercare parcheggio.

Pubblicità
Pubblicità

“Lo stupore e la paura dei bambini alla vista dell’enigmatica figura di Babbo Natale, gli zampognari e la magia del centro storico di Cles sono gli ingredienti del dolce video pensato da nove ragazzi dell’Istituto professionale” afferma Marco Cattani, Presidente del Consorzio Cles Iniziative.

“Prosegue la collaborazione tra Consorzio e UPT, un rapporto duraturo maturato nel tempo grazie all’impegno di studenti e docenti, i quali, con competenze specifiche ed attraverso laboratori e progetti ad hoc, concretizzano e divulgano l’impegno del Consorzio nella valorizzazione delle strutture commerciali associate” prosegue Walter Iori, Direttore dell’Istituto UPT.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Il Comune di Cles sensibilizza i cittadini nella lotta contro gli avvelenamenti dei cani

Pubblicato

-

“Avvelenamenti. Conoscerli per proteggere i nostri animali e noi stessi”. Questo il titolo dell’opuscolo informativo divulgato dal Comune di Cles per sensibilizzare i cittadini su questo spinoso argomento.

Le persone che lasciano in giro bocconi avvelenati sono degli infami senza coscienza che non si preoccupano minimamente delle conseguenze che possono derivare dai loro gesti. Un animale che mangia un boccone avvelenato è destinato a sopperire tra atroci sofferenze, le esche non sono solo alla portata di animali domestici, ma anche selvatici, e tra queste ci sono anche specie protette, e sono a rischio anche gli animali da allevamento.

Ma non tralasciamo i bambini, che inconsapevolmente possono raccogliere i bocconi e, anche se non necessariamente ingeriti, possono causare problemi seri se poi il bimbo si mette le mani in bocca, per non pensare a quelle confezionate con lamette all’interno, che senza ombra di dubbio feriscono chi inavvertitamente le raccoglie. Le esche avvelenate inoltre inquinano l’ambiente, rilasciando le sostanze tossiche che contengono nel terreno dove vengono poste, nelle falde acquifere ecc..

Pubblicità
Pubblicità

Le pene per chi compie questi reati esistono, grazie alle misure contemplate dalle Ordinanze Ministeriali, ma purtroppo non abbastanza severe per dissuadere di agire in modo così crudele.

Per questo le campagne contro gli avvelenamenti sono così importanti, per portare la problematica a conoscenza della popolazione, fornendo informazioni adeguate e cercando di fare prevenzione.

Pubblicità
Pubblicità

E’ necessario contrastare questo ignobile fenomeno in ogni modo, ed è encomiabile che il Comune di Cles abbia emesso questa pubblicazione per rendere i cittadini consapevoli sui potenziali pericoli inerenti.

Chi sospetta di aver trovato un’esca avvelenata deve immediatamente avvertire le forze dell’ordine, e chi sospetti che il proprio animale ne avesse ingerita una, deve recarsi subito da un veterinario; se così non fosse, meglio farlo controllare per nulla, perchè in caso di avvelenamento la tempistica è fondamentale per salvargli la vita.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’opuscolo sono pubblicati numeri utili, informazioni, fotografie, tutti gli approfondimenti inerenti; scaricabile dal sito del Comune di Cles

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza