Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Morte Roberto Fontana: sotto accusa il guard rail che diventa una ghigliottina

Pubblicato

-

Il tragico incidente nel quale ha perso la vita Roberto Fontana, rimarca ulteriormente la necessità di un “ Piano Sicurezza” che riduca al minimo i rischi mortali sulle strade per motociclisti e ciclisti.

Sotto accusa l’effetto ghigliottina proprio dei guard rail di vecchia generazione in caso di scivolata: la maggior parte di quelli che si trovano a bordo strada.

A lanciare l’appello è stato il presidente del Moto Club Trento Bruno Garzetti che in occasione dell’annuale appuntamento della “ Benedizione delle Moto” aveva riproposto una richiesta che ormai sta facendo da anni: “ Si deve fare di tutto per evitare l’effetto ghigliottina del guard rail. Molte curve delle strade della Provincia sono state messe in sicurezza, ma non tutte. Si tratta di chiudere lo spazio vuoto che si trova sotto la lamiera tagliente per evitare tragiche conseguenze ad un motociclista in scivolata, dopo la caduta. L’ideale sarebbe un piano provinciale in collaborazione con le amministrazioni comunali per risolvere nel suo insieme un problema che coinvolge anche i ciclisti in discesa. In più a inizio stagione è necessaria la pulizia delle strade sia per quanto riguarda le carreggiate, ma specialmente i bordi delle curve. Un’altra insidia è quella delle botole che spesso, specialmente nei centri abitati, non sono allo stesso livello dell’asfalto. a causa dei lavori sono sopraelevate e costituiscono un pericolo se prese frontalmente, ma è a rischio anche il zig-zag che motociclisti e ciclisti sono costretti a fare per evitarle”.

Pubblicità
Pubblicità

Eliminare un rischio mortale non costerebbe nemmeno tanto.

Come detto sarebbe sufficiente chiudere lo spazio vuoto che si trova sotto le lamiere, un’operazione realizzabile senza nemmeno dover sostituire il guard rail. (foto)

Nell’incidente dove ha trovato la morte lo sfortunato Roberto Fontana è necessario ricordare che solo per un caso fortuito il figlio 17 enne è riuscito a passare sotto il guard rail anziché sbatterci contro, per così andare a finire nel prato, e con ogni probabilità anche a salvarsi la vita.

Oggi il guar rail è uno dei nemici mortali dei motociclisti.

Il guard-rail, barriera protettiva concepita per gli autoveicoli, è sempre stato temuto dai centauri per le nefaste conseguenze che può avere in caso di contatto dopo una caduta o un incidente con la moto.

Sull’argomento è intervenuto anche Lorenzo Galasso presidente del Club Ducati del Trentino, «Quello dei guardrail è da sempre un problema invisibile a chi non è un motociclista, anche se in molte curve critiche già sono inseriti delle protezioni, c’è ancora molto da fare. Associazioni come Motor Lab da anni lottano contro queste tagliole, che chiamiamo guardrail e che spesso non vengono cambiate solo per questioni economiche, ma perdere un arto o peggio la vita, come può essere messo sul piatto dei costi/benefici di un bilancio comunale?»

Nel 2017 il ministro dei trasporti italiano aveva dichiarato che la norma era all’esame della comunità Europea e che avrebbe dovuto diventare a breve operativa. Per ora però i centauri continuano a morire.

MotorLab porta avanti il progetto di solidarietà civile “ADOTTA un DR46” è una soluzione alternativa per sopperire alla mancanza di fondi pubblici volti alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e alla dotazione di protezioni adeguate.

Il progetto si rivolge alle PMI che aderendo e finanziando il nostro progetto “ADOTTA UN DR46” oltre ad intitolarselo tramite l’applicazione di una scritta adesiva sulla barriera DR46 (in rispetto del codice della strada non alterando peraltro le funzioni protettive della barriera stessa), potranno beneficiare dell’attività promo pubblicitaria fornita dall’associazione “MOTORLAB IDEE IN MOVIMENTO”.

La speranza è che l’emulazione dell’adesione da parte di tante realtà imprenditoriali e produttive, porti a diffondersi l’iniziativa sia nel contesto regionale sia nazionale con una reale partecipazione attiva alla messa in sicurezza per l’intera comunità.

 

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Esce di strada e si ribalta

Pubblicato

-

Il conducente dell’autovettura è stato tradito dal fondo viscido della strada e dopo aver perso il controllo si è ribaltato.

L’incidente, che non ha visto altri mezzi coinvolti è successo verso le 17.00 di oggi sulla strada Provinciale 20 all’altezza di Castellano.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco volontari di Villa Lagarina che hanno provveduto a pulire e mettere in sicurezza la sede stradale. Non vengono segnalati feriti.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

IceTop, per cocktail e drink di alta qualità. Domani l’inaugurazione a Rovereto

Pubblicato

-

Lunedì, 20 maggio 2019, alle ore 17, è prevista l’inaugurazione del nuovo stabilimento di IceTop, azienda unica nel suo genere, specializzata nella produzione di ghiaccio puro.

La cerimonia si terrà presso la sede di Rovereto, in via alle Fornaci 20, e vedrà la partecipazione, tra gli altri, dell’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli.

IceTop è la prima azienda in Italia a proporre per il mercato Horeca (Hotel, ristoranti e catering) questa speciale tipologia di ghiaccio, ottenuto grazie all’esclusiva tecnologia Hoshizaki, la più avanzata sul mercato mondiale.

Pubblicità
Pubblicità

Il ghiaccio puro è elemento essenziale per la produzione di cocktail e drink di alta qualità.

La particolarità dell’iniziativa deriva inoltre dall’acqua utilizzata per la produzione del ghiaccio puro: si tratta dell’acqua della fonte di Levico Terme, la stessa di Acqua Levico.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Liceo Rosmini: Alessandro Miorandi conquista il Premio Banca d’Italia 2019 junior

Pubblicato

-

Ha conquistato il premio Banca d’Italia Alessandro Miorandi, studente del liceo “Rosmini” per la sua partecipazione alle Olimpiadi della Matematica.

Con il compagno Alessio Zeni della 3EM, Alessandro, che frequenta la 2BS, ha partecipato alla fase nazionale delle Olimpiadi a Cesenatico.

Nella gara individuale, ha ottenuto la Menzione d’Onore che gli è valsa anche il Premio Banca d’Italia 2019 junior.

PubblicitàPubblicità

Il Premio quest’anno è stato assegnato a 10 ragazzi, che  sono stati individuati, in collaborazione, dal Miur, dall’UMI (Unione Matematica Italiana) , e dall’AICA (Associazione Italiana per l’informatica ed il Calcolo Automatico).

Alessandro avrà diritto a un soggiorno-studio a Dublino dal 28 luglio al 11 agosto 2019, una vacanza-studio all’estero per l’approfondimento dell’ambito disciplinare in cui lo studente si è distinto e il perfezionamento di una lingua straniera.

La competizione è promossa dal MIUR e organizzata dall’Unione Matematica Italiana per la valorizzazione delle eccellenze.

Con la Menzione d’Onore Alessandro Miorandi entrerà di diritto nell’Albo delle eccellenze del MIUR per lo studio della matematica nelle scuole superiori.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza