Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto: giro di vite per i furbetti dei rifiuti

Pubblicato

-


Sono state presentate ieri le nuove attività attivate in forte sinergia tra Comune di Rovereto, Comando di Polizia Locale e Dolomiti Ambiente che mirano al corretto conferimento dei rifiuti e alle azioni di informazione e di controllo sul territorio dei materiali conferiti.

Erano presenti all’incontro oltre al Sindaco e all’Assessore comunale all’Ambiente, il comandante della Polizia Locale Emanuele Ruaro ed il Dirigente di Dolomiti Ambiente Carlo Alessandro Realis Luc.

Da parte del Comune è stato evidenziato che si tratta di un ulteriore passo, dopo molte azioni già portate avanti e destinate alla pulizia della città, per prevenire il degrado al fine di un corretto utilizzo dei beni comuni.

Pubblicità
Pubblicità

E’ stata sottolineata la positiva collaborazione che si è potuta attivare con la Polizia Locale, quindi sono state presentate le nuove iniziative che si inseriscono in questo contesto.

Dolomiti Ambiente curerà dei gazebi informativi per il corretto conferimento dei rifiuti nel periodo maggio – giugno 2019.

Saranno in alcune occasioni affiancati dall’ Ufficio mobile della Polizia Locale ed in particolare questa attività sarà svolta il martedì mattina al mercato in Piazza Sauro. Dolomiti Ambiente si farà promotrice di una campagna informativa finalizzata alla corretta gestione del “sacco azzurro” cioè della frazione imballaggi leggeri, con materiale informativo, volto a fornire ai cittadini che si avvicineranno tutte le informazioni del caso per una corretta separazione dei rifiuti domestici.

Accostandosi ai gazebi anche una opportunità per il cittadino: potrà ricevere un aiuto al corretto conferimento. Saranno infatti distribuiti appositi contenitori per la raccolta dell’olio vegetale da cucina (foto).

E’ stato ribadito che l’affiancamento all’Ufficio mobile consentirà un utile scambio di informazioni tra gli operatori di Dolomiti Ambiente e gli Agenti di Polizia Locale oltre che una completa informazione sia preventiva sia sulle possibili sanzioni, tuttavia è stato più volte rimarcato che  più della sanzione interessa la formazione al corretto conferimento dei rifiuti.

Dal 23 aprile 2019 inizieranno quindi controlli congiunti: un operatore di Dolomiti Ambiente con idoneo mezzo seguito da un Agente della Polizia Locale controlleranno diffusamente i rifiuti presenti nel loro percorso con particolare riferimento a due violazioni principali:

  • l’abbandono di rifiuti in aree pubbliche (strade, parchi, giardini ecc..) non conforme alla vigente normativa
  • l’errata esposizione dei sacchi rispetto al giorno di raccolta (es. raccolta al martedì, sacco blu esposto il mercoledì che rimane fuori per quasi una settimana creando degrado e possibili pericoli per la circolazione stradale qualora con una folata di vento venga spostato in strada).

Questo tipo di controllo si rende necessario per favorire una maggiore sensibilizzazione dei cittadini al corretto conferimento dei rifiuti.

Nello specifico negli ultimi due anni soprattutto, gli Operatori Ecologici addetti alla raccolta dei rifiuti avevano ed hanno l’indicazione operativa di segnalare all’ufficio di Dolomiti Ambiente i rifiuti conferiti o esposti in modo non conforme.

L’Ufficio ha provveduto ad analizzare le irregolarità aprendo i sacchi ed esaminandone il contenuto, inviando quindi al cittadino identificato tramite il codice del sacco azzurro, una lettera di segnalazione dell’errore con l’invito a conformare il comportamento. Si rende ora necessaria un’attività più incisiva di monitoraggio, controllo ed eventuale sanzione.

Chiaramente le violazioni accertate, verranno sanzionate dagli Agenti di Polizia Locale che si avvalgono dei tecnici di Dolomiti Ambiente per i dettagli tecnici sui rifiuti.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Antonella Bellutti e il “suo” corso per l’alimentazione vegetale e performance sportiva

Pubblicato

-


Ha trovato casa a Progetto Manifattura, l’incubatore green e sport-tech di Trentino Sviluppo, ed è dedicato “all’introduzione alle scienze dell’alimentazione vegetale e performance sportiva”.

Si tratta di un corso davvero singolare: non solo perché è il primo in Italia di tal genere, ma anche perché è supportato dalla campionessa olimpica Antonella Bellutti, ferma sostenitrice della scelta vegana.

A conclusione dell’intero corso si è tenuta ieri, giovedì 17 maggio, una tavola rotonda sul tema, alla quale hanno preso parte il direttore di Cerism, Federico Schena, Laura Maffei di Trentino Sviluppo e Caterina Pesci dell’Università di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

A portare la propria esperienza diretta la stessa Antonella Bellutti, assieme all’ultrarunner Luca Bartolameotti, allo chef e climber Michele Granuzzo e allo scalatore Andrea Parziani. I lavori sono stati introdotti dalla vicesindaca di Rovereto e da Giovanna Sirotti, referente del Rotary Trentino per Rovereto.

Quello dell’alimentazione vegetale è concetto piuttosto ampio che abbraccia una varietà di stili di vita tra cui anche l’essere vegetariani e vegani.

Un’attenzione particolare alla cura del cibo sia dal punto di vista nutrizionale sia etico, che si integra anche con la preparazione agonistica finalizzata alla performance, tanto che sono sempre di più gli atleti di alto livello ad “allenare” in tal modo anche il corpo.

Il velocista “figlio del vento” Carl Lewis, Lewis Hamilton nella Formula 1, Novak Djokovic, le sorelle William e Martina Navratilova nel tennis, per citare alcuni esempi, hanno fatto a meno della carne o dei derivati.

Così come la ciclista Antonella Bellutti, due volte campionessa olimpica a Sydney e Atlanta, poi partecipante alle Olimpiadi di Lillehammer nel bob, da tempo sostenitrice dell’alimentazione vegana.

Lei stessa ha più volte dichiarato che “durante tutta la sua vita di atleta è sempre stata alle prese con il difficile equilibrio tra peso e potenza. La scelta di diventare vegana, è stata decisamente positiva non solo in termini di salute ma anche ai fini dei risultati”.

“Dalla scelta vegana – ha aggiunto ieri l’olimpionica – nasce il desiderio di fare qualcosa per gli altri. Vegano non è sinonimo di sano tout court, ma si tratta di conciliare uno stile di vita sano ed attivo con l’alimentazione”.

Un’occasione, dunque, per seminare e divulgare conoscenze e anche per far conoscere l’alimentazione vegetale senza pregiudizi, tanto che la Bellutti ha scelto di supportare, anche con un contributo economico, il corso del CeRiSM – il Centro Ricerca Sport Montagna e Salute – diviso a metà tra gli atenei di Verona e Trento.

Durante le lezioni è stato spiegato da esperti, su basi scientifiche, come l’alimentazione che fa ricorso a soli vegetali possa conciliarsi con i risultati sportivi, aiutando gli atleti ad organizzare la propria preparazione fisica escludendo le fonti di origine animale, anche nell’ottica di una scelta consapevole.

Il nuovo corso è parte integrante della filiera formativa che Trentino Sviluppo sta creando all’interno di Progetto Manifattura, per valorizzare e rafforzare un progetto di sistema che vede nello sport un potenziale driver di sviluppo, attrattività e competitività per la nostra provincia.

Una visione condivisa del valore economico e sociale dato dallo sport in quanto fonte di ispirazione per l’innovazione e la ricerca interdisciplinare, che collega vari attori come le imprese, la ricerca e la formazione.

Il progetto di filiera prevede anche il coinvolgimento dei Licei Sportivi, dell’acceleratore di startup sportive “Spin Accelerator Italy”, dei futuri laboratori “TESS Lab” e dei vari stakeholder territoriali che saranno gradualmente coinvolti nello sviluppo del Cluster nel prossimo futuro.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Esce di strada e si ribalta

Pubblicato

-


Il conducente dell’autovettura è stato tradito dal fondo viscido della strada e dopo aver perso il controllo si è ribaltato.

L’incidente, che non ha visto altri mezzi coinvolti è successo verso le 17.00 di oggi sulla strada Provinciale 20 all’altezza di Castellano.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco volontari di Villa Lagarina che hanno provveduto a pulire e mettere in sicurezza la sede stradale. Non vengono segnalati feriti.

PubblicitàPubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

IceTop, per cocktail e drink di alta qualità. Domani l’inaugurazione a Rovereto

Pubblicato

-


Lunedì, 20 maggio 2019, alle ore 17, è prevista l’inaugurazione del nuovo stabilimento di IceTop, azienda unica nel suo genere, specializzata nella produzione di ghiaccio puro.

La cerimonia si terrà presso la sede di Rovereto, in via alle Fornaci 20, e vedrà la partecipazione, tra gli altri, dell’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli.

IceTop è la prima azienda in Italia a proporre per il mercato Horeca (Hotel, ristoranti e catering) questa speciale tipologia di ghiaccio, ottenuto grazie all’esclusiva tecnologia Hoshizaki, la più avanzata sul mercato mondiale.

Pubblicità
Pubblicità

Il ghiaccio puro è elemento essenziale per la produzione di cocktail e drink di alta qualità.

La particolarità dell’iniziativa deriva inoltre dall’acqua utilizzata per la produzione del ghiaccio puro: si tratta dell’acqua della fonte di Levico Terme, la stessa di Acqua Levico.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza