Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

l’Itas Trentino cede 3-1 a Civitanova e va sotto 2 a 0 nella semifinale playoff

Pubblicato

-

L’Eurosuole Forum respinge per l’ennesima volta il tentativo di assalto dell’Itas Trentino.

Anche gara 2 di Semifinale Play Off Scudetto Credem Banca 2019 è infatti della Cucine Lube Civitanova, che in questo caso per ottenere il punto del 2-0 nella serie ha potuto chiudere il discorso già in quattro set, confermando l’imbattibilità casalinga che dura da diciannove partite e come il nuovo impianto marchigiano sia tutt’ora inviolabile per Trentino Volley.

Non è bastata una partenza sprint alla formazione di Angelo Lorenzetti per avere la meglio dei marchigiani di fronte al proprio pubblico; dopo un primo set vinto nettamente grazie soprattutto a grandi numeri in attacco (59% a rete), i gialloblù hanno infatti dovuto subire il prepotente ritorno dei cucinieri.

Pubblicità
Pubblicità

Il servizio, sempre più affilato, di Juantorena, Simon e Leal e la varietà degli attacchi proposti da Bruno hanno infatti consentito a Civitanova di risalire velocemente la china nel secondo set e poi di vincere anche il braccio di ferro del successivo parziale, prima di dilagare nella quarta frazione.

Sugli scudi in questo caso Leal (mvp e best scorer con 23 punti), a cui ha saputo replicare solo in parte il solito Kovacevic (18 col 46% a rete) ed un Lisinac apparso in crescita di condizione (64% in primo tempo con due muri).

Per non terminare la propria stagione, ora l’Itas Trentino dovrà necessariamente vincere gara 3 in programma lunedì sera di nuovo alla BLM Group Arena (ore 18.30).

La cronaca di gara 2. Gli starting six proposti dai due tecnici non differiscono rispetto a quelli visti in campo nella parte finale del match di martedì sera alla BLM Group Arena. Lorenzetti conferma Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in banda, Candellaro e Lisinac al centro e Grebennikov libero.

De Giorgi presenta la Cucine Lube con Bruno alzatore, Sokolov opposto, Juantorena e Leal laterali, Diamantini e Simon al centro, Balaso libero. L’inizio di Trento è molto convincente; Lisinac va a segno ripetutamente e tiene stretto il break point ottenuto in apertura da Kovacevic (3-1, 7-5).

Due errori consecutivi di Russell consentono ai padroni di casa di pareggiare i conti a quota sette e di mettere la freccia (8-7). L’Itas Trentino non si scompone e riparte ancora con Uros e con un muro a uno di Vettori su Sokolov, che consegna il +3 esterno (13-10) e che costringe i marchigiani a chiamare time out.

Alla ripresa però sono ancora i gialloblù a fare la voce grossa con lo schiacciatore mancino (anche un ace) e l’opposto emiliano per il +5 che arriva sul 16-11. Un’altra battuta punto, stavolta di Vettori, aumenta ancora la distanza fra le due formazioni (19-13), che diventa massima quando anche Candellaro va a segno due volte in fase di break point (22-15). Il set si conclude quindi velocemente, già sul 25-16.

La reazione della Cucine Lube arriva immediatamente e già in apertura del secondo set, per mano di Leal, che quasi da solo realizza l’iniziale 2-5. Il time out di Lorenzetti rimette in carreggiata gli ospiti (5-5), che poi però subiscono di nuovo il servizio dello stesso cubano e i muri dei marchigiani (7-10, 8-13).

Trento sbanda in ricezione e lascia spazio all’assolo dei padroni di casa (18-10, 21-11), che con Juantorena si lanciano velocemente verso il punto dell’1-1. Lorenzetti propone diversi cambi (dentro Nelli, Van Garderen e Cavuto), senza però trovare una risposta convincente da parte dei suoi, se non proprio nelle battute finali (da 23-15 a 25-18).

Il terzo periodo si apre nel segno dell’equilibrio (3-3, 6-6), che regna a lungo con le due squadre che si alternano al comando dello stesso (11-12, 15-14) regalando grande spettacolo ai quasi quattromila spettatori accorsi.

Il break firmato da Sokolov regala il +2 alla Cucine Lube (16-18), che poi diventa +3 con Leal (17-20, time out Lorenzetti). Candellaro mura il bulgaro (21-22), poi però ci pensa Simon a proteggere il minimo vantaggio sino in fondo (23-25).

Sull’onda dell’entusiasmo, la Cucine Lube parte bene anche nel quarto parziale, scappando via sul 3-5 e poi anche sul 7-10, dopo che Trento (con Nelli in campo da titolare) l’aveva ripresa sul 7-7 grazie a Russell. Leal e Sokolov però non concedono sconti e lanciano i locali verso un vantaggio sempre più netto (9-12, 10-16) che sancisce il 3-1 casalingo già sul 13-25.

Questa sera i nostri giocatori sono stati più disciplinati nel rispettare le consegne, ma nonostante questa applicazione il risultato è stato negativo – è stata l’analisi a fine partita dell’allenatore di Trentino Volley Angelo Lorenzetti . Credo che questo sia dovuto ad una precisa differenza tecnica fra le due squadre, che in questa occasione è emersa in maniera evidente. Quando siamo andati sotto nel punteggio abbiamo perso sicurezza e non siamo stati capaci di rimontare, perdendo incisività in battuta e in attacco, ma questo oggi è avvenuto, ripeto, in virtù di un gap tecnico, che non siamo riusciti a colmare”.

Di seguito il tabellino di gara 2 di semifinale dei Play Off Scudetto Credem Banca 2019 giocata stasera alla BLM Group Arena.

Cucine Lube Civitanova-Itas Trentino 3-1
(16-25, 25-18, 25-23, 25-13)
CUCINE LUBE: Leal 23, Diamantini 3, Bruno 3, Juantorena 12, Simon 13, Sokolov 14, Balaso (L); Kovar, D’Hulst, Cantagalli. N.e. Marchisio, Massari, Stankovic e Cester. All. Ferdinando De Giorgi.
ITAS TRENTINO: Russell 6, Candellaro 7, Giannelli 3, Kovacevic 18, Lisinac 9, Vettori 8, Grebennikov (L); Van Garderen, Nelli 4, Cavuto 1. N.e. Daldello, De Angelis, Codarin. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Santi di Città di Castello (Perugia) e Vagni di Perugia.
DURATA SET: 25’, 26’, 34’, 22’; tot 1h e 47’.
NOTE: 3.851 spettatori, per un incasso di 57.079euro. Cucine Lube Civitanova: 6 muri, 7 ace, 15 errori in battuta, 6 errori azione, 52% in attacco, 43% (16%) in ricezione. Itas Trentino: 11 muri, 6 ace, 13 errori in battuta, 7 errori azione, 44% in attacco, 43% (21%) in ricezione. Mvp Leal.

 

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Tesino Lagorai Bike Cross Country la seconda edizione è già prova Campionato Italiano Interforze ACSI

Pubblicato

-

Si svolgerà Venerdì 9 Agosto 2019 la seconda edizione della Tesino Lagorai Bike Cross Country che al suo secondo anno dalla nascita sarà prova Campionato Italiano Interforze ACSI.

Un riconoscimento importante alla manifestazione nata lo scorso anno grazie all’idea di due noti sportivi e “personaggi” della Valsugana Orientale, Mirco Mezzanotte e Sunil Pellanda (nella foto a fine articolo) ancora una volta con una  stretta sinergia con il Team Sella Bike di Borgo Valsugana preseduto da Ingrid Tezzele e l’amministrazione comunale di Cinte Tesino.

La formula della manifestazione riservata alle “ruote grasse” prevede un giro di lancio di 600 metri circa per immettersi in un circuito interamente ridisegnato per la lunghezza di 1 km e 200 metri circa ricavato ancora una volta all’interno della borgata di Cinte con passaggi suggestivi e tecnici tra viottoli  portili e sterrato da ripetere per un totale di 40 minuti al termine dei quali si attenderà il passaggio sul traguardo dell’atleta in testa alla gara che effettuerà un ulteriore giro.

Pubblicità
Pubblicità

Solo quando sarà concluso l’ultimo giro la gara si riterrà conclusa per il vincitore ed a seguire tutti gli altri. Lo scorso anno ad imporsi fu Kevin Fantinato nella categoria maschile e  Alessandra Sassano in quella femminile.

Tutti gli atleti in gara riceveranno un pacco gara con prodotti del territorio ed un buono pasto da consumare presso gli impianti sportivi di Cinte Tesino dove si svolgerà la tradizionale sagra paesana e relative premiazioni.

La manifestazione è inserita nel calendario nazionale ACSI e come detto sarà valida come prova tricolore Interforze pertanto gli appartenenti ed ex appartenenti alle forze dell’ordine : Esercito, Carabinieri, Marina Militare, Aereonautica, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Municipale e Corpo permanente Vigili del Fuoco.

Il ritrovo sarà a Cinte Tesino presso gli impianti sportivi dalle ore 17:30 alle 18:30 per le operazioni di iscrizione e controllo dei tesseramenti, distribuzione pettorali, pacchi gara e microchip per il rilevamento del tempo.

Le iscrizioni si possono effettuare entro il 8/08/2019 a mezzo e – mail cliccando qui  o sul sito internet  cliccando qui oppure direttamente a questa sezione 

L’inizio della manifestazione sarà alle ore 19:30 presso il Centro di Cinte Tesino  adiacente al Bar Belvedere

Scarica qui il regolamento

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Un “Re” alla corte di coach Brienza: firmato George King

Pubblicato

-

Scelto dai Phoenix Suns con la 59a chiamata al Draft NBA del 2018, dopo una stagione in G-League l’ala americana prodotto di Colorado è pronta al debutto in Europa. Coach Brienza: «Tiro da fuori, atletismo e voglia di mettersi in gioco: portiamo a Trento un giocatore di grande qualità»

George King è un giocatore della Dolomiti Energia Trentino: prodotto di Colorado University, l’ala piccola nativa del North Carolina dopo un anno in G-League con i Northern Arizona Suns debutterà a 25 anni in Serie A ed EuroCup.

Vestendo i colori della squadra satellite dei Phoenix Suns, la franchigia che lo aveva scelto con la 59a chiamata del Draft NBA 2018, il classe ‘94 (198 centimetri per 100 chili) in 41 presenze ha prodotto 15.5 punti, 5.3 rimbalzi e 2.5 assist in 31’ di media, mostrando grande efficacia nel tiro dall’arco (42.9% su oltre 5 conclusioni da tre tentate a partita).

Pubblicità
Pubblicità

George McZavier King Jr. nella sua carriera collegiale in Colorado ha disputato 127 partite, chiudendo con oltre il 40.0% al tiro da tre. Nel suo anno da senior è stato inserito nel secondo miglior quintetto della competitiva conference Pac-12 dopo aver chiuso la stagione a 12.9 punti e 7.8 rimbalzi di media, nel 2016 aveva invece ricevuto il riconoscimento di giocatore più migliorato.

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Diamo il benvenuto a un giocatore sulla cui scelta non abbiamo esitato un istante: King è un giovane di grandissima qualità su entrambi i lati del campo e un elemento perfetto per completare il nostro reparto esterni. In attacco è un’ala che apre il campo con il suo ottimo tiro da fuori ma che sa anche attaccare il canestro; in difesa sfrutta la sua fisicità per proteggere il ferro e avere impatto contro ogni tipo di avversario. Siamo sicuri che ci darà una grossa mano a crescere e allo stesso tempo noi saremo importanti per lui, per fare un passo in avanti nella sua carriera».

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Grande successo per il progetto «Open Day» del Trento Clarentia

Pubblicato

-

Grande successo sabato a Canova per l’ultimo appuntamento con l’ “Open Day” dedicato alle giovani calciatrici, organizzato dal Trento Clarentia in collaborazione con UISP, e reso possibile grazie al fondamentale patrocinio della provincia autonoma di Trento.

Oltre 35 ragazze hanno partecipato alla giornata dedicata alla conoscenza del gioco del calcio tra le più giovani sotto la direzione di mister Libero Pavan, allenatore della prima squadra gialloblù.

Il progetto degli Open Day, voluto fortemente dal direttivo del Trento Clarentia, ha trovato fin da subito il favore delle atlete della Prima Squadra che si sono dedicate a trasmettere la passione per il calcio alle ragazze più piccole.

PubblicitàPubblicità

Fin dal mese di luglio Beatrice Agostini e Chiara Valzolgher (portiere della Prima Squadra) hanno portato il calcio femminile in gran parte delle scuole elementari di Trento, creando degli eventi ad hoc in collaborazione con i vari istituti, per contribuire ad abbattere le barriere di uno sport troppo spesso apprezzato e considerato esclusivamente in chiave maschilista.

Un successo a tutto tondo, testimoniato anche dalle parole della presidentessa Rita Csako che ha annunciato l’iscrizione per l’imminente stagione di una squadra esordienti (ragazze nate nelle annate 2006, 2007 e 2008) tutta al femminile, che sfiderà i pari età delle compagini maschili.

Dopo gli ottimi risultati raggiunti dal Trento Clarentia in ambito nazionale, con l’ormai abituale partecipazione alla Serie C, si comincia ora a gettare concretamente le radici del movimento del calcio femminile, fin dalla più tenera età. Un progetto ambizioso e affascinante che ha trovato l’attenzione di partner importanti, come Coldiretti Trentino che dopo aver colto la freschezza e la portata dell’iniziativa ha deciso di sostenere concretamente il movimento.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza