Connect with us
Pubblicità

motori

Mirabilandia, Ducati World accende i motori con le gare interattive

Pubblicato

-

Col ponte pasquale riaprono i parchi giochi e la nuova proposta di Mirabilandia può soddisfare gli appassionati di moto: è possibile provare tutte le emozioni che comporta lo sfrecciare a bordo di una Ducati, grazie ad un simulatore disponibile in partnership con l’azienda produttrice della “mitica rossa “.

L’area tematica è costata più di 25 milioni di euro e fa da cornice ospitale per le famiglie e i bambini, alla zona simulatori.

L’idea è quella di superare lo stereotipo della moto come un appartenenza unicamente maschile.

PubblicitàPubblicità

Desmo Race” sarà l’attrazione di punta ed è un prototipo unico al mondo, un duelling coster interattivo a due binari: il pilota avrà un ruolo attivo, non altrettanto per il possibile passeggero.

Si tratta di moto intelligenti in grado di correggere gli errori del guidatore e garantiscono una velocità di base in grado di non bloccare la corsa degli altri partecipanti.

Poi due degli otto simulatori saranno dotati di emotion sphere, mentre gli altri saranno adattabili ai diversi livelli di guida: dal principiante all’esperto.

Le attrazioni per i bambini sono Kiddy Monster e Diavel Ring; per i ragazzi Scrambler Run.

Non mancheranno spettacoli a tema e eventi che al momento sono tre: il 15 giugno “SlimeFest” con la cantante Federica Carta.

Il 27 giugno “ Holliday Festival” e a settembre in contemporanea con i festeggiamenti per i 27 anni di Mirabiliandia, un Piagiama Party.

Dal 15 al 18 agosto sarà proposto un assaggio di Halloween col “ Summer Horror Festival”.

Di certo l’area tematica della Ducati, potrebbe rappresentare una tappa per chi ha deciso di trascorrere il ponte pasquale al mare.

Di certo in viaggio andranno anche molti appassionati del club Ducati di Trento 

Pubblicità
Pubblicità

motori

Presentata a Maranello la nuova Ferrari SF90

Pubblicato

-

“Quest’anno celebriamo il 90/o anniversario. Siamo ben consapevoli della responsabilità che comporta la nostra storia gloriosa e capiamo bene che ci sono grandi aspettative. Rappresentiamo l’orgoglio della nazione, milioni di tifosi. E’ una responsabilità che accettiamo con gioia, con fiducia nel talento di uomini che e donne che lavorano instancabilmente per rendere realtà le nostre ambizioni”.

Lo ha detto l’ad di Ferrari Louis Camilleri, aprendo la cerimonia di presentazione della nuova monoposto.

C’è, come previsto, la dedica ai 90 anni di storia della Rossa di Maranello nel nome della prima monoposto Ferrari della presidenza John Elkann.

PubblicitàPubblicità

La SF90 è stata svelata alla presenza del presidente, dell’ad Louis Camilleri, del nuovo team principal Mattia Binotto, oltre che dei piloti Sebastian Vettel e Charles Leclerc e di Piero Ferrari, figlio del Drake e vicepresidente

“Sono orgoglioso di lavorare in questo team per portare avanti il sogno di Enzo Ferrari“. Così il nuovo team principal di Maranello Mattia Binotto, durante la cerimonia di lancio della nuova Rossa da F1. Un incarico che vive “con orgoglio, sentendo il dovere di perseverare la tradizione della scuderia e del nostro fondatore. Questa è la nostra missione”.

Tinta rossa meno accesa, inserti neri e linee semplici, specialmente nell’ala anteriore per assecondare le nuove norme regolamentari sull’aerodinamica. Sono queste due caratteristiche subito evidenti della SF90, la nuova monoposto Ferrari per la stagione F1 del 2019.

L’auto è stata svelata a Maranello in attesa di debuttare in pista lunedì, nei test di Barcellona (18-21 febbraio) e poi in campionato il 17 marzo a Melbourne, per rompere il digiuno iridato che va avanti dal 2007.

La SF90, 65/a monoposto realizzata dalla Ferrari per il mondiale di F1, la sesta della generazione ibrida, è realizzata nel rispetto dei nuovi regolamenti che impongono diverse modifiche: tra le più evidenti, appunto, quelle alle ali. L’anteriore è più larga e più semplice nei suoi profili aerodinamici, la posteriore è più larga e alta.

I deviatori di flusso sulle fiancate sono stati ridotti in altezza, mentre le prese d’aria dei freni anteriori sono state semplificate. Il peso complessivo della vettura sale a 743 kg, con il pilota e l’equipaggiamento che devono obbligatoriamente pesarne 80.

La quantità di carburante disponibile per la gara è salita da 105 a 110 kg. Il suo colore è un rosso più opaco di quello dell’anno scorso, tendente al ‘corallo’.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

motori

Dieselgate Volkswagen: problemi con l’aggiornamento del software

Pubblicato

-

Il software di aggiornamento per i motori oggetto del dieselgate Volkswagen sembrerebbe “sospetto”, secondo quanto recentemente riportato dal quotidiano tedesco Bild nella sua edizione domenicale ed in quella dedicata ai motori Auto Bild. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

motori

Dieselgate Volkswagen, rimandata l’udienza

Pubblicato

-

L’udienza prevista il 9 dicembre al Tribunale di Venezia, per lo scandalo Dieselgate Volkswagen, è stata rinviata a maggio 2019. Questo per dar modo al Tribunale di protocollare le oltre 76 mila adesioni alla class action (fonte Altroconsumo). (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza