Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Depositata la lista di «Agire» per le comunali di Borgo Valsugana.

Pubblicato

-


Il movimento costituito dal consigliere Claudio Cia si presenta per la prima volta alle elezioni comunali, partendo da Borgo Valsugana con un simbolo rinnovato recante la scritta “Borgo e Olle” all’interno dell’ormai classico post-it.

«Tutto ciò a rimarcare quel legame al territorio che questi candidati hanno ampiamente dimostrato negli oltre due anni di gazebo durante il mercato del mercoledì» – Afferma Cia

La lista, presentata al momento dell’apertura degli uffici comunali di Borgo Valsugana, è capitanata da Rinaldo Stroppa, ex-Assessore cacciato dalla Giunta dall’ex Sindaco Dalledonne proprio per la sua adesione ad AGIRE per il Trentino, e che ha scelto di rimettersi in gioco dopo il buon risultato delle scorse provinciali che lo avevano visto raccogliere 251 preferenze.

PubblicitàPubblicità

Assieme a lui, esattamente come lo scorso ottobre, l’infermiera Loretta Capri (352 preferenze) pronta per questa nuova esperienza e per portare il “vento del cambiamento” anche in questo comune.

Ad affiancarli una lista di volti nuovi, giovani (l’età media della lista è di 39 anni) in cui emergono Vito D’Onghia (20 anni), Stefano Gonzo (28 anni), Arbian Dobrozi (30 anni) e Stefano Dalsasso (30 anni) e con una nutrita presenza femminile (oltre alla già citata Loretta Capri anche Loredana Angeli, Barbara Borz, Giuliana Casagrande e Antonietta Filomena D’Avolio).

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Il 26 maggio 2019 AGIRE per il Trentino–Borgo e Olle sosterrà la candidatura alla carica di Sindaco di Marika Sbetta all’interno della coalizione con Lega e “Borgo e Olle–Uniti per il Cambiamento”.

I punti forti del programma elettorale sono: rilancio del centro storico, sicurezza, viabilità, politiche sociali, cultura, sport, ambiente e salute.

 

Qui l’elenco completo dei candidati:

  1. STROPPA RINALDO
  2. ANGELI LOREDANA
  3. BATTISTEL TIZIANO
  4. BERTOLO UGO
  5. BORZ BARBARA
  6. CAPRI LORETTA
  7. CASAGRANDE GIULIANA
  8. DALSASSO STEFANO
  9. D’AVOLIOANTONIETTA FILOMENA
  10. DOBROZI ARBIAN
  11. D’ONGHIA VITO
  12. GONZO STEFANO
  13. MANIOTTI ENRICO
  14. TOMIO FABIO

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Levico, case Itea: al freddo da metà aprile

Pubblicato

-


La denuncia arriva al numero WhatsApp della nostra redazione (3922640625).

In una palazzina di via Cavour a Levico Terme 9 appartamenti sono al freddo senza riscaldamento da metà aprile.

Negli appartamenti vivono per lo più persone anziane, alcune con problemi di salute non indifferenti. 

Pubblicità
Pubblicità

«Abbiamo chiamato Itea e siamo in attesa di risposta ormai da oltre un mese. Purtroppo si pensava che arrivasse il caldo ed invece la primavera tarda a venire. Il problema – spiega uno dei condomini – è che Itea non è presente come amministratore e quindi diventa tutto più difficile».

Oggi a Levico Terme la temperatura minima è scesa a 8 gradi, e fa freddo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Freddo che purtroppo le persone anziane sentono molto di più, specie quando sono malate.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Primiero: un 79enne vola con la sua auto per trenta metri lungo una scarpata. E’ grave

Pubblicato

-


Nel primo pomeriggio di ieri il settantanovenne Dario Orsingher è rimasto coinvolto in un incidente stradale lungo la strada che da Caoria scende verso Canal San Bovo.

Pochi minuti dopo le 13, a meno di cinque chilometri dall’abitato di Caoria, Dario Orsingher ha improvvisamente perso il controllo della sua Fiat Panda nell’affrontare una semicurva.

L’auto è uscita fuori strada finendo lungo la scarpata che scende verso il torrente Vanoi.

PubblicitàPubblicità

La vettura ha fatto un volo di circa trenta metri per poi finire sul prato che costeggia il torrente.

Immediati i soccorsi chiamati dagli altri automobilisti.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Da Caorla si sono mobilitati gli uomini del Soccorso alpino della stazione locale mentre da Canal San Bovo sono arrivvati vigili del fuoco volontari e gli operatori della Croce Rossa.

E’ giunto sul posto anche l’elicottero che ha trasportato il ferito all’Ospedale Santa Chiara. L’uomo è stato trovato in stato di incoscienza ma si è ripreso poco dopo grazie all’intervento tempestivo del medico rianimatore.

Dario Orsingher si trova nel reparto di terapia intensiva e le sue condizioni sono gravi.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Spray urticante shop center Valsugana: identificati i responsabili

Pubblicato

-


Continuano gli accertamenti dei carabinieri dopo l’allarme scattato venerdì allo Shop Center di Pergine, evacuato per il propagarsi dello spray urticante. (qui l’articolo)

L’episodio è accaduto verso le 13.30 al secondo piano dell’edificio.

Il gesto ha provocato il panico fra i presenti e in molti hanno pensato ad una rapina o peggio a qualche attentato.

Pubblicità
Pubblicità

A dare l’allarme il personale della sicurezza che ha tentato di bloccare i responsabili mentre si stavano dando precipitosamente alla fuga.

Dopo alcune ore di ricerche e grazie ai video della sorveglianza installati su molti negozi del centro, la coppia è stata identificata.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Sono un ragazzo ed una ragazza entrambi sui trent’anni e residenti nella zona.

Hanno acquistato lo spray urticante usando il bancomat all’Unieuro e appena fuori hanno iniziato a spruzzare il contenuto della bomboletta.

Per la coppia potrebbe scattare la denuncia per procurato allarme, anche se pare certo che non c’era l’intenzione di fare del male.

L’intento sarebbe stato quello di testare lo spray una volta all’esterno del locale, ma il posto chiuso e il sistema di areazione hanno accelerato la diffusione del gas.

Dopo soli 30 secondi dallo spruzzo infatti improvvisamente alcune persone hanno avvertito bruciore e fastidio, ma è stato immediato l’arrivo dei soccorsi sanitari, dei vigili del fuoco e dei carabinieri della sezione di Pergine.

E’ stata attivata anche l’unità Nbcr dei pompieri per la gestione degli interventi complessi che coinvolgono sostanze pericolose.

Un episodio simile è avvenuto il 20 settembre 2018 alla scuola media di Mezzolombardo. (qui articolo)

In quel caso ben 260 persone erano state evacuate e venne costruito un campo medico mobile.

In quella circostanza tutti in azione per una bravata.

Nella foto cerchiata in rosso la ragazza mentre spruzza lo spray urticante 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza