Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Depositata la lista di «Agire» per le comunali di Borgo Valsugana.

Pubblicato

-

Il movimento costituito dal consigliere Claudio Cia si presenta per la prima volta alle elezioni comunali, partendo da Borgo Valsugana con un simbolo rinnovato recante la scritta “Borgo e Olle” all’interno dell’ormai classico post-it.

«Tutto ciò a rimarcare quel legame al territorio che questi candidati hanno ampiamente dimostrato negli oltre due anni di gazebo durante il mercato del mercoledì» – Afferma Cia

La lista, presentata al momento dell’apertura degli uffici comunali di Borgo Valsugana, è capitanata da Rinaldo Stroppa, ex-Assessore cacciato dalla Giunta dall’ex Sindaco Dalledonne proprio per la sua adesione ad AGIRE per il Trentino, e che ha scelto di rimettersi in gioco dopo il buon risultato delle scorse provinciali che lo avevano visto raccogliere 251 preferenze.

Pubblicità
Pubblicità

Assieme a lui, esattamente come lo scorso ottobre, l’infermiera Loretta Capri (352 preferenze) pronta per questa nuova esperienza e per portare il “vento del cambiamento” anche in questo comune.

Ad affiancarli una lista di volti nuovi, giovani (l’età media della lista è di 39 anni) in cui emergono Vito D’Onghia (20 anni), Stefano Gonzo (28 anni), Arbian Dobrozi (30 anni) e Stefano Dalsasso (30 anni) e con una nutrita presenza femminile (oltre alla già citata Loretta Capri anche Loredana Angeli, Barbara Borz, Giuliana Casagrande e Antonietta Filomena D’Avolio).

Pubblicità
Pubblicità

Il 26 maggio 2019 AGIRE per il Trentino–Borgo e Olle sosterrà la candidatura alla carica di Sindaco di Marika Sbetta all’interno della coalizione con Lega e “Borgo e Olle–Uniti per il Cambiamento”.

I punti forti del programma elettorale sono: rilancio del centro storico, sicurezza, viabilità, politiche sociali, cultura, sport, ambiente e salute.

 

Qui l’elenco completo dei candidati:

  1. STROPPA RINALDO
  2. ANGELI LOREDANA
  3. BATTISTEL TIZIANO
  4. BERTOLO UGO
  5. BORZ BARBARA
  6. CAPRI LORETTA
  7. CASAGRANDE GIULIANA
  8. DALSASSO STEFANO
  9. D’AVOLIOANTONIETTA FILOMENA
  10. DOBROZI ARBIAN
  11. D’ONGHIA VITO
  12. GONZO STEFANO
  13. MANIOTTI ENRICO
  14. TOMIO FABIO

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Forum per la ricerca: sabato 20 luglio, ad Arte Sella, la presentazione del documento finale

Pubblicato

-

Cinque sessioni plenarie, visite a centri di ricerca, confronti e dibattiti, momenti di ascolto delle categorie economiche e del territorio, 15 esperti di fama internazionale.

Al termine di tre mesi di lavoro Trentino Research Habitat, il Forum per la ricerca e l’innovazione istituito dalla Provincia autonoma di Trento e coordinato da Trentino Sviluppo, si prepara a vivere la sua giornata conclusiva.

Sabato 20 luglio, a partire dalle ore 10.00, nella suggestiva cornice di Malga Costa (Borgo Valsugana), porta di ingresso al percorso di Arte Sella, si terrà la presentazione del documento finale.

Pubblicità
Pubblicità

Una “Carta” contenente linee strategiche per lo sviluppo della ricerca scientifica e l’innovazione in Trentino che nelle intenzioni della Giunta provinciale contribuirà ad orientare le risorse verso gli ambiti che possono generale le ricadute più interessanti, sia sul versante economico che per la risoluzione di problemi reali e la creazione di nuove opportunità per l’intero territorio.

L’evento, aperto dal saluto di Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento, sarà moderato da Enrico Pagliarini, giornalista di Radio24, e trasmesso in diretta Facebook.

Pubblicità
Pubblicità

Il documento finale, sottoscritto dai 15 esperti componenti il Gruppo di lavoro del Forum, verrà presentato dal coordinatore scientifico Emil Abirascid e commentato da Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento, che anticiperà alcune traiettorie di ricerca prioritarie, oltre al percorso strategico che la Giunta provinciale ha individuato per il sistema trentino della ricerca scientifica e dell’innovazione.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Rimangono gravi le condizioni del 19 enne rimasto ferito mercoledì sera a Roncegno

Pubblicato

-

Rimangono gravi le condizioni del 19 enne di Marter, Tommaso Paoli, che mercoledì sera in prossimità della pizzeria il Picchio ha perso il controllo della sua auto e dopo essersi ribaltato, si è schiantato contro un albero. Si stava recando proprio nella pizzeria il Picchio per ordinare delle pizze, ma non ci è mai arrivato.

Un testimone oculare ha riferito che il ragazzo stava viaggiando ad una velocità non proporzionata alla strada, e complice l’asfalto bagnato, non è più riuscito a controllare il mezzo. Nell’urto il giovane si è procurato gravi ferite, fra cui un trauma cranico.

Il personale sanitario lo ha trasportato con l’elicottero all’ospedale Santa Chiara dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione. La prognosi è riservata.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Valsugana, maltrattamenti: mette fine all’incubo e denuncia il compagno

Pubblicato

-

I militari della Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, impegnati in servizi coordinati del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, hanno denunciato una persona per il reato di Maltrattamenti in famiglia.

Si ripropone, nel territorio della Valsugana, il problema dei maltrattamenti in famiglia.

Una donna, ai carabinieri, dopo l’ennesimo atto di violenza, ha raccontato anni di umiliazioni, soprusi, violenze, patite tutte ad opera del suo compagno.

Pubblicità
Pubblicità

Nel racconto emerge disperazione, dolore, perché i figli minori spesso assistevano a queste scene e poi rassegnazione, quella di non essere riuscita a cambiare l’uomo che amava.

La donna si è resa conto di aver subito troppe umiliazioni, troppe offese per continuare a tacere ancora. Per questo ha deciso di presentarsi ai carabinieri per mettere fine al suo incubo.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo i primi accertamenti, i militari dell’Arma hanno denunciato l’uomo all’Autorità giudiziaria

La donna, dopo essere stata informata dai carabinieri dell’esistenza dei centri antiviolenza, della possibilità di essere assistita, ospitata in case “sicure” e della possibilità di accedere al libero patrocinio a spese dello Stato per sostenere le spese della separazione, decideva di farsi aiutare in una di queste strutture, insieme ai suoi figli.

Il caso viene scoperto proprio il giorno dove il «codice rosso» diventa legge (qui articolo)

Il Codice Rosso accelera l’iter dei procedimenti che riguardano i casi di violenza, a partire dalla denuncia che avrà una corsia preferenziale.

Per i maltrattamenti in famiglia, la reclusione passa dagli attuali 2-6 anni a 3-7 anni; la pena è aumentata fino alla metà se il fatto avviene in presenza o ai danni di un minore, di una donna in gravidanza, di un disabile oppure se l’aggressione è armata

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza