Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Scurelle, trovate 30 bare con resti umani dentro un capannone

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

È un autentico film dell’orrore quello che hanno trovato i Carabinieri del NOE ieri verso mezzogiorno appena entrati nel capannone di Asola di Scurelle in Valsugana ex Samatec poi acquisita da Pasquazzo Costruzioni, che a sua volta l’aveva ceduta alla Eurosic di Vobarno che ha poi affittato il capannone per vari utilizzi

Un fonte anonima ha avvertito che nella struttura c’erano molte cose sospette, e così ieri il Noe insieme ai vigili del fuoco, il sindaco di Scurelle e il personale dell’azienda sanitaria ha deciso di effettuare un blitz. (leggi cosa hanno trovato)

Dentro la drammatica scoperta: in un capannone fatiscente e pieno di rifiuti di ogni genere anche una trentina di bare abbandonate fra detriti e polvere, accatastate una sull’altra e con dentro dei resti di persone decedute da molti anni.

Pubblicità
Pubblicità

Appena entrati hanno trovato degli operati intenti a trasportare i resti umani dalle casse a dei sacchetti di nylon per essere poi conferiti presso il forno crematorio.

Il capannone utilizzato evidentemente per le macabre operazioni è subito stato sequestrato e sono partite due diverse denunce.

Pubblicità
Pubblicità

La prima per gestione illecita di rifiuti, la seconda per vilipendio di cadavere.

La ditta della Valsugana, una cooperativa sociale, che aveva in affitto il capannone era autorizzata a trasportare le bare, ma non certo a svolgere queste operazioni di apertura e trasporto dei resti.

L’ immobile è stato messo sotto sequestro e sigillato sia sul basculante che sulla porta che altrimenti condurrebbe negli spazi interni del capannone.

Si sospetta che l’operazione sia stata fatta per risparmiare sullo smaltimento dei cadaveri e sul recupero dello zinco.

L’ipotesi è che le salme provengano dai loculi e dopo un certo periodo siano state tolte senza l’avvallo dei parenti.

È opportuno sapere che i forni crematori per accettare il feretro in cremazione richiedono specifiche caratteristiche per le bare quali –ad esempio- essenze lignee facilmente combustibili, assenza di zinco interno e di verniciatura esterna (o un massimo di 1kg di vernice ad acqua).

Quindi le bare potrebbero essere state depositate per essere lavorate prima del trasporto al crematorio.

Gli inquirenti indagato sul fatto che in questi anni dal capannone di Scurelle possano essere passati centinaia di cadaveri da tutta Italia.

Ricordiamo che la legge vieta che qualsiasi cosa esca da un cimitero senza l’autorizzazione.

La normativa in tal senso è chiara: per avviare il corpo alla cremazione è necessaria un’autorizzazione al trasporto

La zona, che si estende su oltre 7 ettari, è piana zeppa di capannoni che ospitano varie attività.

La struttura sequestrata si trova nell’area produttiva a ridosso della Statale 47 ed è divisa in 3 parte ben distinte.

Il capannone dove sono state trovate le bare è forse il più degradato della zona

Sarà compito degli investigatori capire ora chi avesse in affitto il capannone degli orrori.

L’entrata alle serie di capannoni dell’area è automatica. Si apre con un cancello alle sei del mattino e si chiude alle 20.00 della sera.

Nell’area possono entrare solo le aziende: Litodelta, Aluvals, Toller Fulvio, Pasquazzo lattonerie e Zircotec.  (Qui le ultime inquietanti notizie nello sviluppo delle indagini)

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento14 minuti fa

Materne aperte a luglio, polemica sui dati. Maesti (PD): «Sono apparentemente gonfiati»

Politica12 ore fa

Fedriga presenta la sua lista personale: Salvini e la Lega spariscono dai simboli

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Nuovi orari per il Crm di Fai della Paganella

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

“Per chi splende questo lume”: a Fondo la storia di Virginia Gattegno

Vita & Famiglia12 ore fa

Sanremo. Pro Vita & Famiglia: «Amadeus e Rai lascino in pace i bambini»

Piana Rotaliana12 ore fa

Mezzolombardo, da giovedì via ai lavori agli uffici postali (che potrebbero durare meno del previsto)

Alto Garda e Ledro14 ore fa

Rolex finisce negli oggetti smarriti del comune, la polizia Locale però scopre che è un falso

Trento14 ore fa

Vigili del fuoco volontari, la nuova sede a Ravina nei pressi dell’uscita A22

Trento15 ore fa

Corte dei Conti, nominato l’ex Commissario del Governo, Gianfranco Bernabei

Italia ed estero15 ore fa

Piccolo miracolo in Siria, neonata trovata viva tra le macerie

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Alla Csen Arena di Cavareno arrivano i campi da padel

Le ultime dal Web15 ore fa

Il web si scatena: chi è e perché nelle ultime ore viene nominato Frank Hoogerbeets?

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

“Predaia Arte & Natura”: aperte le iscrizioni alla quinta edizione del simposio di scultura

Rovereto e Vallagarina16 ore fa

L’eresia della giovinezza: una serata dedicata a Sylvano Bussotti nelle sale della mostra “Eretici. Arte e vita”

Hi Tech e Ricerca16 ore fa

Wired Next Fest Trentino: presentato stamattina il nuovo festival

Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento3 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento20 ore fa

Occupazione abusiva Cognola: dopo il danno arriva anche la beffa

Trento3 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena7 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza