Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Predaia ricorda Giuseppe Antonelli a 10 anni dal suo ultimo viaggio sull’Himalaya

Pubblicato

-

A dieci anni dal suo ultimo viaggio durante una delle sue emozionanti avventure sulla vetta del Manaslu in Himalaya, la comunità di Predaia ricorda l’alpinista Giuseppe Antonelli con la serata dal titolo “L’altra faccia dell’alpinismo”.

Sabato 27 aprile alle 20.30 il teatro Polo Scolastico di Taio farà da cornice all’evento, durante il quale saranno ripercorsi e rivissuti ricordi, immagini e testimonianze di Giuseppe Antonelli insieme alla moglie Cristina Paternoster con la collaborazione di Smarano Climbing e Gruppo Sat di Taio.

L’ingresso sarà a offerta libera e il ricavato verrà devoluto all’associazione onlus “Trentino for Langtang” per la ricostruzione delle scuole colpite duramente dal terremoto del 2015 in Nepal.

Pubblicità
Pubblicità

Il giorno seguente, domenica 28 aprile alle 9, al Santuario di San Romedio sarà celebrata invece la Santa Messa con il Coro San Romedio, cui seguiranno la benedizione e la posa della targa dedicata ad Antonelli alla palestra di roccia nella Valle di San Romedio.

Giuseppe Antonelli, classe 1970, era originario di Taio, figlio di Ferruccio e di Maria Grazia, e condivideva con la moglie Cristina la passione per la montagna. Con lei, dopo aver conosciuto Soro Dorotei, alpinista e guida alpina bellunese che organizzava trekking in varie parti del mondo, aveva messo per la prima volta piede in Nepal nel 2001 per un trekking di fondovalle sull’Himalaya.

Da lì è stato un crescendo di passione, di escursioni e di altitudine fino alla scalata del Manaslu, che doveva essere il suo terzo Ottomila.

Sulla vetta del Manaslu, però, Giuseppe Antonelli non ci arrivò. Nell’aprile di dieci anni fa la spedizione si è imbattuta in una fitta nevicata che ha bloccato per giorni gli alpinisti al 3° campo a quota 7.500 metri, dove Giuseppe è stato colpito da edema polmonare.

Tre anni dopo, la moglie Cristina ha voluto ripercorrere il suo ultimo viaggio. Sabato 27 aprile anche la comunità di Predaia solcherà in qualche modo le sue impronte nella neve.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Un’estate “Joy” in Val di Non: dal 31 maggio riparte la stagione estiva sulla Mendola

Pubblicato

-

“Joy Val di Non Alps” riapre gli impianti del Passo Mendola per la stagione estiva. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ennesimo incidente sulla Mendola: centauro tedesco si schianta in curva contro un suv

Pubblicato

-

Ennesimo incidente nel primo pomeriggio di oggi sulla strada della Mendola. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

L’A.S.D. Thai Gym Cles sempre più in alto: nuove vittorie per i piccoli atleti del team

Pubblicato

-

Domenica 19 maggio gli atleti dell’A.S.D. (Associazione Sportiva Dilettantistica) Thai Gym Cles allenati dal Maestro Perica (Pier) Milos hanno conquistato tre nuove vittorie durante le gare combattute in trasferta a Caldonazzo. Si è trattato di incontri light per la disciplina K1, inserita nel torneo open ‘Valsugana Lake’ denominato “Lions of the Ring”, che fa parte del circuito Fight 1 Triveneto.

Sono saliti sul ring Leonardo Sacultan, 8 anni, Emanuele Chiarello, 10 anni, e Rayan Faik, 11 anni, tutti e tre di Cles.

Terzo incontro per il piccolo Leonardo Sacultan, che in questo torneo sconfigge nel primo girone l’avversario Gabriele Vivaldelli del Team Red Wolf Riva. Passato il primo turno, vince nuovamente contro Francesco Messina del Team Red Wolf Riva, aggiudicandosi così la coppa come vincitore assoluto del torneo.

PubblicitàPubblicità

      
Prima volta sul ring per Emanuele Chiarello, che dopo aver battuto Lorenzo Alleva dell’Hybrid Combat Accademy, procede contro Niccolò Sandonà del Lions Gym Levico e ne esce vincitore conquistando la prima coppa.

Al suo esordio anche il Rayan Faik che dopo aver primeggiato su Emma Pellegrini del Team Red Wolf Riva, in finale pareggia contro Filippo Cannizzo dell’Hybrid Combat Accademy, portando a casa due medaglie.

Tutti i combattimenti facevano parte della categoria Kids.

Grande gara anche per Inis Falzovic che alla sua quarta esperienza, dopo aver combattuto con onore per la categoria cadetti, ha perso ai punti contro Andrea Bassi del Red Wolf Bolzano.

La stagione sportiva prosegue alla grande per l’A.S.D. Thai Gym Cles, e per i suoi giovanissimi atleti che, sotto la guida e la costanza del Maestro Milos, hanno dimostrato il loro impegno e la loro bravura in questa particolare arte marziale.


Molti apprezzamenti indirizzati a Laura Mosna e Domenico Griego e dell’A.S.D. Lions Gym Levico per l’impeccabile organizzazione di questa manifestazione, con il patrocinio del Comune di Caldonazzo, in collaborazione con il Comitato Trentino Alto Adige Settore Sport da Ring del CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale).

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza