Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Issate le vele della stagione 2019 nel Garda trentino

Pubblicato

-

Trentino Marketing e Garda Trentino hanno presentato a Riva Del Garda il ricco calendario di eventi velici che scandiranno la stagione 2019 sulle acque trentine del Lago di Garda: primo appuntamento il Meeting degli Optimist, con oltre 1000 partecipanti da tutto il mondo.

È tempo di issare le vele e la settimana di Pasqua segna di fatto l’avvio ufficiale della ricca stagione nelle acque del Garda Trentino, presentata quest’oggi, martedì 16 Aprile, nella prestigiosa sede della Fraglia Vela Riva.

L’incontro, organizzato da Trentino Marketing in collaborazione con Garda Trentino spa, ha visto la partecipazione – tra gli altri – dell’Assessore Provinciale allo Sport e al Turismo, del CEO di Trentino Marketing Maurizio Rossini, del Presidente di Garda Trentino Spa Marco Benedetti, del Direttore del Consorzio Turistico Val di Ledro Stefano Cronst, della Presidentessa del CONI Provinciale Trentino Paola Mora, dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Riva del Garda e dell’Assessore allo Sport del Comune di Arco, del Campione del Mondo di Windsurf Nicolò Renna, e dei Presidenti di tutti i circoli velici dell’Alto Garda.

Pubblicità
Pubblicità

Gli appuntamenti organizzati dai circoli storici del Garda Trentino (Fraglia Vela Riva, Lega Navale Italiana, Circolo Vela Torbole, Circolo Vela Arco, Circolo Surf Torbole e Associazione Vela Lago di Ledro) richiameranno fino a ottobre atleti e campioni da tutto il mondo.

Sono i numeri a confermare l’importanza del calendario agonistico, la qualità dei servizi e l’impegno dei club velici locali: ben 80 regate sulle acque gardesane per un totale di 273 giorni di gara che coinvolgeranno oltre 12.000 atleti a bordo di più di 7.500 derive e windsurf.

Pubblicità
Pubblicità

A Pasqua la festa universale dei giovani velisti:

La stagione velica del Garda Trentino si aprirà con il Meeting del Garda Optimist, la cui 37.sima edizione si terrà a Riva del Garda dal 18 al 21 aprile. Una vera festa della vela giovanile con più di mille e duecento iscritti, provenienti da 37 Paesi, tra i quali Emirati Arabi, Isole Vergini, Bahamas Isole Cayman, Hong Kong.

Pubblicità
Pubblicità

Quello organizzato dalla Fraglia Vela Riva, società che nel 2019 ha festeggiato i suoi 90 anni di attività, è il più grande appuntamento velico al mondo certificato – Guinness World Records – di una classe monotipo, gli Optimist, la prima barca a vela per un bambino (9-15 anni). Un’esperienza indimenticabile, per i giovani velisti e i loro accompagnatori e familiari, non solo per l’evento sportivo, ma anche per godere un territorio da vivere dal punto di vista naturalistico, storico e culturale.

Su un tratto di lago in cui la navigazione a motore è vietata se non per ragioni di sicurezza e assistenza, i partecipanti raggiungono il campo regata arrivano in bici, in skateboard, in monopattino, grazie a piste ciclabili che collegano tutta la sponda nord del lago, da Riva del Garda ad Arco e Torbole, rendendo dunque l’evento ancora più “green”.

Tanti appuntamenti mondiali ed europei – Ogni anno si alza il sipario sul Lago di Garda che diventa teatro di una intensa attività di manifestazioni, con un calendario che comprende regate di grande tradizione ed eventi della massima importanza come campionati mondiali ed europei. La presenza costante del vento e il clima mite sono due preziose caratteristiche locali che hanno reso il lago uno dei luoghi più noti e amati dai velisti e surfisti di tutto il mondo.

La fama di questa vera e propria palestra naturale è consolidata dalle numerose attività degli storici circoli velici locali che nel tempo hanno saputo valorizzare questo sport facendo apprezzare a tutti i regatanti anche i doni naturali del territorio.

Nella vela quest’anno sarà il Circolo Vela Arco ad organizzare un campionato mondiale, quello della classe “Zoom 8” (a luglio) che vedrà la partecipazione di 180 equipaggi, mentre tre campionati europei avranno svolgimento a maggio a Riva del Garda (classe “Star”), a luglio ad Arco (“29ers”) il quale, trattandosi di un doppio, coinvolgerà 250 equipaggi per un totale di 500 velisti e a giugno a Ledro quello femminile (“Match Race”) con 12 equipaggi provenienti da 10 nazioni diverse.

E’ notevole anche il volume di attività e di appuntamenti che il Garda Trentino dedica al windsurf, specialità molto praticata sulle acque gardesane. L’importante collaborazione con il Circolo Surf Torbole ha fatto sì che questo prezioso tesoro di acqua crescesse due prestigiosi ambassador con profonde radici nel territorio.

Si tratta di Bruno Martini e Nicolò Renna, quest’ultimo presente anche all’odierna presentazione.

Il primo, classe 1993, è Campione italiano di slalom 2016, vicecampione italiano di slalom 2017, 3° nella One Hour 2017 e presenza fissa nelle gare di Coppa del mondo.

Il secondo, 18 anni a maggio, atleta delle classi Techno 293-Plus e RS:X, ha chiuso un 2018 indimenticabile, con la conquista del Mondiale della categoria Techno in Lettonia, dell’Europeo e della medaglia d’argento alle Olimpiadi Giovanili di ottobre a Buenos Aires. Grande traguardo per Renna (Under 19 – CS Torbole) anche a Palma de Maiorca dove, oltre a vincere la recente Medal Race del 13 aprile, si è aggiudicato la medaglia d’argento della sua categoria a un soffio – 1 punto – dall’oro. Torbole nel 2019 ospiterà due campionati del mondo in estate: previsti 150 partecipanti per quello della classe “Kona” ad agosto e ben 250 per la classe “RS:X” a settembre.

Una perfetta macchina del vento – I comuni del Garda Trentino che si affacciano sul lago beneficiano di una presenza costante del vento. Se il tempo è buono il vento soffia da Nord al mattino e da Sud al pomeriggio, orientandosi in ragione della differenza di temperatura tra la superficie del lago e il territorio che sta a settentrione.

I venti del Garda hanno nomi molto famosi tra gli appassionati degli sport dell’acqua. Il “Pelér” soffia da Nord a partire dalle 2-3 di notte fino alle 11-12.

Quando è teso soffia anche oltre i 13 metri al secondo. Il vento più famoso del Garda si chiama “Ora” e proviene da Sud. Soffia dalle 12-13 fino al tramonto, con intensità amplificata dalla conformazione orografica dell’Alto Garda.

La discriminante tra i due venti è legata proprio alla velocità che sono in grado di generare: per questo il Pelèr è più adatto a surfisti e velisti dilettanti, mentre l’Ora è ideale per i professionisti. Ci sono poi il vento da Balim o Balinot, il Ponal e la Vinessa, che gli esperti sanno riconoscere alla perfezione e sono generati da particolari situazioni meteo.

Maurizio Rossini (CEO Trentino Marketing): “Per l’offerta turistica del Trentino, il Lago di Garda è una risorsa fondamentale. Nella mente di molti, il Trentino è vissuto come territorio alpino e nel contempo mediterraneo, grazie proprio alla presenza di questo splendido lago. Negli ultimi anni la crescita del turismo legato a quest’area e all’attività outdoor ci ha permesso di raggiungere target e mercati turistici diversi e internazionali, per noi fondamentali in una strategia di differenziazione dell’offerta che sta diventando sempre più uno dei nostri punti di forza.”

Marco Benedetti (Presidente Garda Trentino SpA): “Il Garda Trentino è un territorio naturalmente vocato alla vela, grazie anzitutto a condizioni ambientali straordinariamente favorevoli alla pratica di queste discipline, ma il suo consolidamento a livello globale è merito anche dell’impegno dei nostri circoli velici, che mettono in campo un calendario di eventi importantissimo per quantità e qualità. Il prodotto turistico legato all’acqua è inoltre fondamentale per la nostra strategia come territorio, sempre più improntata ad un turismo di qualità: un target perfettamente congruente con quello della vela e del windsurf.”

I TOP EVENTS VELICI 2019

Fraglia Vela Riva

17 – 21 aprile: 37° Lake Garda Meeting Optimist
15 – 19 maggio: 2019 Star European Championship/SSL Breeze Grand Slam
11 – 15 settembre: GC32 Riva Cup

Lega Navale Italiana sezione Riva del Garda

25 – 26 maggio: Techno 293 – Tappa Campionato XIV Zona
26 giugno: Tappa “Giro del Garda in Kayak” pro AIDO
19 – 20 ottobre: Zonale Classe Contender

Circolo Vela Torbole

30 aprile – 4 maggio: Campionato tedesco Dragoni
9 – 12 maggio: Europa Cup Laser
26 – 29 giugno: Europeo Soling

Circolo Vela Arco

14 – 20 luglio: Campionato Mondiale Zoom 8
2 – 4 agosto: Ora Cup Ora
16 – 24 agosto: Campionato Europeo 29er

Circolo Surf Torbole

24 – 28 luglio: World Trophy Windsurfer
15 – 18 agosto: Campionato Mondiale Kona
23 – 29 settembre: Campionato Mondiale RS:X

 Associazione Vela Lago di Ledro

20 – 23 giugno: Eursaf Women Match Race Europeans – Campionato Europeo Femminile di Match Race
27 – 30 giugno: OM International Ledro Match Race Grado 2
20 – 25 agosto: Optimist European Team Racing Championship

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Inaugurato il Mercatino di Natale di Arco

Pubblicato

-

Inaugurazione ufficiale ieri pomeriggio per il Mercatino di Natale di Arco che fino al 6 gennaio offrirà a turisti e visitatori il meglio dell’artigianato locale e dei prodotti tipici trentini, oltre a molteplici iniziative di svago rivolte alle famiglie. L’edizione di quest’anno ha come filo conduttore il XIX secolo.

“E’ una tradizione importante, un momento di condivisione dei valori natalizi ha detto l’assessore provinciale allo sviluppo economico, Achille Spinelli intervenendo all’inaugurazione – ma soprattutto una grande occasione per dare visibilità al territorio, con importanti ricadute per il turismo. E’ un sistema, quello dei mercatini, – ha evidenziato l’assessore – ormai collaudato che ha dimostrato la sua validità, grazie anche alla capacità di sapersi rinnovare. La tradizionale vocazione all’accoglienza del Trentino trova qui una delle sue massime espressioni. Inoltre, per questa zona, si tratta di un prezioso allungamento della stagione turistica estiva. L’augurio – ha concluso Spinelli – è che anche questa edizione possa confermare il successo delle precedenti”.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Riva del Garda: il Centro Destra denuncia l’abbandono della periferia

Pubblicato

-

Sicurezza, degrado, microcriminalità, spaccio e abbandono delle periferie.

Da questi fenomeni ormai giornalieri non rifugge nemmeno Riva del Garda che negli ultimi anni sotto questi aspetti è peggiorata.

Sui questi fenomeni ieri è partita una nuova denuncia della coalizione di centrodestra di Riva del Garda.

PubblicitàPubblicità

“Periferia, troppo spesso dimenticata”- inizia così il comunicato inviato al nostro giornale e firmato da Silvio Salizzoni, Presidente circolo Fratelli d’Italia Riva del Garda in rappresentanza del Centro Destra di Riva del Garda.

Sotto il comunicato pubblicato integralmente

Pubblicità
Pubblicità

IL COMUNICATO –  Quasi quattro furti al mese e altrettanti tentativi dal primo di agosto. È questa la cadenza con cui, in media, vengono colpite via Virgilio, via Pigarelli, via Gonzaga nonché Località Ischia.

Un incremento allarmante che va a sommarsi al problema cronico della mancanza di parcheggi e all’isolamento in cui versano ormai da tempo le suddette zone.

Pubblicità
Pubblicità

Isolamento dovuto anche alla chiusura di una stradina di campagna, ( utile se una macchina delle forze dell’ordine dovesse inseguire gli eventuali ladri senza dover “aggirare” il quartiere percorrendo più di un chilometro ).

In un area a densa concentrazione abitativa. In continua crescita con la futura realizzazione di nuovi condomini nelle quali i residenti già ora hanno difficoltà a trovare posto alla loro auto, il problema dei furti aggrava ulteriormente la situazione.

Il progetto “controllo del vicinato” tanto pubblicizzato sui giornali stenta a decollare a causa, o di vari ritardi burocratici o per mancanza di volontà delle istituzioni.  Non manca invece la volontà da parte di parecchi abitanti della zona di poter contribuire alla sicurezza comune aiutando le forze dell’ordine.

Per questo motivo  sarebbe bene che si implementasse la chat di quartiere anche nelle zone di maggior rischio nel nostro comune.  Un metodo efficace di denuncia e prevenzione capace di segnalare i pericoli in tempo reale.

Ma la domanda sorge spontanea sulle tempistiche di introduzione del progetto controllo di vicinato che i cittadini, già da molto tempo chiedono a gran voce.

La coalizione di centro destra non può che ascoltare le ripetute segnalazioni giunte fino a questo momento.   Nell’ottica dei propri punti programmatici  si sente in dovere di appoggiare tutte quelle istanze rimaste disattese per troppo tempo .

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Massi caduti sulla Statale: super lavoro per il vigili del fuoco di Mori

Pubblicato

-

Anche questa notte, i Vigili del fuoco volontari di Mori sono stati impegnati sul territorio, tra le 23 di giovedì e le 2 di venerdì, per rimuovere alcuni massi caduti sulla statale che corre lungo il Lago di Loppio.

«Quattro i mezzi dei pompieri moriani impegnati – spiega il sindaco Stefano Barozzi – con una decina di uomini. Si è operato per rimuovere i materiali in stretta collaborazione con il personale inviato dal corpo e dagli uffici provinciali. Proprio da questi ultimi, dopo un sopralluogo nel bosco sopra la strada, è partito l’ordine per interrompere la circolazione per alcune ore. Stamane la viabilità era ripristinata».

Sul posto, stanotte, insieme al comandante Maltauro e al sindaco, erano presenti i Servizi provinciali: il responsabile di zona, geometra Romei della gestione strade, e il geologo Franceschini con la ditta Rigon, specializzata per disgaggi.

Pubblicità
Pubblicità

Il masso caduto è rotolato sulla strada e si è rotto in più parti.

Una di esse è stata investita da un’auto che procedeva in direzione di Nago e che è stata fortemente danneggiata.

Pubblicità
Pubblicità

L’anno che si va concludendo è stato particolarmente intenso per i Vigili del fuoco volontari di Mori.

Spiega ancora il sindaco: «Anche oggi il corpo è mobilitato per l’allerta meteo e il Comune è ben conscio del grande lavoro che fanno queste persone. Già nel maggio scorso, la giunta comunale aveva deliberato di erogare 15 mila euro a titolo di contributo ordinario per il 2019: necessari per la copertura delle spese relative alla normale attività».

Pubblicità
Pubblicità

A settembre, poi, visto il gran numero di interventi che si sono resi necessari, con conseguente aumento di spesa, il comandante Mauro Maltauro ha chiesto un ulteriore contributo di 2.000 euro per far fronte a ulteriori spese ordinarie e uno da 30 mila finalizzato alla copertura di maggiori spese che si sono rese necessarie allo svolgimento dell’attività istituzionale. «Anche l’intervento di stanotte – conclude il sindaco – conferma l’intensificarsi del lavoro e la necessità di mezzi adeguati, moderni ed efficienti per svolgerli».

Spiega Maltauro: «La somma dei 30 mila euro sarà impiegata per l’acquisto di un pick up Ford Ranger. Il mezzo ha cinque posti e cassone. Sarà utilizzato per intervenire nei casi di emergenza, con particolare riguardo alle frazioni “alte” e ai luoghi che si raggiungono con strade difficili. Si tratta infatti di un quattro per quattro, con marce ridotte e capacità di movimento anche su terreni sconnessi e sulla neve. Potrà servire, ad esempio, per fornire un migliore supporto in caso di intervento dell’elicottero, per il trasporto di persone sui luoghi più difficili, penso soprattutto alla necessità di muovere l’equipe medica».

La giunta ha dato seguito alla richiesta e dunque procederà con l’erogazione di entrambi i contributi.

Con l’occasione, il corpo dei Pompieri volontari ha rendicontato sulle spese che deve sostenere per garantire il proprio servizio: attività istituzionale per manutenzione straordinaria macchine e attrezzature di servizio (12.000 Iva inclusa), vestiario ed equipaggiamento (11.000), pompe, carrelli e altre attrezzature di servizio (6.000), arredi e attrezzature d’officina (3.000), acquisto tubi, lance e raccordi (3.000), automezzi (30.000).

La liquidazione dei contributi decisi dal Comune di Mori verrà effettuata con separati provvedimenti, a seguito di presentazione di idonea documentazione comprovante la realizzazione degli interventi di investimento ammessi a contributo e di cui sia giustificata l’indifferibilità ed urgenza.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza