Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Calice in mano sulle colline avisiane per la 3a edizione di “Di Maso in Maso, di Vino in Vino”

Pubblicato

-

Più di 5.000 persone hanno preso partecipato alla scorsa edizione di "Di Maso in Maso, di Vino in Vino"

50 aziende e associazioni locali, 10 tappe, 10 masi storici, più di 30 gustosi piatti tipici, 9 km tra i vigneti e oltre 5.000 partecipanti lo scorso anno. Sono i numeri incredibili di “Di Maso in Maso, di Vino in Vino”, l’itinerario gastronomico in programma giovedì 25 aprile che omaggia il territorio e le produzioni enogastronomiche delle colline avisiane.

Una proposta pensata per mettere in contatto diretto gli ospiti con i produttori nel loro luogo di produzione e per far conoscere a trentini e non il contesto e le persone che stanno dietro alle nostre eccellenze locali. Proposta che si è rivelata azzeccata, come dimostrano le presenze registrate lo scorso anno.

L’idea è di far conoscere i prodotti del territorio entrando all’interno dei masi in cui questi prodotti nascono, parlando con i produttori ed assaggiando sul posto le eccellenze enogastronomiche, mentre si può godere di un paesaggio meraviglioso con il beneficio dell’assenza di traffico e scegliere da un menù con oltre 50 prodotti trentini.

PubblicitàPubblicità

L’evento, organizzato dalla Pro Loco di Lavis in collaborazione con i Comuni di Lavis e di Giovo, propone una passeggiata di 10 chilometri tra Pressano e Sorni, da percorrere a piedi, in bicicletta o con il caratteristico trenino.

Si è tenuta questa mattina nella sede della Federazione delle Pro Loco la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa

Il tracciato è intervallato da dieci tappe in altrettanti masi storici, dove viene servito un variegato menù a base di specialità trentine, che va dalle proposte più ricercate (i fagottini di carne fumada, i tagliolini alla stella alpina, il brasato in birra stout) ai piatti rustici della tradizione (l’orzetto, la carne salada, gli spatzle).

Degna di un’enoteca è la carta dei vini e delle birre, con proposte di alto livello offerte a prezzo fisso. Ogni maso ospita inoltre spettacoli, intrattenimento e laboratori, per rendere ancora più piacevole la sosta.

Oltre che per la qualità dell’offerta enogastronomica e la cura del programma, l’evento si distingue anche per la sua sensibilità nei confronti sia dell’ambiente (con la chiusura al traffico della strada delle colline avisiane per l’intera giornata, le isole ecologiche, l’acqua attinta dalle fontane per evitare la plastica), sia delle esigenze di tutti i tipi di ospiti, anche quelli con disabilità motorie e visive, grazie ad una gamma di servizi ad hoc di accessibilità e assistenza lungo il percorso (tra cui una joëlette, una carrozzella da fuori strada per raggiungere le tappe più alte).

Tra le altre novità di quest’anno: l’aggiunta di una nuova tappa, la partecipazione di nuovi produttori, la collaborazione neonata collaborazione tra i Comuni di Lavis e di Giovo, che ha permesso di rendere ancora più vasto il percorso, nuovi spazi messi a disposizione per la sosta per i camper, i menù ad hoc dei ristoranti locali.

Da sinistra gli assessori del Comune di Lavis Isabella Caracristi e Franco Castellan, la vicepresidente della Pro Loco di Lavis Camilla Weber, l’assessore del Comune di Giovo Stefano Pellegrini e il direttore della Federazione Trentina Pro Loco e loro Consorzi Ivo Povinelli

Durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina nella sede della Federazione delle Pro Loco, la vice presidente della Pro Loco di Lavis Camilla Weber ha sottolineato il valore dell’evento per il borgo di Lavis, “la cui intera comunità si è coesa per gestire la manifestazione: sono quasi 400 volontari impegnati, a tutti loro va il più sentito ringraziamento dalla Pro Loco”.

L’assessore all’ambiente del Comune di Lavis, Franco Castellan, ha fatto sapere che “sono già oltre 1000 gli iscritti e 500 i bambini, ci aspettiamo quindi numeri elevati”. Castellan ha anche sottolineato il significato dell’evento, che “nasce come un elogio ai prodotti di eccellenza che vengono coltivati nella nostra zona ma non solo. L’idea è di dare visibilità al territorio e ai produttori (quasi 50, molti dei quali afferenti alla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino), che con fatica e impegno portano avanti produzioni anche molto particolari. Per noi non è solo una festa, ma un modo per far partecipare i cittadini le famiglie, a cui è dedicato in particolare l’intrattenimento, che riempirà l’intera giornata. Puntiamo molto sulla sostenibilità,  spingendo per limitare l’utilizzo delle auto, sfruttando i collegamenti ferroviari attraverso bus navetta dalla stazione FS a Pressano, due trenini”.

Isabella Caracristi, assessore alle attività sociali del Comune di Lavis, ha evidenziato invece come “per il Comune la volontà è di rendere accessibile a tutti la manifestazione: oltre che ai bambini, anche ai disabili motori e disabili visivi . Forte anche l’attenzione al sociale con laboratori e giochi offerti dalle associazioni locali”.

Stefano Pellegrini, assessore all’ambiente del Comune di Giovo, ha espresso infine “un grande apprezzamento per la collaborazione che siamo riusciti a istituire tra i due Comuni ed un encomio e ringraziamento alla Pro Loco di Lavis e alle associazioni locali. Anche per chi viene dalla Val di Cembra sono stati predisposti parcheggi e bus navetta. Allargando il tracciato fino al Comune di Giovo, si è potuto creare quest’anno anche il percorso dei masi alti”.

Da sinistra gli assessori del Comune di Lavis Isabella Caracristi e Franco Castellan, la vicepresidente della Pro Loco di Lavis Camilla Weber, l’assessore del Comune di Giovo Stefano Pellegrini

INFORMAZIONI – La partenza sarà alle 9.30 dalla piazza di Pressano, con chiusura dell’enogastronomia alle 18. Per le preiscrizioni o per informazioni più approfondite è possibile consultare la pagina Facebook “Di maso in Maso di Vino in Vino”.

RAGGIUNGIBILITÀ – La Strada del Vino da Pressano a Maso Rosabel rimarrà chiusa al traffico, eccetto biciclette, residenti e veicoli per disabili.

Ci saranno due trenini gratuiti alla scoperta dei masi con partenza dalla piazza di Pressano e dal bivio per Maso Nero per chi arriva da San Michele e da Giovo (circa 20 min. per giro).

Possibilità, per le persone disabili, di prenotare alcuni parcheggi auto a Pressano e una Joëlette (con partenza alle ore 9.30 da Pressano), una carrozzella da fuori strada che permetterà loro di raggiungere anche le tappe “alte” del percorso dei masi grazie all’aiuto di due accompagnatori volontari.

Il percorso “basso”, lungo la “SP131 Strada del Vino” dalla piazza di Pressano a Maso Nuovo, può essere fatto tranquillamente in carrozzina o a bordo del trenino (accessibile anche alle carrozzine per disabili).

Sarà comunque possibile parcheggiare le autovetture a Lavis presso la cantina La-Vis, le stazioni della Ferrovia Trento Malé di Lavis e di Zambana da dove partirà un bus navetta gratuito di andata e ritorno per la piazza di Pressano durante tutta la giornata.

Un altro parcheggio sarà disponibile, per chi proviene dalla Val di Cembra, in località Serci di Giovo presso il piazzale del Consorzio 5 Comuni, con un bus navetta gratuito che dalle 13.30 alle 18.00 assicurerà il rientro da Maso Rosabel.

Quest’anno sono state istituite anche due aree sosta per tutti i camperisti che saranno attive dalla sera del 24 aprile.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]
  • Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
    22 febbraio 1997: presso la Galleria Ricci Oddi di Piacenza scompare il “Ritratto di Signora”, una delle opere dell’artista austriaco Gustav Klimt risalente al 1916/17. La cornice abbandonata sul tetto dopo il furto era tutto ciò che restava di una delle splendide e più discusse opere di Gustav Klimt. La tela originale, si suppone infatti […]
  • Regno Unito: dal 2035 vietata la vendita di auto diesel e benzina
    Il settore delle auto elettriche è nella sua piena espansione, sebbene le quote di mercato rimangono ancora a livelli inconsistenti. Infatti, i principali costruttori stanno investendo cifre immense per crescere ulteriormente ed accompagnare la produzione verso uno sviluppo ed un acquisto di massa. Il problema delle emissioni derivanti dalle automobili, è stato preso di petto […]

Categorie

di tendenza