Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

​L’Assessore regionale Claudio Cia incontra i Sindaci di Fondo, Castelfondo e Malosco: pronto l’iter per la fusione

Pubblicato

-

L’Assessore regionale agli Enti Locali Claudio Cia vuole chiudere quanto prima la questione riguardante la fusione dei Comuni di Fondo, Malosco e Castelfondo.

Presso il Palazzo della Regione si sono riuniti oggi, su iniziativa dello stesso Assessore, i Sindaci di Fondo (Daniele Graziadei), Malosco (Walter Clauser), e Castelfondo (Oscar Piazzi, quest’ultimo non ha potuto essere fisicamente presente, ma è intervenuto alla riunione in vivavoce), con la presenza anche dell’Assessore provinciale agli Enti Locali, Mattia Gottardi.

Obiettivo dell’incontro: coordinarsi nell’iter che dovrebbe portare finalmente alla conclusione del processo di fusione dei tre Comuni. La situazione è infatti in stallo in seguito alle vicende giudiziarie legate alla denominazione “Alta Val di Non”.

Pubblicità
Pubblicità

La fusione non è in discussione, perché quella è stata la volontà espressa dalla maggioranza dei cittadini”, ha precisato subito l’Assessore Cia, ricordando come nel referendum del dicembre 2016 in tutti e tre i Comuni la maggioranza dei votanti ha espresso parere favorevole alla fusione (Fondo 96.04%; Malosco 85.64%; Castelfondo 59.48%).

La questione da superare riguarda esclusivamente la denominazione del nuovo comune risultante da fusione. Cia ha quindi delineato l’iter dei prossimi mesi.

Il 18 aprile si riunirà la prima Commissione legislativa regionale, e la volontà dell’Assessore è di trattare già in questa occasione l’argomento.

La Commissione potrà richiedere alla Giunta regionale di portare avanti il procedimento, sentendo il parere dei tre Comuni: infatti la legge regionale prevede la possibilità di indire un referendum consultivo sulla sola denominazione del nuovo comune, ferma restando la validità della consultazione referendaria per quanto riguarda la scelta della fusione.

A questo punto i tre Comuni avrebbero 30 giorni per proporre una nuova denominazione (o più denominazioni) da sottoporre a referendum, indicativamente -visti i tempi tecnici- tra settembre e ottobre 2019.

Su questo punto i primi cittadini hanno manifestato la volontà di arrivare a una soluzione univoca. Il Sindaco di Castelfondo è arrivato ad anticipare l’idea di un Comune di “Castel Fondo Malosco”, una proposta apprezzata anche dai Sindaci di Fondo e Malosco, che permetterebbe di arrivare a referendum con un unico nome da sottoporre alla popolazione.

Una riunione che permette di riprendere un percorso interrotto e che ha generato perplessità nella popolazione stessa.

L’Assessore regionale Cia ha quindi manifestato la propria disponibilità a presentarsi nei tre Comuni per dei momenti di informazione: “E’ importante chiarire ai cittadini alcuni aspetti che possono aver generato confusione a chi non è addetto ai lavori, ad esempio che la loro volontà per quanto riguarda la fusione sarà rispettata. Si tratta solo di concludere l’iter nel modo più corretto, per questo si dovrà passare da un referendum sulla sola denominazione del nuovo comune”.

 

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Danneggia un veicolo in sosta a Coredo e fugge ma viene individuato attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Pubblicato

-

Questo in sintesi quanto accaduto in un’area di parcheggio pubblico nel Comune di Predaia nella serata di ieri, martedì 16 luglio, ed esattamente nel centro dell’abitato di Coredo.

Il conducente di un autocaravan si è infilato nel parcheggio antistante la Piazza Dei Cigni a Coredo, e non trovando spazio per la sosta, durante una maldestra manovra per uscire dall’area ha letteralmente staccato il paraurti di una Volkswagen Golf in sosta regolare, dandosi poi alla fuga.

Ma una coppia di persone che stavano facendo giocare il loro figlio nel vicino parco giochi, sentito l’urto, sono accorse per fermare il veicolo senza riuscire nell’intento.

Pubblicità
Pubblicità

Due sole lettere della targa però sono bastate al Comando di Polizia Locale Anaunia per risalire all’autore del danno che nel frattempo si era portato a Cles in Piazza Fiera per trascorrere la notte.

Il conducente si è sentito bussare alla porta del proprio autocaravan trovandosi di fronte gli agenti di Polizia Locale che gli hanno contestato la fuga, sanzionandolo anche per lo scarico di residui organici che aveva scaricato dal veicolo nell’area parcheggio di piazza Fiera a Cles.

E’ risultata fondamentale la testimonianza della coppia che ha subito segnalato il fatto e altrettanto fondamentali sono risultate le immagini raccolte dalle telecamere dislocate sul territorio della Valle di Non.

Commenta il Comandante del Corpo Intercomunale di Polizia Locale Anaunia, Vittorio Micheli“Un progetto, quello della videosorveglianza integrata dei comuni, nato solo qualche anno fa ma che si sta rilevando di fondamentale utilità non solo per il monitoraggio del traffico ma anche per la prevenzione e accertamento di reati, grazie soprattutto alla versatilità del sistema che elabora i dati in un unico software. Un sistema integrato di videosorveglianza unico nel suo genere in Trentino, sia per l’estensione del territorio sia per numero di amministrazioni coinvolte”.

Ricordiamo che il Corpo Intercomunale di Polizia Locale Anaunia opera una gestione associata tra i Comuni di Campodenno, Cles, Contà, Dambel, Denno, Predaia, Sanzeno, Sfruz, Sporminore e Ton.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Coredo, le autorità locali non sfuggono al risveglio muscolare: sveglia all’alba e di corsa intorno ai due laghi

Pubblicato

-

Il folto gruppo che questa mattina ha preso parte al risveglio muscolare ai due laghi

Sveglia presto presto, prima che sorga il sole, e via di corsa intorno ai due laghi di Coredo e Tavon. Da quattro anni, ormai, quello del risveglio muscolare è un appuntamento fisso dell’estate coredana. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Nel giorno del primo allunaggio, la biblioteca di Coredo si trasforma in una… rampa di lancio

Pubblicato

-

Il 20 luglio, data storica in cui ricorre il 50° anniversario del primo allunaggio, sarà una giornata da ricordare anche per un altro evento importante: il lancio (ore 18:28) dal cosmodromo di Baikonur diretto alla Stazione Spaziale Internazionale – ISS della missione dell’Esa “Beyond”, capitanata dal comandante e colonnello neopromosso dell’Aereonautica Militare, Luca Parmitano. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza