Connect with us
Pubblicità

Trento

Utilizzo consapevole di internet: approvati gli schemi di accordo

Pubblicato

-

Favorire l’utilizzo consapevole di internet e prevenirne l’uso problematico da parte dei giovani, questi gli obiettivi del progetto “Un programma psicoeducativo, rivolto a giovani, di autoregolazione delle emozioni per favorire l’utilizzo consapevole e prevenire l’uso problematico di Internet”, che la Provincia autonoma di Trento sta realizzando con il coordinamento del Dipartimento salute e politiche sociali.

Oggi la Giunta provinciale, su indicazione dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, ha approvato gli schemi di accordo con gli enti partner del progetto; il progetto è finanziato dal Ministero della Salute per 183.773 euro e ha una durata di due anni.

Il progetto ha ottenuto uno specifico finanziamento da parte del Ministero della Salute – Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CCM) e verrà attuato, unitamente all’Azienda provinciale per i servizi sanitari, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, l’Università Sapienza Roma, l’Azienda sanitaria regionale del Molise, l’ASUR Marche e l’ATS Città metropolitana di Milano.

PubblicitàPubblicità

Obiettivo è la realizzazione di un programma, per lo più basato su strumenti multimediali interattivi, per favorire la conoscenza dei principali fattori di rischio dell’uso problematico di internet e l’acquisizione di abilità finalizzate alla prevenzione di fattori di rischio predisponenti il disagio mentale (ansia, depressione e dipendenza) nei giovani.

Nonostante l’uso eccessivo o problematico di Internet non sia riconosciuto come un disturbo inquadrabile diagnosticamente, è indubbio infatti che i suoi effetti possono essere molto rilevanti (alterazioni del tono dell’umore, tendenza all’isolamento, problemi di interazione sociale, sindrome del tunnel carpale, dolori diffusi al collo e alla schiena, problemi alla vista, ecc.).

Saranno coinvolti due Istituti scolastici di istruzione secondaria inferiore e/o superiore per ogni ente partner. Verranno costruiti dei moduli didattici in formato digitale con cui gli studenti potranno mettere in gioco alcune condizioni di stress e sofferenza psicologica in situazioni critiche, al fine di lavorare: sulle capacità di affrontare e risolvere problemi mediante il metodo del problem solving; sulle abilità di comunicare in modo efficace ed assertivo i sentimenti positivi e negativi; sulle abilità di cambiamento degli atteggiamenti, i comportamenti e le norme di gruppo disfunzionali verso l’uso/abuso di sostanze e internet.

Al programma sarà affiancata un’applicazione (APP) scaricabile su smartphone per informare, sostenere e consolidare le conoscenze acquisite durate il programma a scuola.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Incontri Pasquali in piazza Dante

Pubblicato

-

Foto di Renato Bettini

Due “amiche” a spasso oggi in piazza Dante davanti alla Provincia autonoma di Trento.

Ma non si tratta di due amiche qualunque e Renato Bettini, un nostro lettore ha inviato al numero whatsApp della redazione (3922640625) una fotografia dell’insolito avvistamento.

Si tratta di due papere, che visto la calda giornata pre Pasquale hanno deciso di uscire dal laghetto della piazza per esplorare il mondo spingendosi un po’ più in là.

PubblicitàPubblicità

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Maxi tamponamento sull’A22, code fino a 10 chilometri

Pubblicato

-

Code fino a 10 chilometri stamane sull’A22 poco dopo Affi per un tamponamento fra 4 veicoli.

L’incidente è avvenuto alle 11.00 di stamane in direzione Brennero. Non vengono segnalati feriti 

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Lo colpisce al volto per rubargli lo smartphone, arrestato pakistano per rapina

Pubblicato

-

Nella mattina della giornata di ieri (19.04.2019) i Carabinieri della Compagnia di Trento hanno tratto in arresto S.K. 40 enne di origine pakistana dopo aver colpito violentemente al volto un egiziano per rapinarlo del telefono di ultima generazione.

Il fatto è avvenuto la mattina del 19.04.2019 verso le ore 10:00 in via Lungadige di Trento.

Il malvivente ha avvicinato la sua vittima e poi lo ha colpito violentemente al viso con un pugno per rapinarlo dello smartphone che aveva con sé.

PubblicitàPubblicità

La persona derubata però non si è data per vinta, e ha rincorso per un breve tratto di strada il ladro.

Le grida e il movimento delle circostanze hanno attirato l’attenzione dei Carabinieri della Sezione Radiomobile in servizio che stavano transitando proprio in quel momento.

I militari sono immediatamente intervenuti, bloccando il rapinatore, persona già nota alle forze dell’ordine che è stato arrestato con l’accusa di rapina.

Il telefono è stato restituito alla persona aggredita che poco prima si vedeva costretta a ricorrere alle cure dei Sanitari del pronto soccorso di Santa Chiara per le ferite riportate al volto.

L’arrestato è stato trattenuto al Comando di via Barbacovi, in attesa del rito direttissimo che si terra alle ore 11:00 di oggi 20.04.2019.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza