Connect with us
Pubblicità

Viaggi & Turismo

Honest Guide: i paladini dell’onestà a Praga

Pubblicato

-

Honest Guide è il progetto di Janek Rubes (reporter) e Honza Mikulka (filmmaker), pubblicato sull’omonimo canale YouTube, che dal 2016 aiuta i turisti ad evitare le “trappole” che commercianti poco onesti tendono ai milioni di visitatori che ogni anno si recano a Praga.

I video settimanali di Honest Guide (link) hanno generato milioni di visualizzazioni. Janek e Honza hanno trattato, e continuano a trattare, i temi più disparati per consigliare ai turisti come stare lontani dalle truffe. Nei loro video, i paladini dell’onestà, hanno parlato degli uffici di cambio che applicano tariffe “da rapina” (link1 e link2), delle vignette autostradali che al confine sono vendute a prezzi maggiorati (link), dei taxi che chiedono importi esosi (link), degli stranieri che provano a truffare i turisti in strada cambiando loro euro con rubli (link) anziché con corone ceche, dei negozi del centro storico che vendono i loro prodotti (caramelle, souvenir, tabacchi, ma anche semplici bottiglie d’acqua) ad un prezzo maggiorato ai turisti e ad un prezzo accettabile ai residenti (link).

Con ciò non vogliamo spaventare i lettori facendo credere che a Praga i commercianti siano tutti disonesti, tutt’altro, come in tutte le città a forte vocazione turistica, la tentazione di far pagare prezzi maggiorati al turista è molto forte, così come da noi avviene a: Venezia, Roma e Capri solo per citarne alcune.

PubblicitàPubblicità

Cosa fare allora? Logico, basta seguire i consigli di Honest Guide per non ritrovarsi vittima di un raggiro e godersi una vacanza tranquilla in una delle capitali più belle del mondo.

Janek e Honza, spesso rischiando la propria incolumità, conducono quotidianamente la battaglia per una Praga più onesta, ma suggeriscono ai turisti anche dove andare per divertirsi in sicurezza, dove mangiare e bere bene senza rimetterci il portafogli (link), e dove trovare angoli di paradiso in città al di fuori dei soliti circuiti turistici.

Il grande successo di questa coppia che si batte per la legalità e per il recupero del senso civico, cose che sono sempre più rare anche ad occidente, ci ha incuriositi ed abbiamo contattato Janek Rubes per saperne di più.

Janek chi sono i membri del team “Honest Guide”?

«Il “team” è praticamente composto da me (a sx nella foto, con la barba) e Honza Mikulka (a dx nella foto, con un’ottima birra ceca). Entrambi lavoriamo per la stessa società Seznam.cz (il portale web di notizie e motore di ricerca più usato in Repubblica Ceca, n.d.r.) quindi ci sono più persone che ci aiutano con il nostro lavoro, soprattutto quando filmiamo le storie per il solo pubblico ceco.

Io e Honza ci siamo incontrati più di dieci anni fa, quando entrambi facevamo video online. Di tanto in tanto giravamo video insieme, ma Honest Guide è davvero il primo progetto che facciamo quasi a tempo pieno assieme. Entrambi abbiamo studiato marketing, amiamo fare video e aiutare le persone. Inoltre, spero che la passione che abbiamo per la nostra città sia evidente in ciò che facciamo».

Quando e come è nato il progetto “Honest Guide”?

«Abbiamo pubblicato il nostro primo video ad aprile 2016. Honest Guide è in realtà un’idea di Honza. Io lavoravo ad un progetto chiamato Praga contro i truffatori, dove mettevo a nudo gli sporchi trucchi dei tassisti di Praga e in che modo imbrogliavano i turisti (link). Era un lavoro molto stressante, quindi Honza propose un progetto più tranquillo. Il primo video era solo una guida dall’aeroporto di Praga al centro della città (link). All’inizio non riuscivo a crederci, poi, in tutta onestà, devo ammettere che sono rimasto molto sorpreso da quanto sia cresciuta in termini di successo (e di followers, n.d.r.)  la Honest Guide».

Quali risultati ha ottenuto il team?

«Abbiamo ricevuto molti premi, ma il premio più grande lo riceviamo ogni volta che incontriamo un turista in un posto che abbiamo raccomandato. Le persone che incontriamo tutti i giorni ci raccontano come si sono divertiti a Praga sulla base dei nostri suggerimenti, dei nostri video e questa soddisfazione è migliore di qualsiasi premio».

Qual è la vostra popolarità in Repubblica Ceca e all’estero? E sui social network?

«Cerchiamo di usare la “nostra” popolarità per rendere popolari altre persone o cose. Se un’azienda onesta ha bisogno di una promozione, ma non ha i soldi per farlo, noi siamo lì per aiutarli. Il motivo per cui puntiamo la nostra videocamera su truffatori e cattive aziende è perché vogliamo renderli famigerati e ciò sembra aver funzionato, fino ad ora.

Non facciamo tutto ciò per la nostra popolarità, però, siamo conosciuti in tutto il mondo. I nostri video sono visti, infatti, da persone provenienti da tutto il mondo. Non esiste un solo paese in cui il nostro canale non abbia un abbonato. I nostri social network sono più per divertimento che legati a qualche seria strategia di business e noi cerchiamo di essere più onesti possibile».

“Honest Guide” è un lavoro o un hobby per te?

«Credo che Honest Guide sia un lavoro ma anche un hobby. Io e Honza siamo entrambi dipendenti di Seznam.cz, quindi abbiamo completa libertà su questo progetto. Non ci stressiamo se i video fanno un milione di visualizzazioni o solo un centinaio. È fantastico avere un partner così grande (Seznam è il più grande web server e news server in Repubblica Ceca)».

Quali sono i tuoi progetti attuali e futuri?

«Attualmente stiamo lavorando sul problema degli ATM (bancomat) che vengono installati in tutta Praga senza permessi (link) e, inoltre, ingannano i turisti con commissioni enormi e tariffe di cambio pessime. La storia è abbastanza complessa ed ancora in via di sviluppo.

Il nostro ultimo progetto è un libro che viene stampato mentre parliamo. Io ho scritto il testo, Honza ha scattato le foto e la nostra fantastica amica Eliska ha curato tutte le illustrazioni. La presentazione del libro sarà il 30 aprile allo Skautský Institut a Praga. Tutti sono invitati e benvenuti. Per il resto, continueremo a realizzare i video della Honest Guide finché noi e, spero, i nostri spettatori si divertiranno».

In prossimità del weekend di Pasqua non ci resta altro che augurare buon viaggio a tutti i nostri lettori che si concederanno una breve vacanza ed a quelli che si recheranno a Praga suggeriamo di avvalersi dei preziosi consigli di Honest Guide.

A cura di Mario Amendola

Pubblicità
Pubblicità

Viaggi in Italia

Sardegna: La costa sud-orientale regala meravigliose sorprese

Pubblicato

-

Situata al centro del Mediterraneo, con un territorio prevalentemente collinare, la Sardegna regala un ambiente unico ed incontaminato.

Le sue coste danno luogo a paesaggi diversi tra loro ma sempre incantevoli: alte falesie, ampi golfi con lunghe distese di sabbia finissima raccolgono piccole e caratteristiche calette.

Per chi ama alternare il mare a tranquille passeggiate nella natura e nell’entroterra sardo, il tratto di costa che si allunga da Muravera a Villasimius è perfetto.

Qui, tra insenature meravigliose, acque da sogno e riserve naturalistiche si possono ammirare alcune delle più belle spiagge dell’isola. Tra le più famose, Costa Rei definita uno dei luoghi più suggestivi della Sardegna.

Al suo interno il profilo delle montagne, il colore del mare e della sabbia, nascondono angoli di paradiso come Cala Sinzias, un piccolo centro abitato che si affaccia su una lunga distesa di sabbia bianca e finissima.

Un’altra spiaggia da non dimenticare è quella di Porto de S’Illixi, una piccola insenatura gioiello. La caletta lunga 200 metri, incastonata nel promontorio, è divisa in due parti da un grande scoglio rossastro.

La costa sud orientale della Sardegna sa coniugare perfettamente mare, natura e tradizioni. Ne è esempio la facilità con cui è possibile raggiungere alcuni centri molto famosi. Villasimius, noto centro turistico ricco di ristoranti,  famosa per le torri spagnole sui promontori che dominano la costa.

Poco distante Muravera, città abitata da circa cinquantamila abitanti  che si estende lungo la valle Flumendosa,  nota per le sue spiagge e per la foresta Baccus Arrodas perfetta per il trekking o per le passeggiate a cavallo.

Anche l’arte culinaria sarda è particolarmente apprezzata e riesce a soddisfare i palati più esigenti. L’ingrediente più utilizzato è il grano lavorato nel suo prodotto più conosciuto: il pane Carasau, ma anche come base per i famosi malloreddus, culurgiones e la fregola.

La Sardegna offre un viaggio ricco di sfumature: le sue città storiche e i caratteristici panorami dell’entroterra sono gli ingredienti ideali per una vacanza da sogno.

Esiste un villaggio in questo tratto di litoranea in cui è possibile alloggiare avendo tutti i comfort a disposizione.

Dovuto alla sua particolare esposizione è definito “anfiteatro naturale”. Si trova su un colle che si allunga verso una lunghissima spiaggia bianca. A 65 km da Cagliari ed a pochi passi dalle spiagge e dalle città più belle della costa sud orientale è possibile alloggiare in uno dei villaggi più suggestivi.

Per ottenere maggiori informazioni informazioni cliccare questo link.

 

Continua a leggere

Viaggi & Turismo

«Stati Generali della montagna»: valorizzare l’offerta turistica extralberghiera nel rispetto delle regole

Pubblicato

-

Nei giorni scorsi il Presidente dell’Asat Giovanni Battaiola è intervenuto con una nota inviata ai rappresentanti dell’Associazione nei tavoli di lavoro promossi nell’ambito del progetto “Stati Generali della montagna”.

Afferma Battaiola: “Nell’ambito della discussione e della documentazione che è stata messa a disposizione, viene trattato il tema dell’ospitalità nelle sue varie forme tra cui quello delle seconde case, dell’ospitalità diffusa, dell’albergo diffuso e delle altre forme di ospitalità “alternativa”. Il tema – continua il Presidente – è centrale in qualsiasi riflessione e proposta che interessi il turismo”.

Battaiola evidenzia anche che gli organi dirigenti di Asat hanno discusso sul territorio e attraverso numerose assemblee elettive le problematiche del caso facendo emergere le principali questioni:

PubblicitàPubblicità

«Il territorio e il paesaggio sono una componente rilevante, – spiega Battaiola – se non la più rilevante dell’offerta turistica trentina e la sua tutela e valorizzazione sono assolutamente importanti. In questo contesto va ribadita la nostra contrarietà all’aumento del numero delle seconde case e alla cancellazione della norma che attualmente ne limita la crescita.

Nello stesso tempo siamo consapevoli della presenza sul territorio di un patrimonio edilizio di cui va evitato il degrado e che va valorizzato all’interno dell’offerta turistica trentina. Questo patrimonio, unitamente alle forme di ospitalità extralberghiera di tipo non imprenditoriale, va appunto valorizzato ma in un contesto di rispetto di regole già esistenti e di altre che sono oggetto di discussione e definizione, a partire dall’adozione di un Codice Identificativo per poter operare».

Secondo il presidente di Asat «va evitato che nel settore turistico ci siano forme di concorrenza sleale tra attività imprenditoriali soggette a regole e tasse e altre che sono invece prive di regole e spesso elusive di quelle esistenti in materia di pubblica sicurezza, comunicazioni Istat, imposta di soggiorno, tassazione, per citare le principali.

La valorizzazione di queste attività deve inoltre inserirsi in un processo di qualificazione e miglioramento dell’offerta turistica trentina, non escludendo un sistema che ne stabilisca il livello ovvero la qualità strutturale e dei servizi delle stesse.

Un ultimo aspetto ci preme sottolineare, ovvero quello dell’impatto sul territorio in termini di sovraccarico antropico, di pressione ambientale e sulle infrastrutture, di mobilità messa in crisi, di peggioramento della qualità ambientale e di vita di residenti e di ospiti”.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Viaggi & Turismo

«Primavera in Val Canali», al via la quinta edizione

Pubblicato

-

L’iniziativa “Primavera in Val Canali”, giunta alla quinta edizione, si svolgerà quest’anno il 24 e 25 aprile.

La Val Canali è una splendida Valle Dolomitica dove il Parco, da alcuni anni, ha avviato una serie di azioni sostenibili nel campo dell’agricoltura e dall’allevamento, che fanno di questo contesto naturale una “Valle Bio-diversa”.

Un programma ricco e vario che permetterà di vivere intensamente due giornate in questa splendida valle dolomitica, nelle immediate vicinanze di Villa Welsperg, la “Casa del Parco”.

PubblicitàPubblicità

Attività, prodotti locali, la filiera della lana e del latte, laboratori e dimostrazioni per fare esperienze di tutte quelle azioni che si stanno portando avanti in Val Canali all’insegna della biodiversità, con una forte attenzione agli aspetti dell’agricoltura e della sostenibilità.

Protagonisti della giornata, il Parco, gli allevatori e i ristoratori della Val Canali, gli artigiani e gli hobbisti locali che presenteranno, con grande passione, le diverse attività e i prodotti di questa terra.

Moltissimi saranno i laboratori, con dimostrazioni di tosatura a mano, filatura, cardatura, tessitura, feltro.

Altri momenti verranno dedicati alla conoscenza delle piante officinali, alla distribuzione di semi del “Campo Custode” del giardino di Villa Welsperg e alle dimostrazioni di innesto di antiche varietà di pero. Durante le due giornate si potrà inoltre assistere a dimostrazioni di mungitura a mano e caseificazione. Per gli spostamenti in Val Canali saranno disponibili carrozze a cavallo.

L’iniziativa, curata dal Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, si svolge in collaborazione con: Allevatori e Ristoratori della Val Canali, artigiani e hobbisti locali, il Caseificio Sociale di Primiero, la Strada dei Formaggi delle Dolomiti e l’Azienda locale di promozione turistica.

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza