Connect with us
Pubblicità

Trento

Furti a Trento e sulla Vigolana, identificati e denunciati 3 magrebini

Pubblicato

-

Nella notte tra sabato e domenica i Carabinieri della Compagnia di Trento hanno intensificato i controlli del territorio dedicandosi in primo luogo alla tutela del patrimonio.

In poche ore nel territorio della città di Trento e del comune di Altopiano della Vigolana, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione CC Altopiano della Vigolana hanno deferito in stato di libertà all’Autorità giudiziaria tre persone, tutte di etnia maghrebina e di età compresa tra i 45 ed i 20 anni, ritenute responsabili a vario titolo di taluni reati contro il patrimonio.

L’intera refurtiva è stata recuperata e restituita agli aventi diritto.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta, in un caso, di un furto all’Oviesse di questa via Pergher commesso nel tardo pomeriggio di sabato, in cui il reo si sarebbe appropriato di sette capi di abbigliamento, del valore complessivo ammontante a 70 euro.

L’uomo unitamente ad altro individuo, riuscito a dileguarsi, è stato bloccato dai militari, allertati dal personale di vigilanza. Il materiale rinvenuto è stato poi restituito all’esercizio commerciale.

Analogo reato commesso nella notte presso il Centro Raccolta Materiali di Altopiano della Vigolana, dove i militari hanno sorpreso un uomo che, dopo aver reciso la recinzione dell’anzidetto CRM, aveva tentato di appropriarsi di un quantitativo di batterie per autovetture.

Nella circostanza il magrebino sorpreso dai militari, ha tentato di dileguarsi, raggiunto poco dopo dai militari che lo hanno identificato.

In terzo luogo nella tarda serata di ieri, l’atteggiamento sospetto di un giovane marocchino ha destato l’attenzione dei Carabinieri del nucleo Operativo e radiomobile che, nel conseguente controllo, lo hanno trovato in possesso di un telefono cellulare di cui il giovane non sapeva giustificare il possesso.

Gli immediati accertamenti hanno permesso di accertare la provenienza furtiva del cellulare, sottratto ad un giovane trentino nella serata del 12.04 all’interno di un locale del centro storico.

Rintracciato il legittimo proprietario, allo stesso è stato restituito quanto di proprietà.

Tutte e tre le persone sopra indicate sono state deferite in stato di libertà, le prime due per il reato di furto e la terza per il reato di ricettazione, per i quali dovranno rispondere all’Autorità Giudiziaria di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Incontri Pasquali in piazza Dante

Pubblicato

-

Foto di Renato Bettini

Due “amiche” a spasso oggi in piazza Dante davanti alla Provincia autonoma di Trento.

Ma non si tratta di due amiche qualunque e Renato Bettini, un nostro lettore ha inviato al numero whatsApp della redazione (3922640625) una fotografia dell’insolito avvistamento.

Si tratta di due papere, che visto la calda giornata pre Pasquale hanno deciso di uscire dal laghetto della piazza per esplorare il mondo spingendosi un po’ più in là.

Pubblicità
Pubblicità

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Maxi tamponamento sull’A22, code fino a 10 chilometri

Pubblicato

-

Code fino a 10 chilometri stamane sull’A22 poco dopo Affi per un tamponamento fra 4 veicoli.

L’incidente è avvenuto alle 11.00 di stamane in direzione Brennero. Non vengono segnalati feriti 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Lo colpisce al volto per rubargli lo smartphone, arrestato pakistano per rapina

Pubblicato

-

Nella mattina della giornata di ieri (19.04.2019) i Carabinieri della Compagnia di Trento hanno tratto in arresto S.K. 40 enne di origine pakistana dopo aver colpito violentemente al volto un egiziano per rapinarlo del telefono di ultima generazione.

Il fatto è avvenuto la mattina del 19.04.2019 verso le ore 10:00 in via Lungadige di Trento.

Il malvivente ha avvicinato la sua vittima e poi lo ha colpito violentemente al viso con un pugno per rapinarlo dello smartphone che aveva con sé.

PubblicitàPubblicità

La persona derubata però non si è data per vinta, e ha rincorso per un breve tratto di strada il ladro.

Le grida e il movimento delle circostanze hanno attirato l’attenzione dei Carabinieri della Sezione Radiomobile in servizio che stavano transitando proprio in quel momento.

I militari sono immediatamente intervenuti, bloccando il rapinatore, persona già nota alle forze dell’ordine che è stato arrestato con l’accusa di rapina.

Il telefono è stato restituito alla persona aggredita che poco prima si vedeva costretta a ricorrere alle cure dei Sanitari del pronto soccorso di Santa Chiara per le ferite riportate al volto.

L’arrestato è stato trattenuto al Comando di via Barbacovi, in attesa del rito direttissimo che si terra alle ore 11:00 di oggi 20.04.2019.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • PubblicitàPubblicità

Categorie

di tendenza