Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Festa del G.S. Valsugana, Gasperini agli atleti: «Dovete sognare sempre in grande»

Pubblicato

-

La presentazione dell’annuario  2018 della società è stata anche un’occasione di festeggiare i risultati sportivi ottenuti nel 2018, anno un pochino tormentato ma per fortuna finito molto bene per i colori della società sportiva di Pergine Valsugana.

I risultati di prestigio ci sono stati, e uno in particolare ha portato il G.S. Valsugana sul tetto d’Europa con il secondo posto di Aldo Andrei nella marcia ai campionati europei under 18 di Gyor

373 iscritti, una gestione importante, innovativa e dinamica delle strutture sportive di Pergine e Caldonazzo che ha attratto anche altri sport, la ricostruzione del settore giovanile che sta raggiungendo risultati molto positivi, l’organizzazione delle colonie estive per i bambini dai 6 ai 10 anni, l’organizzazione di eventi sportivi consolidati come Vigolana Trail, il meeting nazionale giovanile della Valsugana, il cross di Pergine, di Caldonazzo e la nuova Caldonazzo Lake Run, i progetti con le scuole, la nascita di channel Valsugana e il magazine dedicato all’atletica, sono solo alcuni dei numeri di una società con un grande futuro con al timone il duo Andreatta Gasperini.

PubblicitàPubblicità

Un 2018 molto importante per una società che continua a fare dell’impegno, la professionalità, la passione, ma anche del divertimento e l’amicizia le sue colonne portanti.

Una lunga cavalcata lunga 365 giorni, dove sono stati organizzati allenamenti mirati per chi inizia ad avvicinarsi a questo sport grazie al progetto «Vieni a correre con noi», serate di cultura, incontri tematici e molti progetti sociali, alcuni dei quali per recuperare persone con disagio.

Il G.S.Valsugana è l’unica società della nostra provincia ad avere una carta Etica. Lo ha ricordato Paola Mora presidente del Coni Trentino

A dare ulteriore spolvero all’incontro avvenuto ieri all’auditorium della scuole don Milani di via Monte Cristallo a Pergine anche degli ospiti di prim’ordine.

Presenti infatti la presidente del Coni Trentino Paola Mora, e gli assessori dello sport di Pergine e Caldonazzo Franco Demozzi e Marina Eccher. 

Ad aprire gli interventi davanti ad oltre un centinaio di persone è stato il presidente Mauro Andreatta che si è subito tolto qualche sassolino dalle scarpe.«L’ingiusta esclusione dalla finale oro nazionale ha condizionato tutta la stagione, alla fine però il ricorso davanti al coni ha dimostrato la nostra correttezza, sto ancora attendendo le scuse da molte persone e società del Trentino, che so non arriveranno mai. Quest’anno sarà nuovamente finale oro, siamo insomma nelle prime 12 squadre d’Italia».

Andreatta ha sottolineato come l’organizzazione di numerose gare agonistiche abbia portato sul territorio nuovo turismo e tanta promozione sportiva ricordando l’apporto fondamentale delle cooperative sociali CS4 e Panchina che lavorano in sinergia per il recupero di persone disagiate e le aiutano a sentirsi protagonisti della propria vita.

Alla fine del suo intervento ha ricordato anche il grande apporto di Fidal e Coni, sia in Trentino che a livello nazionale.

L’assessore dello sport del comune di Pergine Franco Demozzi ha ringraziato Andreatta e Mattia Gasperini «quando ogni anno qualche atleta della vostra società veste la maglia azzurra è un orgoglio per tutti noi».

E ancora: «Lo sport va mantenuto tutta la vita» – un messaggio dell’assessore per gli adolescenti che spesso dai 14 ai 18 lasciano lo sport. «È necessario organizzarsi bene fra sport e studio, lo sport deve essere un nostro compagno di vita» 

Demozzi ha promesso che lavorerà per accelerare la costruzione della nuova pista di atletica a Pergine, per la quale il Coni ha erogato quasi 800 mila euro. 

Particolarmente incisivo l’intervento del presidente del Coni trentino Paola Mora, che ha spiegato come negli ultimi anni lo sport è stato caricano di numerosi valori, «lo sport è cultura, autonomia, indipendenza, inclusività, economi, turismo, innovazione, tecnologia, relazione, unione aggregazione, amicizia e salute» 

«Voi  – rivolta agli spettatori presenti, ha aggiunto Paola Mora –  avete scelto la madre di tutti gli sport, l’atletica leggera, che è propedeutica per l’educazione, ma solo se si hanno dei veri educatori, cioè tutti quelli che interagiscono con voi, e parlo di tecnici e allenatori che dopo la  famiglia e la scuola diventano fondamentali per l’educazione»

A Mattia Gasperini direttore tecnico, anima insieme al presidente Andreatta della società, è toccata la conclusione degli interventi. «Lavorare insieme significa abbracciarsi quando si vince, e sostenerci quando invece si è sconfitti. I giovani devono trovare le motivazioni dentro se stessi per poter superare gli ostacoli. La società non vuole – ha detto rivolgendosi alla platea piena di giovani – che vi accontentiate del 6, ma vi chiede di ambire a voti e risultati ben superiori. Dovete sognare sempre in grande»

È stato premiato come atleta dell’anno Aldo Andrei.

Nella categoria assoluta Eva D’anna protagonista dei 100 metri e del salto in lungo, Michele Beber nel mezzofondo categoria allievi e Carlos Alberto Marques Dos Santos nella categoria master.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Sutton – Trento: quando il mercato si fa social

Pubblicato

-

I tifosi della Dolomiti Energia – Aquila Basket Trentino sono sempre stati particolarmente affezionati alla propria squadra ed ai giocatori.

Un supporto costante, che è cresciuto sempre più negli ultimi anni.

Nonostante le numerose iniziative create ad hoc per coinvolgere i fan promosse dalla società trentina, soprattutto ai giovanissimi mancava uno spazio per commentare, condividere news in modo ironico ma, se necessario, anche più serio.

PubblicitàPubblicità

Circa tre mesi fa, ha fatto capolino su Instagram una pagina che ha subito ottenuto un grande successo: @illonzoneda30.

La particolarità di questa pagina, oltre all’essere ovviamente riferita a Dominique Sutton, un giocatore che i tifosi hanno sempre saputo apprezzare e che ha fatto la storia del team bianco nero durante le scorse stagioni, sta nell’essere riuscita a creare un format che unisce alla perfezione ironia e realtà.

Tra meme, video, pagelle e notizie sono già circa 1700 i seguaci di questo account: tra loro, anche alcuni giocatori dell’Aquila ma non solo. 

#WeWantLonzoneBack è stato l’hashtag che ha permesso a questo account di farsi notare persino da Dominique Sutton in persona, che ha condiviso sul suo profilo ufficiale uno degli ultimi meme di questa pagina. La foto in questione, che ritrae il giocatore in veste di “Re di Trento”, ha scatenato una serie di rumors e di voci di mercato su un suo possibile ritorno in Trentino che sono arrivati fino ai maggiori siti di basket italiani.

Con il mercato in pieno svolgimento, e anche grazie a questo account, i fan trentini hanno trovato il modo di dare voce ai loro desideri per la prossima stagione: tenere Craft, far tornare Sutton e creare un team che sappia volare in alto facendo emozionare i propri fan.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Firenze, finale oro femminile atletica: G.S. Valsugana male nella prima giornata

Pubblicato

-

All’ASICS Firenze Marathon Stadium si complica la permanenza della GS Valsugana nella categoria oro.

I risultati di ieri affievoliscono di molto le speranze salvezza: la squadra ha concluso la giornata con un ultimo posto.

La fiducia è l’ultima a morire e nella giornata di oggi domenica 16 giugno 2019 solo una serie continua di primi posti potrebbe miracolosamente ribaltare le sorti.

PubblicitàPubblicità

Non tutto è da buttare. Anzi.

Grande prestazione dell’atleta campana Annalisa Russo che ha concluso al quinto posto la marcia 5000 metri, con un tempo di 24:18.16.

La giovane classe ‘98 è stata protagonista di un simpatico siparietto: dimenticandosi il numero dei giri compiuti, ha svolto un giro in più degli altri senza che nessuno inizialmente se ne accorgesse.

Alla fine è stato dato a Cesare quel che è di Cesare, e cioè un ottimo quinto posto.

Importante prestazione anche di Noa Ndimurwanko nel lancio del martello.

Gli ottimi lanci le hanno permesso di arrivare nella final eight (le atlete in gara erano 14), piazzandosi però al settimo posto.

L’atleta classe ‘96 ha concluso il suo miglior lancio con una gittata di 52.53 metri, che le ha aperto le porte della final eight ma non della medaglia.

Per tutte le altre atlete non si registrano risultati memorabili.

La lettone Kraule Elize Marija ha concluso il salto alto con un undicesimo posto su quattordici.

Non va meglio per la connazionale Patricija Muravjova che nel salto triplo “si è salvata” dall’ultimo posto per soli 40 cm (11.45 m il suo lancio contro i 10.75 dell’ultima classificata Rebecca Abbate).

Passando alle atlete nostrane la talentuosa Alice Zenari, cresciuta a Mezzolombardo, si è classificata penultima nella 1500 metri piani.

Sulla stessa linea d’onda Nora Kigure che nei 100 meri piani ha raggiunto anche lei il penultimo posto (12.37 s).

Anche Marija Medvedeva ha seguito lo stesso andazzo: penultimo posto nei 400 m piani (59.01).

La lettone Jelizaveta Osovija si è piazzata invece dodicesima su dodici nella 3000 m siepi. Il tempo di 13:07.87 si è rivelato a distanza siderale dalla prima classificata Laura Dalla Montà (10:24.28m).

Ha risollevato leggermente il morale l’atleta friulana Costanza Donato: terzultima nella 100 m ostacoli (14.83 s).

E’ andata ancora peggio la staffetta 4×100.

Nonostante fosse in rampa di lancio, il team Emma Zampedri, Nora Kigure, Eva d’Anna e Costanza Donato è stato squalificato.

Emma Zampedri, la giovane allieva classe 2002 di Pergine Valsugana, ha varcato erroneamente la corsia riservata agli altri atleti. Il rammarico è stato forte.

Vista la qualità delle quattro atlete in staffetta ci si aspettava sicuramente un punteggio elevato.

Fra gli altri risultati il pluricampione Andrew Howe nonostante i pronostici lo dessero come favorito, ha chiuso al quinto posto la 100 metri piani.

Marta Zenoni, divoratrice di medaglie in piccola età pare essere tornata ai fasti del passato arrivando prima nella 1500 m donne.

Il caldo afoso di Firenze, ai limiti della sopportazione, può essere una scusante, ma nella giornata di oggi la voglia di riscatto è d’obbligo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Ciclismo: Team Sella Bike partenza con il botto per l’associazione presieduta da Ingrid Tezzele

Pubblicato

-

Si sono appena conclusi 3 weekend infuocati e ricchi di soddisfazioni per il Team Sella Bike presieduto da Ingrid Tezzele.

Tutto è iniziato con appuntamento di casa con il l 7° Trofeo Crucolo il 26 maggio, gara valevole come Campionato Regionale ACSI 2019, nonché come seconda  prova del “Circuito delle Valli” ed organizzata proprio dal Team Sella Bike nella località della Val Campelle (Scurelle) in Valsugana.

Gli organizzatori a causa numerosi disagi dovuti al maltempo di ottobre e dopo l’ultima neve arrivata in quota hanno dovuto ridimensionare il percorso con partenza dal prestigioso Rifugio Crucolo per poi salire in quota per percorrere un circuito di 5 km da percorrere per tre volte.

PubblicitàPubblicità

Il primo a transitate sotto il traguardo è stato Simone Pintarelli portacolori della Polisportiva Bersntol, nel campo femminile si è imposta Debora Coslop portacolori del Team Bsr.

Per gli atleti di casa primo posto di categoria per Marco Trisotto e il secondo di Alessandra Sassano

La prova, come anticipato, valevole come Campionato Regionale ACSI, ha visto vestire la maglia Alessandra Sannano (woman A), Marco Trisotto (veterano 2), Salvatore Cutispoto (senior 2) e Paolo Sadler (gentleman2) tutti portacolori del Team Sella Bike di Borgo Valsugana

Nella settimana successiva, precisamente il 2 Giugno, sono arrivati altri due ottimi secondi posto di categoria per Alessandra Sassano e Marco Trisotto alla Ozolbike svolta a Revò.

Domenica scorsa, il 9 giugno, è andata in scena la terza prova del “Circuito delle Valli” a Tres con la “Predaia Superbike”, sicuramente una della prove più impegnative di tutto il circuito.

Ancora una volta sul 2° gradino del podio un soddisfattissimo Marco Trisotto  ed Alessandra Sassano

Ad oggi si sono svolte 3 delle 6 prove del “Circuito delle Valli” ed i portacolori del Team Sella Bike, Marco Trisotto  ed Alessandra Sassano sono primi nelle rispettive classifiche di categoria, mentre il team si trova attualmente al 3° posto della classifica generale riservata alle squadre, preceduta dal Team Bsr ( e dal Predaia Bike TEAM.

Prossimo appuntamento sarà a Revò il 30 Giugno con la “Roverbike”.

Accanto a questo la macchina organizzativa del Team Sella Bike in collaborazione con il Comune di Cinte Tesino si è messa in moto per l’organizzazione del Campionato Italiano Individuale Interforze ACSI che si disputerà a Cinte Tesino nella manifestazione denominata “Tesino Lagorai Bike Cross Country Mtb” prevista per Venerdì 9 Agosto 2019 con formula serale.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza