Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

L’itas Trentino batte Padova e conquista la semifinale dei playoff

Pubblicato

-

Nel momento più importante della sua stagione di SuperLega Credem Banca, l’Itas Trentino non tradisce le attese e si guadagna meritatamente l’accesso all’ennesima Semifinale Play Off Scudetto della sua storia recente.

Nella terza e decisiva gara di spareggio della serie dei quarti di finale con la Kioene Padova, i Campioni del Mondo hanno voltato pagina rispetto al ko di domenica scorsa in Veneto, regolando gli avversari in appena tre set alla BLM Group Arena: quello che serviva per staccare con decisione la qualificazione alla dodicesima semifinale di sempre e dare l’appuntamento al proprio pubblico già per martedì 16 aprile alle ore 20.30, quando prenderà il via il confronto al meglio delle cinque partite con la Cucine Lube Civitanova.

Per guadagnarsi il pass e dare l’ultima definitiva spallata ad una Padova comunque uscita fra gli applausi, Giannelli e compagni hanno subito messo in campo forza ed aggressività, che si sono manifestati principalmente nelle ottime percentuali fatte registrare in attacco (66% di squadra con appena tre errori) e nel buon lavoro svolto nella fase di break point (a segno ventitré volte).

Pubblicità
Pubblicità

Il recupero di Kovacevic e la grande prova di Russell (mvp con il 76% a rete e 16 punti personali, tanti quanti ne ha messi a segno Uros) hanno aiutato i gialloblù a ritrovare quelle certezze smarrite in gara 2 e a viaggiare decisi verso il turno successivo, ottenuto dominando primo e terzo set e vincendo allo sprint il secondo parziale – l’unico che ha regalato una contesa serrata.

La cronaca di gara 3. L’Itas Trentino recupera Kovacevic, che torna quindi a coprire la diagonale di posto 4 con Russell; Giannelli è il regista, Vettori l’opposto, Lisinac e Candellaro i centrali e Grebennikov il libero.

La Kioene Padova risponde con Travica alzatore, Torres opposto, Barnes e Louati laterali, Volpato e Polo al centro, Danani La Fuente libero.

Pubblicità
Pubblicità

In apertura di gara i padroni di casa provano subito a fare la voce grossa in fase di break point con Russell e Kovacevic (4-2, 6-3), mentre Torres (due errori diretti) fatica ad entrare nel match (9-5, time out Baldovin).

Gli ospiti sono molto fallosi e Trento ne approfitta per allungare con Vettori (13-6, attacco e muro), prima che Barnes cerchi di far reagire i suoi (13-9 e 15-12) fra attacchi ed ace.

 

A riallargare il margine ci pensano le schiacciate di Kovacevic e Candellaro in fase di break point e la battuta punto di Giannelli (20-13). Padova smette di giocare e Trento ne approfitta per viaggiare in fretta verso l’1-0 (23-13 e 25-18).

La Kioene prova a reagire in avvio di secondo parziale, poggiando la propria iniziativa sul servizio e la difesa (1-3, 7-9) e qualche bello spunto a muro. L’Itas Trentino non si scompone, ritrova efficacia in fase di cambiopalla e a quota dieci opera il sorpasso, approfittando dell’ottimo momento di Vettori a rete (13-11).

Il time out di Baldovin è provvidenziale, perché i veneti con un muro di Polo su Kovacevic trovano la parità già sul 14-14. Da lì in poi la lotta è serrata e punto a punto (16-17, 19-18, 21-21), con continui capovolgimenti di fronte.

Un errore in primo tempo di Volpato offre il +2 a Trento (23-21), che lo sfrutta al massimo e si porta sul 2-0 grazie al 25-23 realizzato in cambiopalla da Russell.

Nel terzo set l’Itas Trentino parte bene e conquista il massimo vantaggio a metà set ( 15 -9). Padova reagisce con le sue ultime forze e arriva a 3 punti dai Trentini che però si portano di nuovo a sei lunghezze ( 17 -11).

La squadra di Lorenzetti rimane concentrata fino alla  fine e chiude set e partita 25 – 17

Di seguito il tabellino di gara 3 dei quarti di finale dei Play Off Scudetto Credem Banca 2019 giocata stasera alla BLM Group Arena.

Itas Trentino-Kioene Padova 3-0
(25-18, 25-23, 25-17)
ITAS TRENTINO: Candellaro 4, Vettori 11, Russell 16, Lisinac 8, Giannelli 2, Kovacevic 16, Grebennikov (L); Nelli. N.e. Van Garderen, Cavuto, Daldello, De Angelis e Codarin. All. Angelo Lorenzetti.
KIOENE: Polo 6, Torres 12, Barnes 5, Volpato 6, Travica 1, Louati 9, Danani La Fuente (L); Cirovic, Cottarelli. N.e. Bassanello, Fusaro, Sperandio, Premovic, Lazzaretto. All. Valerio Baldovin.
ARBITRI: Vagni di Perugia e Gnani di Ferrara.
DURATA SET: 28’, 30’, 24’; tot 1h e 22’.
NOTE: 2.687 spettatori, per un incasso di 32. 081 euro. Itas Trentino: 6 muri, 5 ace, 15 errori in battuta, 3 errori azione, 66% in attacco, 48% (25%) in ricezione. Kioene: 4 muri, 6 ace, 8 errori in battuta, 8 errori azione, 46% in attacco, 59% (24%) in ricezione. Mvp Russell.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Aaron Craft: «A Gdynia partita da dentro o fuori, ci faremo trovare pronti»

Pubblicato

-

Il playmaker americano e coach Nicola Brienza presentano il decisivo Round 9 di 7DAYS EuroCup che porta i bianconeri in Polonia, ospiti dell’Asseco Arka Gdynia: palla a due mercoledì sera alle 20.00, diretta Eurosport Player anche in Club House.

AARON CRAFT (Playmaker DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Mi sento bene, sia dal punto di vista fisico che mentale mi sento ristabilito e pronto a tornare sul campo e giocare al massimo: nei dieci minuti al PalaDozza mi sono sentito bene, ovviamente la partita non è andata come avremmo voluto ma per me è stato bello ritornare in campo e in questi giorni spero di fare altri passi in avanti per essere di nuovo al massimo della condizione. Sono contento di esserci per questa partita decisiva contro Gdynia perché per noi è davvero un match da dentro o fuori che dovremo vivere con la massima concentrazione e la massima voglia di vincere: non stiamo facendo grandi partite e non abbiamo mostrato la giusta consistenza e continuità in questa prima parte della stagione, ma abbiamo nelle mani il nostro destino e non vogliamo farci scivolare via l’occasione di andare al prossimo turno di 7DAYS EuroCup. Sono convinto che saremo pronti. Il prossimo passo? Non è facile trovare delle cose buone nella nostra prestazione di Bologna, dobbiamo ripartire dalle cose facili, dalle basi, e giocare di squadra in attacco e in difesa, assieme».

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Per noi quella con l’Arka Gdynia è una partita importante, fondamentale per il nostro cammino in 7DAYS EuroCup: dovremo interpretarla con la massima attenzione, mettendo in campo una prestazione di alto livello e di cura dei dettagli sui due lati del campo. I polacchi hanno un’ottima organizzazione difensiva e in attacco giocano al loro ritmo, mettendo in condizione i loro leader tecnici Szubarga e Bostic di avere impatto e di prendersi tante responsabilità. Sarà importante riuscire, per quanto possibile, a non adattarci ai loro ritmi ma a giocare la nostra pallacanestro con carattere, qualità e voglia di riscatto».

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Braccio di Ferro: gli atleti trentini vincono 5 medaglie a Gardone Riviera

Pubblicato

-

Ottimo bottino per gli atleti della società di Braccio di Ferro Armwrestling  di Trento che nella coppa Italia – gara internazionale con 190 atleti iscritti svoltasi a Riviera Gardone il 7 dicembre 2019  – vincono ben 3 medaglie d’oro e 2 di bronzo.

Il team Trentino era composto dal fondatore della società Livio Tomasi, da Mattia vezzola ragazzo di 15 anni con una predisposizione eccezionale a questo tipo di sport che ha ottenuto due medaglie d’oro nella categoria juniores 18 anni open e da Fabrizio Marocchi di Riva del Garda.  Mattia Vezzola ha vinto la categoria esordienti 100 kg braccio destro mentre la squadra ha ottenuto la medaglia di bronzo nella categoria gran master open  braccio sinistro. La squadra chiude il 2019 con un bilancio molto positivo dove ha partecipato a 7 competizioni vincendo 5 medaglie d’oro, 20 medaglie d’argento, e 8 medaglie di bronzo più due coppe vinte a gennaio 2019 alla competizione a squadre.

PubblicitàPubblicità

rpt

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Basket serie D: Rovereto batte Pergine nell’unica partita giocata

Pubblicato

-

E’ il posticipo il protagonista assoluto dell’ottava giornata del campionato di serie D di basket.

Nel fine settimana si è infatti giocata solo una partita: Junior Basket Rovereto – Basket Pergine che è finita con la vittoria dei padroni di casa allenati da coach Fumagalli.

Un successo che proietta lo Junior Basket ad un temporaneo quarto posto condiviso col Gs Riva.

PubblicitàPubblicità

L’ottava giornata andrà a completarsi tra venerdì e lunedì prossimi, mentre la nona giornata la si giocherà tra il 20 ed 22 dicembre per due turni ravvicinati che potrebbero cambiare di molto la classifica.

Lo Junior Basket Rovereto ha vinto una partita che lo aveva visto tranquillamente in vantaggio per entrambe le prime frazioni, dopo l’intervallo però è arrivato un inatteso calo di rendimento che ha favorito Pergine.

Pergine che quando può far giocare Xuasa diventa tutta un’altra squadra.

Finale con gli ospiti in rimonta che non riescono a piazzare l’affondo vincente.

Pubblicità
Pubblicità

RISULTATI; Piani Junior Bolzano – Paganella-Lavis 16 dicembre. Junior Basket Rovereto – Basket Pergine 74 – 71. Tecnisan Gs Riva 2018 – Gardolo 15 dicembre. Cus Trento – Europa Bolzano 13 dicembre. Gardascuola Virtus Altogarda – Psg Villafranca 14 dicembre.

CLASSIFICA: Gardolo 12. Cus Trento e Gardascuola Virtus Altogarda 10. Tecnisan Gs Riva e Junior Basket Rovereto 8. Piani Junior Bolzano, Pergine Audace, e Psg Villafranca 6. Paganella-Lavis 4. Europa Bolzano e Basket Pergine 0.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza