Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto: annullato per maltempo l’evento ai giardini Perlasca

Pubblicato

-

In presenza di previsioni meteorologiche non positive, che annunciano un nuovo peggioramento meteo tra sabato e domenica, considerato anche l’abbassamento delle temperature e la compromissione del suolo già provato dalle recenti precipitazioni, è stato con rammarico deciso l’annullamento  (e rinvio a data da destinarsi) dell’evento UNA DOMENICA AL PARCO che era in programma domenica 14 aprile  ai Giardini Perlasca di Rovereto.

L’Amministrazione Comunale ringrazia per il lavoro svolto le Circoscrizioni Centro, Nord, Sacco San Giorgio e Marco che con spirito collaborativo lavoravano alla terza edizione della domenica al parco in occasione di Educa ed erano già pronte ad allestire la ristorazione con prodotti tipici locali.

Ringrazia inoltre i partners delle attività collaterali (Malga Riondera, Silvia Allegri) e di natura informativa (Custodi Forestali, Circoscrizione Noriglio). La manifestazione è solo rinviata ai prossimi mesi in condizioni meteo più stabili.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

A Pergine “Il Sogno” forma e informa sull’Europa

Pubblicato

-

Sì è concluso domenica 19 aprile, l’evento “Europa in 3Dì” organizzato dall’ associazione “Il Sogno” di Pergine Valsugana.

A colorare le giornate di azzurro sono stati i ragazzi organizzatori che, come le stelle della bandiera europea, hanno illuminato la loro città in nome del “voto consapevole“.

L’iniziativa costituisce una parte del più ampio progetto “EUandMe“, organizzato in collaborazione con più enti, tra cui la consulta giovani di Pergine Valsugana.

Pubblicità
Pubblicità

«Abbiamo voluto sottolineare l’importanza di istanze di cittadinanza attiva, abbiamo voluto aprirci ad un momento di aggregazione che fosse interessante e formativo» spiegano gli organizzatori.

L’evento, aperto alla cittadinanza, ha saputo catturare l’interesse di un pubblico diversificato grazie ad una ben pensata combinazione di attività, esperti e momenti ricreativi.

Ci sono vari modi per informarsi sull’ Europa, per sondare il terreno su cui si vive, per carpire il necessario evitando di accettare passivamente ciò che viene imposto.

A dimostrazione di questo lo staff de “Il Sogno” ha deciso di impegnarsi, come spesso succede, sposando una causa cara alla comunità e soprattutto ai più giovani.

Ad aprire le danze, venerdì sera presso l’Auditorium delle scuole medie Tullio Garbari, sono stati Marco Brunazzo (professore associato presso Unitn) e Giancarlo Orsingher (coordinatore di Europe Direct Trentino). Gli esperti hanno affrontato diverse tematiche relative all’Unione Europea: forze politiche in campo, istituzioni, cambiamenti.

Sabato si sono susseguiti 4 workshops condotti da professionisti.

Deina Trentino Alto Adige ha proposto una panoramica a stampo storico che, ad ampio raggio, ha cercato di chiarire le motivazioni alla base del primo avvicinamento tra gli stati fondatori dell’Unione.

Con l’Osservatorio Balcani Caucaso Transeuropea si è invece parlato di “fake news”, il laboratorio ha proposto diverse attività volte a illustrare come districarsi nel mondo della info/disinformazione.

Anche le speaker di Europhonica, dopo un’accattivante introduzione sulla potenza del media da loro utilizzato, nonché sulle nuove forme di comunicazione quali i podcast, hanno associato “UE” e “intrattenimento/informazione” (stavolta mettendo all’opera gli iscritti con una “prova ai microfoni”).

L’associazione Libera ha invece organizzato un laboratorio interattivo volto alla scoperta del rapporto tra mafia e Europa, i giovani esperti hanno poi ampliato il loro intervento formativo chiarendo le modalità con cui le realtà politiche si approcciano alla tematica della criminalità organizzata.

Il soundtrack conclusivo della giornata di sabato lo ha portato Phill Reynolds, cantautore e musicista approdato a “Il Sogno” dopo la conclusione di un tour, tanto per rimanere in tema, tutto europeo.

Il terzo ed ultimo appuntamento dell’evento “Europa in 3Dì” si è tenuto domenica 19 maggio quando, presso la sede dell’associazione, sono giunte le importanti testimonianze di giovani volontari partecipanti ai progetti di mobilità europea.

È stato infine proiettato il film “Miracolo a la Havrè” prodotto dalla compagnia finlandese di Kaurismaki, la Sputnik, insieme a co-produttori internazionali in Francia e in Germani.

 

Foto di Stefania Tonelli

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Progetto Rotary per l’arredo urbano e i luoghi di culto a Rovereto

Pubblicato

-

L’amministrazione Comunale di Rovereto ha ricevuto oggi in Sala Malfatti, la visita di 5 scuole della città coinvolte in un progetto triennale promosso dal Rotary Club Rovereto Vallagarina teso al censimento e studio dei principali luoghi di culto di Rovereto e Vallagarina.

Agli studenti è stato affidato il compito di studiarne la storia e le peculiarità per realizzare testi che andranno su targhe informative e su un opuscolo (in italiano, tedesco e inglese) a disposizione dei turisti.

Le chiese prese in esame (in tutto una decina) saranno quindi munite di targhe informative che saranno posizionate a cura del Comune, depositario istituzionale di ogni competenza di arredo urbano.

PubblicitàPubblicità

Al progetto, iniziato nel 2018, hanno partecipato con compiti diversi 5 istituti: ITI Marconi, Liceo Filzi, Liceo Rosmini, Istituto Fontana, Istituto Comprensivo Borgo Sacco.

Ad accogliere gli studenti oggi erano il Sindaco Francesco Valduga e la vicensindaco Cristina Azzolini.

Entrambi hanno sottolineato l’importanza del progetto che pone attenzione ai beni comuni.

«Sono convinto che il futuro sia di quelle comunità che riescono a pensarsi ‘assieme’ e a produrre un lavoro per la comunità» ha detto il Sindaco che ha ringraziato i docenti coinvolti, gli studenti e lo stesso Rotary Club Rovereto Vallagarina che – per voce della sua presidente, Giovanna Sirotti – ha spiegato come questa ricerca storica, artistica ed architettonica si collochi tra i “compito di realtà” ovvero quei lavori che stimolano i ragazzi a confrontarsi con la propria realtà locale attraverso un lavoro i cui esiti sono a disposizione di tutta la comunità.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Briscola e churrasco al baRoc di Pedersano

Pubblicato

-

Certo in pochi si aspetterebbero di poter mangiare un piatto di churrasco – grigliata di carne tipica dell’Argentina e del sud del Brasile – in una frazione della media montagna trentina.

Invece è proprio quello che succede al baRoc di Pedersano, che da un mese ha riaperto i battenti e, con uno staff di 5 persone, è al servizio del paese che ha mostrato di gradire la freschezza della nuova gestione.

È fondamentale – commentano dall’amministrazione comunale di Villa Lagarina, che gli abitati in quota abbiano dei punti di riferimento.

PubblicitàPubblicità

Tra questi c’è il punto di ristoro, che diventa anche luogo di socialità e condivisione.

Ad acquisire la cura del locale, che è di proprietà comunale, è stato Alessandro Santoni, un esperto del settore visto che gestisce anche due locali a Rovereto: uno sul corso Rosmini e uno a Borgo Sacco.

«Il bar è aperto dalle 6 e mezza del mattino fino alle 11 della sera, sette giorni su sette. A lavorarci sono 4 ragazze, Sabrina e Rosi con funzioni di coordinamento, cui si affiancano Anna e Giorgia».

Il locale sta funzionando? «Sì, il paese ha risposto bene, anche perché abbiamo cercato di metterci al servizio della comunità. Ogni mese circa, organizziamo una festa e, nell’ultima occasione, abbiamo anche chiuso un tratto di strada e servito il churrasco.

L’idea ha funzionato. Facciamo colazioni, aperitivi, panini, pranzi con primi piatti e insalatone; stiamo cercando di attrezzarci anche per avere i ticket. Poi devo dire che dobbiamo ringraziare le forze dell’ordine: Polizia e Carabinieri ogni tanto vengono a vedere se è tutto ok.

Finora non abbiamo mai avuto problemi e la clientela è sempre stata ottima, ma sapere che gli agenti passano è una fortuna e lo apprezziamo».

Chi frequenta il baRoc? «Durante il giorno abbiamo tanti anziani e la sera vengono invece tanti giovani. Tra i nostri servizi c’è il fatto che abbiamo scelto di acquistare l’abbonamento Sky, così possiamo far vedere le partite di calcio e la gente gradisce».

Non resta dunque che augurare buon lavoro allo staff, che si destreggerà tra i caffè del mattino, i “bianchetti”, le partite di briscola e queste curiose e apprezzate offerte periodiche, che diventano vere e proprie feste di paese.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza