Connect with us
Pubblicità

Trento

Istituto Zooprofilattico, 184 mila controlli all’anno in Trentino: un presidio per allevatori e consumatori

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La sua attività è ancora troppo poco conosciuta ma è un presidio importante del sistema di epidemiosorveglianza delle malattie degli animali sul territorio, funzione che si esplica svolgendo qualcosa come 184 mila controlli all’anno sul solo territorio provinciale.

Gli va però riconosciuto anche un altro importante ruolo: la valorizzazione delle produzioni alimentari tipiche del Trentino, ma soprattutto la funzione di garanzia che riveste per gli allevatori, per i veterinari e per gli stessi consumatori.

Molte sono le competenze scientifiche, i campi di attività e le ricadute sul sistema agroalimentare locale che fanno della sezione trentina dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie un indispensabile tassello per vincere le nuove più complesse sfide (ad iniziare dal benessere degli animali d’allevamento ma anche dalla salute della fauna in generale) che investono il settore della sanità e il comparto agroalimentare.

Pubblicità
Pubblicità

Questa la cornice nella quale si inserisce la presentazione di ieri mattina in via Lavisotto, della nuova sede dell’IZSVe, un nuovo edificio costruito in un anno ed ora in attesa solo delle rifiniture.

Alla presentazione, accanto ai vertici dell’Istituto Zooprofilattico, i rappresentanti della Giunta provinciale, con il governatore e gli assessori alla salute, all’ambiente e all’agricoltura, caccia e pesca, il direttore generale dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari Paolo Bordon, rappresentanti dei Servizi veterinari e del mondo zootecnico.

Il nuovo edificio occupa una superficie di oltre 1.300 m2 e si sviluppa su 3 piani. Gli spazi per le attività prevedono spazi per l’accettazione, la necroscopia, laboratori per la batteriologia diagnostica e parassitologia, sierologia e immunologia, microbiologia e tecniche di biotecnologia per l’analisi degli alimenti, più una sala riunioni/biblioteca e uffici.

Pubblicità
Pubblicità

I lavori, costati 3,7 milioni di euro interamente finanziati con risorse proprie, termineranno a breve: a giugno, non appena ultimato il trasloco delle attrezzature dalla adiacente vecchia sede, ci sarà l’inaugurazione ufficiale ed entro l’inizio dell’autunno la piena operatività.

A riassumere obiettivi, finalità e nuovi futuri sviluppi nell’attività dell’Istituto è stato Daniele Bernardini, il direttore generale dell’IZSVe (il direttore della sezione di Trento è Giovanni Farina), che ha definito l’ente “un punto di riferimento per il territorio”.

“Questa sede – ha affermato Bernardini – deve continuare a dare assistenza sul territorio, sia a livello zootecnico sia a livello alimentare. Molti non conoscono gli Istituti Zooprofilattici e non sanno cosa fanno, il loro ruolo emerge per lo più in occasione di qualche emergenza alimentare. Uno dei compiti della sezione di Trento sarà dunque quello di promuovere la propria attività, che comprende servizi di diagnostica delle malattie infettive degli animali, attività di sorveglianza, consulenza, assistenza e ricerca.”

Bernardini, che lascerà tra poco il proprio incarico per la pensione, ha poi assicurato che proseguirà il supporto tecnico scientifico alle imprese dell’intera filiera agroalimentare nell’ambito dell’autocontrollo aziendale e della valorizzazione delle produzioni locali, una attività che interessa circa 400 aziende trentine.

Nella nuova struttura oggi lavorano una trentina di persone tra veterinari, biologi, biotecnologi, tecnici di laboratorio e personale amministrativo (27 a tempo indeterminato) alle quali si affiancano 8 giovani borsisti.

Maggiore rilevanza ha assunto negli ultimi anni l’attività rivolta agli aspetti sanitari e zootecnici riferiti all’importante patrimonio ovi-caprino presente in Trentino, in particolare per gli aspetti legati alla trasformazione del latte in formaggi tipici, ma anche altri settori sono da poco entrati nel raggio d’azione della sezione trentina dell’IZSVe, quali l’apicoltura e l’acquacoltura, mentre nel prossimo futuro si svilupperà anche il settore delle analisi sui vegetali trasformati.

Al nuovo Istituto Zooprofilattico di Trento ha espresso il proprio apprezzamento anche la Giunta provinciale.

“In questo luogo – ha affermato il presidente della Giunta – si concentra molto la nuova attenzione che i consumatori riservano alla sicurezza alimentare ed alla qualità dei prodotti, tema che oggi si collega anche al benessere degli animali e che investe vari aspetti, dall’etica alla sicurezza alimentare e all’uso dei medicinali. Voi – ha concluso il governatore del Trentino rivolgendosi al personale dell’IZSVe – garantite sicurezza al mondo produttivo ed ai consumatori, grazie per ciò che fate tutti i giorni”.

Parole di apprezzamento anche dal vicepresidente della Giunta provinciale: “I risultati del lavoro di squadra che svolge l’Istituto Zooprofilattico ci sono e si vedono, la nuova sede completa un impegno e un percorso che il personale dell’Istituto sta facendo da molti anni garantendo un servizio importante al Trentino ed a molte categorie professionali oltre che ai consumatori”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento5 ore fa

Basta catene ai cani, multe fino a 800 euro. Claudio Cia: «Disegno di legge di civiltà»

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Messa in sicurezza della SS421, la soddisfazione di Denis Paoli: «Appalto del secondo lotto previsto a inizio 2023»

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Vigili del Fuoco Val di Sole: quest’anno 1.500 interventi per 380 pompieri effettivi

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

Ospedale Cavalese: la Giunta dichiara l’interesse pubblico

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Bentornato sci: a Pontedilegno-Tonale aprono gli impianti, via a una nuova stagione invernale

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Melinda vince il premio «Vivere a spreco zero 2022» nella categoria ortofrutta

Sport8 ore fa

Morto il ciclista Davide Rebellin: è stato travolto da un camion

Piana Rotaliana10 ore fa

Living LAB alla FEM «Vite e clima: quali scenari futuri?»

Trento10 ore fa

Trento terza nella classifica italiana delle città più digitalizzate ICity Rank ‘22

Bolzano10 ore fa

Rubano i vestiti ad un anziano in ospedale: l’azienda sanitaria chiede lo scontrino per risarcire

economia e finanza10 ore fa

L’indice di fiducia dei consumatori trentini rimane negativo. Cala anche il potere d’acquisto dei consumatori

Ambiente Abitare11 ore fa

Lupi, Enpa: «un’altra conferma che l’allarme-lupo è strumentale»

Trento11 ore fa

APT: Pinè e Cembra cambiano casa e si uniscono con Trento

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Caso Iob: David Dallago rimane in carcere

Trento11 ore fa

Manifesti contro il gender all’Università di Trento, Coordinamento DAria: «Propaganda gender business sulla pelle delle persone»

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza