Connect with us
Pubblicità

Trento

Nuovi dati della Questura: diminuiti i reati negli ultimi 12 mesi. Permessi di soggiorno in aumento

Pubblicato

-

In occasione del 167mo anniversario dalla fondazione della Polizia di Stato, che si celebra il 10 aprile, la questura di Trento ha diramato i dati annuali sull’attività svolta sul territorio dal 1° aprile 2018 fino alla data del 31 marzo 2019.

Ammonta a 15.137 il numero dei reati complessivamente denunciati a Polizia stradale, ferroviaria, delle Comunicazioni e della Montagna insieme alla Questura di Trento e ai commissariati distaccati di Rovereto e Riva del Garda nel periodo preso in considerazione.

Un dato in diminuzione rispetto all’anno precedente quando il numero dei reati registrati è stato di 15.994.

Pubblicità
Pubblicità

Il calo complessivo dei reati nei due quadrimestri agosto/novembre 2018 e dicembre/marzo 2019 riguarda tutto il territorio della provincia di Trento e in particolare i furti in genere (da 2424 a 2227) seguiti dai furti in abitazione (da 500 a 442 con un calo percentuale del 15,2%).

 

A Trento, nello stesso periodo si registra una diminuzione dei delitti (passati da 1825 a 1542) come anche dei furti in genere e in abitazione.

3393 le unità di personale territoriale utilizzate in servizi di Ordine Pubblico che hanno provveduto all’arresto e alla denuncia di un totale di 181 persone, di cui 64 per reati legati agli stupefacenti e 1420 denunciate in stato di libertà.

L’attività di contrasto allo spaccio ha invece portato al sequestro di 11.406 grammi di cocaina, 310 di eroina, 22.841 di hashish, 13.231 di marijuana e 25 grammi di droghe sintetiche.

Sono stati inoltre sequestrati contanti per 53.519 euro, 7 pistole, 2 fucili e 19 armi da punta e da taglio.

Nel corso delle attività sono poi state identificate 56.576 persone, di cui 13.765 extracomunitari e verificati complessivamente 37.263 veicoli su strada. 85 veicoli, di cui 10 rubati, sono stati sequestrati grazie alle attività di prevenzione e controllo.

E ancora sono 12.558 le richieste di soccorso pubblico arrivate al 112 tra l’inizio del 2018 e il 2019.

Massiccia l’attività, anche congiunta e coordinata dalla Questura di Trento, che ha portato alle operazioni volte a sgominare le bande dedite a furti in appartamento e ai danni di esercizi pubblici e traffico di stupefacenti denominate “Bombizona”, “Darknet”, “Black Point” e “Shadow”.

Per quanto riguarda la lotta alla violenza contro le donne, la divisione anticrimine ha eseguito 51 ammonimenti per atti persecutori e stalking e ben 170 per violenza domestica.

Intensa l’attività anche per l’Ufficio immigrazione con 14.662 autorizzazioni al soggiorno, 1.354 permessi per lavoratori stagionali e 228 rigetti di richiesta permesso di soggiorno.

89 inoltre i decreti di espulsione che si accompagnano a 58 ordini di allontanamento (48 le persone accompagnate alla frontiera) e ai 250 nulla osta per i ricongiungimenti familiari.

Tra gli interventi della polizia stradale spiccano i 16.162 alcoltest effettuati su un controllo di 37.263 veicoli. 455 le patenti ritirate.

Il massiccio aumento in internet delle truffe online e delle frodi su carte di credito hanno portato infine alla rilevazione di ben 252.366 casi di questo tipo.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Incontri Pasquali in piazza Dante

Pubblicato

-

Foto di Renato Bettini

Due “amiche” a spasso oggi in piazza Dante davanti alla Provincia autonoma di Trento.

Ma non si tratta di due amiche qualunque e Renato Bettini, un nostro lettore ha inviato al numero whatsApp della redazione (3922640625) una fotografia dell’insolito avvistamento.

Si tratta di due papere, che visto la calda giornata pre Pasquale hanno deciso di uscire dal laghetto della piazza per esplorare il mondo spingendosi un po’ più in là.

PubblicitàPubblicità

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Maxi tamponamento sull’A22, code fino a 10 chilometri

Pubblicato

-

Code fino a 10 chilometri stamane sull’A22 poco dopo Affi per un tamponamento fra 4 veicoli.

L’incidente è avvenuto alle 11.00 di stamane in direzione Brennero. Non vengono segnalati feriti 

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Trento

Lo colpisce al volto per rubargli lo smartphone, arrestato pakistano per rapina

Pubblicato

-

Nella mattina della giornata di ieri (19.04.2019) i Carabinieri della Compagnia di Trento hanno tratto in arresto S.K. 40 enne di origine pakistana dopo aver colpito violentemente al volto un egiziano per rapinarlo del telefono di ultima generazione.

Il fatto è avvenuto la mattina del 19.04.2019 verso le ore 10:00 in via Lungadige di Trento.

Il malvivente ha avvicinato la sua vittima e poi lo ha colpito violentemente al viso con un pugno per rapinarlo dello smartphone che aveva con sé.

PubblicitàPubblicità

La persona derubata però non si è data per vinta, e ha rincorso per un breve tratto di strada il ladro.

Le grida e il movimento delle circostanze hanno attirato l’attenzione dei Carabinieri della Sezione Radiomobile in servizio che stavano transitando proprio in quel momento.

I militari sono immediatamente intervenuti, bloccando il rapinatore, persona già nota alle forze dell’ordine che è stato arrestato con l’accusa di rapina.

Il telefono è stato restituito alla persona aggredita che poco prima si vedeva costretta a ricorrere alle cure dei Sanitari del pronto soccorso di Santa Chiara per le ferite riportate al volto.

L’arrestato è stato trattenuto al Comando di via Barbacovi, in attesa del rito direttissimo che si terra alle ore 11:00 di oggi 20.04.2019.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • PubblicitàPubblicità

Categorie

di tendenza