Connect with us
Pubblicità

Trento

Esino Lario come molti comuni del Trentino

Pubblicato

-

“Vendesi Esino” è un sito internet che tra il serio ed faceto mette in vendita i beni comunali di un paese del lecchese di 747 abitanti alle prese con lo spopolamento e con risorse scarsissime.

L’idea è stata del sindaco Pietro Pensa (foto) che l’ha fatta diventare prima un sito internet e poi una sorta di manifesto per tutti i piccoli paesi che devono quotidianamente confrontarsi con risorse che non hanno.

Le richieste vanno dai 200 mila euro per la sede comunale, ai 280 euro delle panchine in offerta 3 x 2, ai 1250 del cartello di benvenuto in paese, ai 300mila per l’acquisto di Villa Clotilde ed ai 2500 necessari per acquistare la targa di una via.

Pubblicità
Pubblicità

A fianco di ogni offerta un contatore che scala il tempo mancante alla scadenza della settimana nella quale durerà l’asta.

Nel dubbio che possa essere vero le offerte sono già arrivate, alcune delle quali da parte dei residenti che hanno preso coscienza dei bisogni della propria comunità.

Esino Lario è molto simile a tanti paesi del Trentino che si popolano durante il periodo estivo tra villeggianti ed aperture di seconde case, ma che si spopolano nella migliori delle ipotesi con la settimana nella quale iniziano le scuole.

Sono paesi nei quali si vive in tranquillità assoluta, diciamo delle “ cartoline” ideali, ma dove far quadrare il bilancio è sempre più difficile.

Non è detto che l’accorpamento tra piccoli comuni possa essere una scelta azzeccata, perché se i fondi a disposizione sono pochi, restano tali.

E che a Esino Lario, al contrario di molti dei nostri piccoli centri, non manca nulla.

C’è la banca, l’ufficio postale, un minimarket, la farmacia, scuola materna e elementari.

Per certi versi una situazione decisamente migliore rispetto ai nostri paesi dove tutti quei servizi mancano senza nemmeno dover fare una verifica.

La vendita dei beni comunali, può essere una soluzione?

Chissà, aspettiamo una settimana e vediamo cosa succederà a Esino Lario che intanto è diventato un caso nazionale.

Ed il sindaco Pietro Pensa, oltre a non svelare se si tratta di una vendita reale o meno, si fa portavoce di tutti i piccoli centri periferici dove le cifre a bilancio sono insufficienti a garantire i servizi e gli interventi di prima necessità per soddisfare i bisogni dei residenti.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Gazebo del PD ostruisce l’entrata in piazza Lodron. Mugugni dei commercianti

Pubblicato

-

Alcuni lettori e commercianti della zona hanno segnalato al numero whatsApp della nostra redazione (3922640625) quanto successo stamane in piazza Lodron.

I militanti del PD, hanno allestito il gazebo nella strozzatura che divide piazza Londron con Piazza Pasi

Un scelta infelice in tutti i sensi.

PubblicitàPubblicità

A farne le spese è stato il povero furgone del banco alimentare che doveva entrare per ritirare le derrate alimentari nei negozi.

Ma i disagi sono stati anche per i cittadini.

Per fortuna i frequentatori del Gazebo sono stati molto pochi durante la mattinata quindi i disagi sono stati contenuti.

Il formarsi infatti di capannelli di persone avrebbe impedito ai cittadini di transitare sul quel tratto di strada.

«Siamo consapevoli che quelli del PD non siano abituati ad allestire i gazebi visto che nelle strade non si sono mai visti negli ultimi 30 anni, ma anche un bambino avrebbe capito che quello era il posto meno adatto per dialogare con le persone» – spiega a corredo chi ha inviato le foto.

E come non dargli torto. «Ma avranno molti anni per imparare – conclude il lettore ironicamente – visto che per i prossimi 20 anni rimarranno sicuramente all’opposizione»

«Sono solo 4 capre»attacca invece un altro testimone 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Festival dell’Economia, comincia il conto alla rovescia

Pubblicato

-

Comincia il conto alla rovescia per il Festival dell’Economia di Trento e la città si colora di arancione. La macchina organizzativa lavora a pieno regime per preparare gli allestimenti che faranno vivere la kermesse dello scoiattolo anche nelle piazze e nelle vie della città.

Giunto alla sua 14^ edizione, il Festival inizierà giovedì 30 maggio nel pomeriggio, per concludersi il 2 giugno.

Quasi 100 gli eventi previsti, con esperti provenienti da ogni parte del mondo che si confronteranno, insieme al pubblico, sul tema “Globalizzazione, nazionalismo e tecnologia”.

PubblicitàPubblicità

L’ingresso a tutti gli eventi, come sempre, è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Non è prevista la prenotazione.

L’accesso agli eventi in programma al Teatro Sociale e al Cinema Modena avviene con voucher. Questi saranno distribuiti presso le biglietterie a partire da due ore prima dell’inizio di ogni evento.

Qui il programma del Festival:

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Euregio da conoscere e da vivere

Pubblicato

-

Dall’autostrada del Brennero alla sanità nei territori di montagna, dalla promozione all’incentivazione dell’uso del trasporto pubblico.

Sono questi i temi affrontati dal presidente della Provincia autonoma di Trento all’assemblea e alla giunta del Gect che si è svolta stamani a Fortezza.

“Partiamo dalla considerazione che l’accordo per l’A22 – ha commentato – è un ottimo risultato che dà respiro alle politiche sui trasporti dimostrando nel contempo che i nostri territori riescono ad essere all’avanguardia quando si tratta di coniugare i temi dello sviluppo con quelli della salvaguardia ambientale

Pubblicità
Pubblicità

Il presidente ha poi ricordato che durante i lavori sono state lanciate alcune proposte che tengono conto delle caratteristiche e delle necessità dei tre territori che hanno moltissimi tratti in comune.

“Una di queste riguarda la sanità, con particolare riferimento alle difficoltà che riscontriamo nel reperimento di figure professionali disposte a lavorare nelle nostre vallate, come pure alla necessità di trovare il giusto equilibrio nei servizi garantiti tra centro e presidi di valle. Dovremo poi lavorare di più sulla promozione pensando ad esempio a dei punti fisici dove veicolare le informazioni ai cittadini ed in particolare ai giovani. Quanto alla mobilità, abbiamo proposto di approfondire la possibilità di estendere ai tre territori dell’Euregio un bonus per gli anziani che potrebbero utilizzare il treno sulla falsariga di quanto abbiamo fatto in Trentino rendendo gratuita la circolazione per chi ha più di 70 anni”

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza