Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Cavareno, taglio del nastro per il rinnovato punto vendita della Famiglia Cooperativa Val di Non

Pubblicato

-

E' stato inaugurato ieri pomeriggio il punto vendita di Cavareno della Famiglia Cooperativa Val di Non

Realizzato una ventina di anni fa, il negozio di Cavareno della Famiglia Cooperativa Val di Non nel tardo pomeriggio di ieri si è presentato completamente rinnovato negli interni e con un’offerta commerciale più ricca.

Una decina di anni fa il punto vendita era stato interessato dall’ampliamento del magazzino e dalla nuova collocazione della macelleria – è stato spiegato –. In questo inizio 2019 il restyling è stato maggiore: tutte le attrezzature sono nuove, a cominciare da banchi frigo e scaffalature. La macelleria di Mauro e Adriana Pichler è stata ampliata con un aumento del numero di addetti: oggi sono quattro, a servizio della clientela”.

Il presidente della Famiglia Cooperativa Val di Non è Paolo Berti. È stato nominato alcune settimane fa durante la prima riunione del consiglio di amministrazione dopo l’assemblea dei soci di metà febbraio e ha raccolto il testimone di Tullio Francisci. L’intervento del presidente Berti ha dato inizio all’appuntamento inaugurale che ha registrato la presenza dei vicepresidenti Oliviero Ziller (vicario) e Renato Leonardi e del presidente del collegio sindacale Giuseppe Abram.

Pubblicità
Pubblicità

La responsabile del punto vendita di Cavareno della Famiglia Cooperativa Val di Non è Federica Asson, a capo di uno staff di cinque collaboratori. “L’investimento economico è stato considerevole – è stato aggiunto – e ha raggiunto i duecentomila euro. Risorse che hanno permesso di concretizzare un progetto ambizioso, ma voluto per garantire un servizio ancora migliore ai moltissimi soci e clienti che ci esprimono fiducia nella quotidianità scegliendo il nostro negozio per la spesa di ogni giorno e ai turisti che giungeranno a Cavareno per trascorrere le vacanze estive e i molti weekend della bella stagione ormai prossima”.

Il presidente Paolo Berti durante il suo intervento

Pubblicità
Pubblicità

Gli organismi centrali della Cooperazione Trentina sono stati rappresentati da Alessandro Ceschi, direttore della Federazione. “Questa realizzazione dimostra e conferma la volontà di investire con convinzione per mantenere vive le comunità – ha osservato in un passaggio del suo intervento –. L’augurio alla Famiglia Cooperativa è di proseguire su questa strada di grande successo. Fondamentale è un altro aspetto: che le comunità credano e sostengano il punto vendita della cooperativa di consumo”.

All’evento inaugurale ha preso parte il presidente di Dao, Ivan Odorizzi (presente anche il direttore di Dao, Alessandro Penasa). “Partecipare a queste occasioni è sempre un motivo di gioia – ha detto Odorizzi –. Questa cooperativa è all’avanguardia e dimostra il suo desiderio continuo di camminare e di migliorarsi”.

Pubblicità
Pubblicità

Al taglio del nastro sono intervenuti Raffaella Battocletti, assessora alle politiche sociali e alla cultura del Comune di Cavareno, il presidente della Comunità della Valle di Non, Silvano Dominici, i consiglieri provinciali Paola Demagri e Lorenzo Ossanna.

Benedizione della struttura (“e delle persone che lavorano al proprio interno” è stato precisato) da parte di don Carlo Crepaz e taglio del nastro affidato all’ex presidente della Famiglia Cooperativa Val di Non, Tullio Francisci, hanno ultimato l’evento inaugurale.

Il direttore della Famiglia Cooperativa Val di Non è Maurizio Ianes. Una novantina sono i collaboratori della cooperativa di consumo. Il fatturato è di 23 milioni e mezzo di euro. I punti vendita sono ventisette “per ora, perché – è stato anticipato – il ventottesimo sta per nascere”.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Tuenno, un mese di grandi film per i 30 anni della videorassegna “Altreculture”

Pubblicato

-

Sette film dal 21 novembre al 21 dicembre, per un mese intero di grandi pellicole. Da trent’anni la rassegna “Altreculture” caratterizza i mesi freddi dell’autunno nel Comune di Ville d’Anaunia. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Cles partecipa alla Giornata Internazionale dei diritti dei Bambini

Pubblicato

-

Mercoledì 20 novembre in tutto il mondo si celebra la Giornata Internazionale per i diritti dei Bambini, ed anche quest’anno il CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi di Cles) vuole ricordare l’anniversario della nascita della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che quest’anno festeggia il suo trentennale, e la giornata Internazionale dei diritti dei Bambini con delle attività coinvolgenti per i compagni più piccoli.

I 18 studenti delle classi prime e seconde della Scuola Secondaria di Secondo Grado, eletti dai propri compagni in febbraio, allieteranno il pomeriggio degli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo di Cles con giochi pensati per affrontare il tema dei diritti umani.

Dalla caccia al tesoro, al maxi gioco dell’oca, dal memory al telefono senza fili: otto le attività per conoscere in modo divertente ed emozionante quali sono i diritti dei bambini ed i doveri ad essi collegati.

PubblicitàPubblicità

I giovani del CCR guideranno i diversi gruppi mercoledì 20 novembre 2019 dalle ore 14,00 alle ore 16,00. Un modo divertente e coinvolgente per ricordare che l’infanzia ha dei diritti ed è importante, anche per i più piccoli, conoscerli e rispettarli.

La giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza celebra la data in cui la Convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia venne approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, il 20 novembre 1989.

Pubblicità
Pubblicità

Ogni anno, il 20 novembre, si ricorda questa data in quasi tutti i paesi del mondo.

Tutti i paesi del mondo (ad oggi aderiscono alla Convenzione 194 Stati), ad eccezione degli Stati Uniti, hanno ratificato questa Convenzione.

Pubblicità
Pubblicità

La Convenzione è stata ratificata in Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176; l’ultimo paese ad aver ratificato la Convenzione è stato la Somalia.

La Convenzione, che è composta da 54 articoli, è uno strumento giuridico e un riferimento ad ogni sforzo compiuto in cinquant’anni di difesa dei diritti dei bambini.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

I cittadini di Ossana e Pellizzano dicono no alla nascita del Comune unico di “Castel San Michele”

Pubblicato

-

L'abitato di Ossana con Castel San Michele, che avrebbe dato il nome al nuovo Comune

Questo matrimonio non s’ha da fare. I cittadini di Ossana e Pellizzano, chiamati alle urne nella giornata di domenica per il referendum consultivo, hanno manifestato la propria contrarietà rispetto alla nascita del Comune unico di “Castel San Michele” a partire dal 1° gennaio 2021. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza