Connect with us
Pubblicità

Cani Gatti & C

A San Lorenzo i bambini “parlano cane”

Pubblicato

-

I bambini della seconda elementare di San Lorenzo in Banale hanno imparato a “parlare cane”, come loro stessi hanno detto.

Hanno infatti partecipato con entusiasmo esplosivo, ma calibrato dalla maestra Anita, al progetto “Impariamo a parlare… da cani” promosso da Zooway e condiviso con il Prof. Alberto Paris, dirigente dell’Istituto comprensivo Giudicarie Esteriori.

Zooway di Laura Nave è una realtà cinofila trentina che coinvolge educatori, istruttori cinofili e professionisti in interventi assistiti da animali (IAA), uniti dall’obiettivo di diffondere una cultura cinofila basata sul rispetto e la comprensione tra cani ed esseri umani.

Pubblicità
Pubblicità

L’obiettivo primario del progetto era tutelare i bambini dagli incidenti coi cani, di cui spesso si parla sulle prime pagine dei giornali.

I dati statistici, elaborati dal Codacons, affermano infatti che “ogni anno si registrano in media in Italia 70 mila aggressioni da parte di cani a danno dell’uomo”.

Queste aggressioni sono imputabili spesso a una scorretta gestione del cane da parte del proprietario e, molto spesso, a un’incapacità della maggior parte delle persone di comprenderne la comunicazione.

In altre parole: spesso i cani “urlano” il proprio disagio con posture del corpo o espressioni del muso, ma gli umani non li capiscono.

Così i cani si vedono costretti a ringhiare, mostrare i denti, fino ad arrivare a mordere.

E il morso, in genere, funziona: l’essere umano “analfabeta canino” si allontana dal cane.

Dal punto di vista del cane, il problema è in tal modo risolto, se non fosse che in genere, a seguito di questi episodi, per l’incompreso si spalancano le porte del canile.

Anche perché, quando la persona morsa è un bambino, le lesioni riportate possono essere molto gravi, in relazione alla statura dei più piccoli e alla loro minor capacità di contrastare l’aggressione.

I bambini che sanno “parlare cane” correttamente, difficilmente saranno aggrediti.

Tutte le attività svolte (simulazioni, giochi di ruolo, drammatizzazioni, giochi di gruppo, sensoriali, di squadra, psico-pedagogici e giochi di valutazione, esercitazioni pratiche e teoriche sui contenuti affrontati, visione di video e fotografie, giochi a squadre e quiz individuali e a squadre di rielaborazione) sono state indirizzate a sviluppare nei bambini la capacità di leggere e interpretare alcuni importanti segnali comunicativi utilizzati dai cani, imparando, assieme a loro, a comportarsi in maniera corretta nei confronti dei cani e sviluppando l’empatia verso l’animale, riuscendo a interpretare il suo stato emotivo.

Tutto questo ovviamente con l’aiuto, in alcuni momenti adeguatamente strutturati, dei cani in carne e ossa, presenza indispensabile per testare le competenze acquisite.

Una bella esperienza per tutti, all’insegna della prevenzione: in questo ambito, si può senza ombra di dubbio dire che prevenire è meglio che curare.

Pubblicità
Pubblicità

Cani Gatti & C

Caldo – freddo: come aiutare i piccoli animali domestici a sopportare al meglio gli sbalzi di temperatura

Pubblicato

-

Ci sono dei piccoli trucchi per aiutare i nostri animali a sopportare meglio i continui sbalzi di temperatura che stanno caratterizzando questa estate 2019.

Spesso, diamo per scontato che bastino un ventilatore e un po’ di aria condizionata per rendere vivibile un ambiente per i nostri piccoli animali: niente di più errato.

Se il caldo soffocante viene difficilmente sopportato da noi umani anche con l’ausilio di un ventilatore, per un criceto, una cavia o un coniglio la situazione è spesso più insostenibile. 

Pubblicità
Pubblicità

Facciamo l’esempio del tipico coniglio nano da appartamento: i conigli non sudano e, di conseguenza, un ambiente di oltre 27°, non ventilato e umido può portare l’animaletto ad avere un colpo di calore e/o alla morte in breve tempo.

Come accade anche con i criceti, questi animali non sono robusti, adatti a dei bambini o a situazioni di scarsa cura. Sono esseri molto impegnativi e vanno seguiti con grande costanza e accortezza.

Ecco di seguito alcuni consigli per aiutarli a sopportare meglio il troppo caldo:

  1. chiudere le persiane e fare in modo che non siano mai a diretto contatto con il sole ed evitare di tenerli sul balcone, in gabbia
  2. tenerli nelle stanze più fresche e ventilate
  3. mettere a loro disposizione acqua e verdure fresche come finocchi, sedani e radicchio
  4. utilizzare bottiglie di acqua ghiacciata o piastrelle fredde avvolte in asciugamani: fungono da climatizzatore e recano molto sollievo se poste vicino all’animale
  5. utilizzare fazzoletti umidi sulle orecchie del coniglio, facendo attenzione a non far entrare acqua nelle orecchie

Per quanto riguarda il freddo di questi ultimi giorni, bisogna semplicemente fare in modo che le stanze siano sempre arieggiate, stando bene attenti che questi piccoli animali non stiano in mezzo alle correnti d’aria.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Cani Gatti & C

400 cani abbandonati durante il primo weekend d’estate

Pubblicato

-

Secondo l’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente, i cani abbandonati durante il primo weekend estivo sono stati circa 400.

La Puglia, con ben 110 cani abbandonati, è la regione che detiene il triste primato con il maggior numero di abbandoni. Alle sue spalle, seguono poi la Sicilia e la Sardegna (entrambe con oltre 50 casi a testa) e la Campania (45).

Numerose, poi, le segnalazioni soprattutto nel Centro-Sud Italia.

Pubblicità
Pubblicità

Ogni estate ci ritroviamo a fronteggiare sempre lo stesso problema: cani abbandonati lungo le autostrade o in zone isolate, lontani da casa in modo che non possano più tornare. E’ davvero triste notare che nel 2019 esistano ancora così tante persone senza cuore, in grado di non provare alcun briciolo di umanità nei confronti di un essere vivente con cui hanno condiviso casa e vita per mesi o addirittura anni.

Tantissime le chiamate che vengono fatte ai vigili urbani e le segnalazioni da parte delle associazioni durante i mesi estivi: troppi i casi di cani soli, per strada, spesso feriti anche gravemente, oppure lasciati intere giornate sui balconi, senza riparo, cibo e acqua. 

Su tutto il territorio italiano esistono molte strutture che ospitano temporaneamente animali domestici; i prezzi sono spesso accessibili a tutti e, qui, gli animali domestici vengono accuditi con cura. Perché le persone non usufruiscono di questi servizi?

Un cane non è solo un animale da compagnia: è un compagno fedele, una parte della famiglia che diventa unica ed insostituibile men a mano che il tempo passa. Sono loro, infatti, a far tornare il sorriso nei momenti difficili, a svegliare i proprietari al mattino, a consolarli, ad accoglierli scodinzolanti alla fine di una giornata di lavoro.

E’ incredibile e triste sapere che ci sono al mondo delle persone disposte a rinunciare a tutto questo solo per alcuni giorni di vacanza.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Cani Gatti & C

“Giornata Briard con le pecore”: l’evento cinofilo aggiunge la data del 22 giugno

Pubblicato

-

Si avvicina la data dell’evento cinofilo “Giornata Briard con le pecore“.

Sono rimasti ormai solo una decina di posti, quindi chi è interessato dovrà iscriversi al più presto per non rimanere “fuori“ dalla manifestazione.

Inizialmente l’appuntamento era previsto solo per domenica 23 giugno 2019, ma data la grande adesione, gli organizzatori aspettano tutti coloro che vorranno aderire anche nella giornata di sabato 22.

Pubblicità
Pubblicità

La manifestazione è organizzata dal Team Du Tchibo d’Ebene e si terrà a Brentino Belluno (VR) presso la “Tenuta la Casetta“.

Le attività saranno dirette dall’istruttore e giudice Enci Gianluigi Bertazzoli.

Sabato sera, sempre alla “Tenuta la Casetta“, si terrà una serata musicale aperta a tutti, anche a chi non parteciperà alla giornata Briard.

Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina Facebook Happy Briard.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza