Connect with us
Pubblicità

Trento

Stati generali della montagna, l’adesione delle associazioni sindacali

Pubblicato

-

Gli Stati generali della montagna rappresentano un’occasione importante per delineare la visione del futuro del Trentino, fondato sull’equilibrio tra ambiente e sviluppo del territorio.

Su questa premessa stamani la giunta provinciale e le rappresentanze sindacali del mondo del lavoro (Cgil, Csil e Uil) e mondo agricolo (Confagricoltura, Coldiretti, Cia Trentino e Acli Terra) hanno trovato il punto di intesa che vedrà le stesse associazioni parte attiva nel progetto di governance della montagna.

“Il Trentino – come hanno sottolineato il presidente della Provincia autonoma di Trento e i rappresentanti del mondo sindacale – è parte integrante di un sistema montano non più riconoscibile in base alla quota, bensì su temi trasversali, quali turismo, agricoltura, artigianato e commercio, presidio sociale e accesso ai servizi”.

Pubblicità
Pubblicità

All’incontro di stamani erano presenti, oltre al presidente della Provincia autonoma di Trento, anche quattro assessori provinciali: urbanistica e ambiente; salute e politiche sociali; agricoltura e foreste; e artigianato, commercio, promozione, sport e turismo.

I sindacati erano rappresentati da Franco Ianeselli (Cgil), Walter Alotti (Uil), Lorenzo Pomini e Michele Bezzi (Csil), Mara Baldo e Karin Lorenzi (Cia Trentino), Diego Coller (Confagricoltura), Mauro Fiammozzi e Gianluca Barbacovi (Coldiretti), e Davide Capra (Acli Terra).

Il presidente della Provincia autonoma di Trento ha ricordato l’incontro della scorsa settimana con le associazioni economiche e la Cooperazione trentina: “E’ nostro interesse coinvolgere tutte le realtà del territorio per dare vita ad un percorso condiviso perché il nostro obiettivo è di arrivare alla sessione plenaria di metà giugno a Comano Terme con una visione generale, in grado di fare sintesi delle istanze e delle proposte dei diversi portatori di interesse. La nuova giunta – ha continuato il presidente – ha nella progettazione condivisa il metodo per definire le future politiche pubbliche che dovranno declinare il programma di legislatura”.

Pubblicità
Pubblicità

Il dirigente generale dell’Umst coordinamento enti locali e politiche territoriali e della montagna, Giovanni Gardelli, ha presentato il metodo di lavoro che sta alla base degli Stati generali della montagna.

Partendo dal sito internet (https://statigeneralimontagna.provincia.tn.it/), Gardelli ha ricordato le quattro macroaree (Governance, Accessibilità ai servizi, Sviluppo economico e coesione sociale, e Paesaggio, ambiente e territorio), entro cui saranno raccolte le istanze della fase territoriale e della fase centrale di Comano Terme.

“L’ascolto del territorio – ha sottolineato Gardelli – passa attraverso l’attività dei gruppi di lavoro nelle 15 aree del Trentino e i sei incontri della giunta provinciale su temi specifici”.

Come ha ricordato l’assessore provinciale all’agricoltura e foreste, da tempo si sta lavorando con i sindacati del mondo agricolo: “Tutto il mondo sindacale deve sentirsi rappresentato perché non stiamo raccogliendo una sorta di lista della spesa del singolo settore, bensì vogliamo rappresentare insieme il quadro complessivo con gli input necessari alla definizione delle linee strategiche”.

Di equilibrio tra ambiente e sviluppo economico ha parlato l’assessore provinciale all’urbanistica e all’ambiente: “Attorno a questo tavolo ci sono i rappresentanti della gente di montagna che negli anni ha operato al meglio per il mantenimento dell’ambiente. Le difese delle aree d’alta quota è una garanzia per la montagna che, se gestita in maniera oculata, rappresenta un fattore di sviluppo economico e sociale”. Un concetto, quest’ultimo, ripreso anche da Diego Coller di Confagricoltura.

Chi dagli Stati generali della montagna si attende proposte concrete è l’assessore provinciale al turismo, artigianato e commercio: “I nostri uffici sono al lavoro in questi mesi  per ridefinire le politiche provinciali di questi settori che, in taluni casi, lamentano un ritardo ventennale. Agricoltura, turismo e artigianato, oltre che il commercio, sono settori che operano in maniera trasversale sui territori. Da questo processo partecipato mi attendo indicazioni innovative che ci permettano di intervenire nell’interesse del Trentino e che andremo a condividere anche con le compagini sindacali”.

Il tema della sinergia tra turismo, agricoltura e urbanistica è stato toccato anche da Gianluca Barbacovi di Coldiretti.

Il segretario provinciale Cgil, Franco Ianeselli ha posto accento sull’opportunità di coinvolgimento dei patronati (“Autentici presidi del territorio”) e di guardare a modelli di sviluppo di aziende, quali La Sportiva di Ziano e Dalmec di Cles, che hanno vinto la sfida dei mercati puntando sulla qualità e l’innovazione dei prodotti.

Sul ruolo propositivo dei sindacati in un progetto che vede al centro coesione sociale, ambiente e paesaggio, e sviluppo economico ha parlato anche Alotti della Uil, mentre il collega Lorenzo Pomini (Cisl) si è detto convinto che gli Stati generali della montagna debbano andare oltre alla logica di “investimenti” che ha caratterizzato fin qui i Patti territoriali: “E’ necessario muoversi verso la logica del presidio del territorio, inteso come luogo deve le persone abitano e lavorano, e dove i servizi devono essere garantiti a cittadini ed imprese”.

Infine, da Mauro Fiamozzi di Coldiretti è arrivato il richiamo a prestare attenzione ai temi sviluppati dai singoli territori nei gruppo di lavoro: “La montagna è un tema generale ma ogni territorio ha le proprie peculiarità di cui tenere conto per sviluppare realmente un progetto di sviluppo unitario”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza