Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Predaia, arriva la risposta sulla consulenza da 45 mila euro: «Progetto che ha migliorato l’organizzazione del lavoro, garantendo una struttura efficiente al cittadino»

Pubblicato

-

Non è tardata ad arrivare la risposta del sindaco di Predaia Paolo Forno all’interrogazione presentata dai gruppi di minoranza Predaia Futura e Predaia Unita con l’intento di approfondire e far luce sulla consulenza da 45 mila euro, di cui l’amministrazione aveva deciso di usufruire per l’organizzazione del personale del Comune.

Come si può leggere nella risposta scritta firmata dal sindaco Forno, si tratta di un progetto di sviluppo organizzativo, intrapreso nel gennaio 2017 con l’obiettivo di creare una struttura efficiente ed efficace sia all’interno che, soprattutto, nei confronti del cittadino.

La CG2O S.r.l., società esperta nel miglioramento delle performance, ha sviluppato dunque la proposta insieme al team di dipendenti comunali e alla giunta stessa. Un viaggio alla riscoperta dei reali problemi che assillano i processi organizzativi.

Pubblicità
Pubblicità

L’approccio adottato è partito dalla consapevolezza che sono le persone a conoscere il proprio lavoro, quindi sono state valorizzate le competenze e le conoscenze presenti, fornendo gli strumenti e il metodo che permettesse a ciascuno di trovare le soluzioni più idonee a un corretto svolgimento delle attività quotidiane.

Con loro è stata affrontata una prima parte di analisi, che ha posto il focus sul più importante cliente di un Comune, il cittadino – scrive Forno –. In questa fase, come esempio, è stato analizzato un servizio legato all’acquedotto, dalla ricezione della richiesta da parte del cittadino all’emissione della fattura”.

Nella seconda fase, durante la quale ci si è concentrati sul creare un metodo e una organizzazione volta alla risoluzione delle criticità emerse, dipendenti comunali e membri della giunta, affiancati dai professionisti della CG2O, si sono spostati all’interno dei cantieri comunali, dove, dotati di scarpe antinfortunistica, guanti e forza di volontà, sono stati supportati nella riorganizzazione del materiale e delle attrezzature.

La fase operativa, come spiegato nella risposta all’interrogazione della minoranza, ha permesso di agire sui cantieri, ma anche sull’organizzazione interna tra i vari uffici. Qui la squadra, oltre a introdurre strumenti utili a favorire il lavoro quotidiano, ha definito le nuove regole di comunicazione dall’alto verso il basso della struttura organizzativa: tra Giunta e Segreteria Generale, Segreteria Generale e Uffici, Uffici e Cantieri Comunali e viceversa, per un più fluente scorrere delle informazioni.

Il team ha acquisito consapevolezza che, evidenziando e risolvendo insieme una criticità alla volta, migliora il modo di lavorare e quindi di riflesso anche il servizio al cittadino.

La parte successiva del progetto si è concentrata nel definire nuove metodologie di lavoro e quindi creare nuove abitudini virtuose che impediscano di tornare indietro – ha spiegato Forno –. Ecco perché il supporto è stato rivolto a dare competenze manageriali a chi nel Comune svolge ruoli di organizzazione o gestione di personale. Poiché l’ufficio più critico da un punto di vista gestionale e di risultati misurati dal cittadino è l’Ufficio Lavori Pubblici, lì ci si è concentrati sul dare ai rispettivi responsabili competenze specifiche su come organizzare le attività, le priorità e soprattutto l’interazione con gli altri servizi”.

L’ultima fase del progetto ha avuto come protagonisti i segretari e il sindaco in prima persona, coinvolgendo talvolta anche gli assessori, per definire il patto organizzativo futuro, in modo che fosse basato sull’applicazione del metodo in primis tra loro.

Ciò si è tradotto in una migliore gestione della giunta comunale, una miglior definizione degli obiettivi e, quindi, un più chiaro trasferimento alle persone che poi devono svolgere l’attività operativa” ha scritto ancora il sindaco.

Nel documento si spiega anche come ad oggi il ruolo della CG2O S.r.l., dopo la chiusura del progetto nel giugno 2017, sia di supporto al processo – quando dovesse servire – per consolidare strumenti o fugare qualche dubbio, come avvenuto a marzo 2018 e nello stesso mese del 2019, senza corrispettivi aggiuntivi.

In riferimento alle ricadute, le linee guida per pianificare in maniera condivisa le attività, così come elaborate con il consulente, sono state applicate con effetti positivi e migliorativi per l’organizzazione del lavoro – si legge in conclusione –. Le regole operative trasmesse sono state sicuramente proficue e di aiuto per migliorare i rapporti tra amministratori e dipendenti, parte politica e parte tecnica, trasmettendo strumenti e dando consapevolezza che il metodo e la corretta gestione delle procedure e dei rapporti rivesta fondamentale importanza per poter operare con serenità e raggiungere risultati”.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Danneggia un veicolo in sosta a Coredo e fugge ma viene individuato attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Pubblicato

-

Questo in sintesi quanto accaduto in un’area di parcheggio pubblico nel Comune di Predaia nella serata di ieri, martedì 16 luglio, ed esattamente nel centro dell’abitato di Coredo.

Il conducente di un autocaravan si è infilato nel parcheggio antistante la Piazza Dei Cigni a Coredo, e non trovando spazio per la sosta, durante una maldestra manovra per uscire dall’area ha letteralmente staccato il paraurti di una Volkswagen Golf in sosta regolare, dandosi poi alla fuga.

Ma una coppia di persone che stavano facendo giocare il loro figlio nel vicino parco giochi, sentito l’urto, sono accorse per fermare il veicolo senza riuscire nell’intento.

PubblicitàPubblicità

Due sole lettere della targa però sono bastate al Comando di Polizia Locale Anaunia per risalire all’autore del danno che nel frattempo si era portato a Cles in Piazza Fiera per trascorrere la notte.

Il conducente si è sentito bussare alla porta del proprio autocaravan trovandosi di fronte gli agenti di Polizia Locale che gli hanno contestato la fuga, sanzionandolo anche per lo scarico di residui organici che aveva scaricato dal veicolo nell’area parcheggio di piazza Fiera a Cles.

E’ risultata fondamentale la testimonianza della coppia che ha subito segnalato il fatto e altrettanto fondamentali sono risultate le immagini raccolte dalle telecamere dislocate sul territorio della Valle di Non.

Commenta il Comandante del Corpo Intercomunale di Polizia Locale Anaunia, Vittorio Micheli“Un progetto, quello della videosorveglianza integrata dei comuni, nato solo qualche anno fa ma che si sta rilevando di fondamentale utilità non solo per il monitoraggio del traffico ma anche per la prevenzione e accertamento di reati, grazie soprattutto alla versatilità del sistema che elabora i dati in un unico software. Un sistema integrato di videosorveglianza unico nel suo genere in Trentino, sia per l’estensione del territorio sia per numero di amministrazioni coinvolte”.

Ricordiamo che il Corpo Intercomunale di Polizia Locale Anaunia opera una gestione associata tra i Comuni di Campodenno, Cles, Contà, Dambel, Denno, Predaia, Sanzeno, Sfruz, Sporminore e Ton.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Coredo, le autorità locali non sfuggono al risveglio muscolare: sveglia all’alba e di corsa intorno ai due laghi

Pubblicato

-

Il folto gruppo che questa mattina ha preso parte al risveglio muscolare ai due laghi

Sveglia presto presto, prima che sorga il sole, e via di corsa intorno ai due laghi di Coredo e Tavon. Da quattro anni, ormai, quello del risveglio muscolare è un appuntamento fisso dell’estate coredana. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Nel giorno del primo allunaggio, la biblioteca di Coredo si trasforma in una… rampa di lancio

Pubblicato

-

Il 20 luglio, data storica in cui ricorre il 50° anniversario del primo allunaggio, sarà una giornata da ricordare anche per un altro evento importante: il lancio (ore 18:28) dal cosmodromo di Baikonur diretto alla Stazione Spaziale Internazionale – ISS della missione dell’Esa “Beyond”, capitanata dal comandante e colonnello neopromosso dell’Aereonautica Militare, Luca Parmitano. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza