Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Droga dai Balcani alla Valsugana: condanne per 75 anni di carcere, 8 anni a Garollo

Pubblicato

-

Si è conclusa con 75 anni di carcere l’operazione Zaghi, che aveva smantellato un’intera organizzazione dedita all’importazione della droga dai Balcani in Valsugana. Le importazioni di droga riguarderebbero 12 chili di coca e 8 di marijuana.

Le indagini, dirette dal Vice Questore Salvatore Ascione, capo della Squadra Mobile di Trento, erano iniziate da alcuni ritrovamenti di stupefacente avvenuto nel mese di novembre del 2016, sulle rive del lago di Canzolino a Pergine Valsugana.

L’operazione, iniziata nel novembre 2016, aveva avuto il suo epilogo alle prime luci dell’alba di giovedì 22 febbraio, portando alla luce un vasto traffico di sostanze stupefacenti gestito da un’organizzazione criminale transnazionale che operava oltre che nel nostro paese anche in Bosnia, Slovenia e Croazia.

Pubblicità
Pubblicità

Il bilancio dell’indagine era stato di 29 persone coinvolte di cui 22 persone arrestate, (6 dei quali avvenuti da novembre 2015 a dicembre 2017), 11 custodie cautelari in carcere; 5 custodie cautelari degli arresti domiciliari e 7 latitanti all’estero.

Piuttosto noto il nome di Antonio Garollo, commerciante in Valsugana che è stato condannato a 8 anni di carcere in primo grado.

Garollo ha rivestito un ruolo importante perchè era la «banca» del sodalizio criminale.

Pubblicità
Pubblicità

Era lui che avrebbe permesso al gruppo la disponibilità economica necessaria (100 mila euro)  per portare avanti l’attività. Gli altri ruoli all’interno dell’organizzazione riguardavano la disponibilità a usare la propria auto e lo stoccaggio della merce.

Nella banda facevano parte anche 11 trentini alcuni dei quali assolti.

Completamente assolti Cristian Ferrari, Mustapha Jelbaoui, Alessandro Dorigoni, Franco Paoli, Drazen Grabovac e Andrea Ravanelli

L’operazione ha visto uno spiegamento di forze notevole, gli investigatori per disvelare l’intera organizzazione infatti hanno intercettato 138 utenze telefoniche (italiane e straniere); analizzato oltre un milione di contatti telefonici intercettando 120 mila conversazioni

Il giudice Giovanni Dies ha condannato Eldin Kametovic a 7 anni, Meris Halilcevic a 4 anni e sei mesi, Zahid Serifovic a 12 anni, Anis Serifovic a 13 anni e 4 mesi, Antonio Garollo a 8 anni, Matteo Galeazzo Piccolotto a 3 anni e 4 mesi, Bruno Oss Emer a 3 anni, Elisa Moser a 3 anni e Simone Puecher a 6 anni.

Dragan Hilak è stato condannato a 4 anni, Boris Torbica è stato condannato a a 3 anni, , Andrea Major condannato a 3 anni e 4 mesi, Mattia Broseghini condannato a 6 anni.

A tenere i contatti al di là della frontiera sarebbero stati Zahid e Anis Serifovic, nati in Bosnia Erzogovina ma residenti da tempo a Pergine.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza