Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

INPS: cambia la procedura per richiedere gli assegni familiari

Pubblicato

-

L’ INPS con la circolare n. 45 del 22/03/2019 ha disposto nuove modalità per la presentazione della domanda relativa agli assegni familiari.

In particolare dal 01/04/2019 per i dipendenti delle aziende private non agricole sarà possibile inviare la richiesta solo in via telematica, tramite il servizio on-line accessibile dal sito www.inps.it, se in possesso di PIN dispositivo, di una identità SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di Livello 2 o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Se non in possesso di PIN, i dipendenti potranno rivolgersi ai patronati ed agli intermediari dell’Istituto, che provvederanno ad istruire la pratica attraverso i propri servizi telematici.

PubblicitàPubblicità

La domanda di assegno per il nucleo familiare da parte dei lavoratori agricoli a tempo indeterminato continuerà, invece, ad essere presentata al datore di lavoro con il modello “ANF/DIP” (SR16) cartaceo.

L’ INPS ha disposto questa innovazione al fine di garantire all’utenza il corretto calcolo dell’importo spettante ed assicurare una maggiore aderenza alla normativa vigente in materia di protezione dei dati personali.

Le domande presentate in via telematica all’INPS, a decorrere dal 1° aprile 2019, saranno istruite dall’Istituto per la definizione del diritto e della misura della prestazione familiare richiesta. Nell’ambito di tale istruttoria saranno individuati gli importi giornalieri e mensili teoricamente spettanti in riferimento alla tipologia del nucleo familiare e del reddito conseguito negli anni precedenti.

Al cittadino richiedente saranno inviati esclusivamente gli eventuali provvedimenti di rifiuto.

Pubblicità
Pubblicità

L’utente potrà prendere visione dell’esito della domanda presentata accedendo con le proprie credenziali alla specifica sezione “Consultazione domanda”, disponibile nell’area riservata.

In caso di variazione nella composizione del nucleo familiare, o nel caso in cui si modifichino le condizioni che danno titolo all’aumento dei livelli di reddito familiare, il lavoratore interessato deve presentare, esclusivamente in modalità telematica, una domanda di variazione per il periodo di interesse, avvalendosi della procedura “ANF DIP”.

Nei casi previsti di rilascio dell’autorizzazione agli assegni per il nucleo familiare, il lavoratore, che presenta la domanda “ANF DIP” per richiedere il trattamento di famiglia a sostegno del reddito deve presentare, preventivamente, la domanda di autorizzazione tramite la procedura telematica “Autorizzazione ANF”, corredata della documentazione necessaria per definire il diritto alla prestazione stessa.

In caso di accoglimento, a decorrere dal 1° aprile 2019, al cittadino richiedente non verrà più inviato il provvedimento di autorizzazione (modello “ANF43”), ma la struttura territoriale competente procederà all’istruttoria della domanda di “ANF DIP”. In caso di rifiuto dell’autorizzazione sarà, invece, inviato al richiedente il relativo provvedimento (modello “ANF58”).

Ricordiamo che l’autorizzazione agli assegni al nucleo familiare va richiesta nei seguenti casi:

– figli ed equiparati di coniugi/parte di unione civile legalmente separati o divorziati/sciolti da unione civile, o in stato di abbandono;

 – figli propri o del coniuge/parte di unione civile, riconosciuti da entrambi i genitori, nati prima del matrimonio

– figli del coniuge/parte di unione civile nati da precedente matrimonio;fratelli sorelle e nipoti orfani di entrambi i genitori e non aventi diritto a pensione di reversibilità;nipoti in linea retta a carico dell’ascendente (nonno/a);

– familiari minorenni con persistente difficoltà a svolgere funzioni o compiti propri della loro età;

– familiari maggiorenni  con assoluta e permanente impossibilità a svolgere proficuo lavoro;

– minori in accasamento etero-familiare;familiari di cittadino italiano, comunitario, straniero di stato convenzionato, che siano residenti all’estero;

– figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni compiuti ed inferiore ai 21 anni compiuti, purché facenti parte di “nuclei numerosi”, cioè nuclei familiari con almeno 4 figli tutti di età inferiore ai 26 anni.

A cura di Mario Amendola

Pubblicità
Pubblicità

economia e finanza

Cristoforetti Servizi Energia S.p.A. chiude la sottoscrizione del suo primo Minibond di 8 milioni di Euro.

Pubblicato

-

Cristoforetti Servizi Energia S.p.A., tra i leader nazionali nel settore dei servizi energetici con sede legale a Trento ed unità produttive a Vercelli, Milano (Legnano), Padova e Trieste, ha chiuso la sottoscrizione dei Minibond da 8 milioni di Euro.

La prima tranche era stata sottoscritta a giugno 2019 per 4 milioni di Euro dal Fondo Strategico Trentino-Alto Adige, anchor investor dell’operazione.

La restante parte è stata ora sottoscritta da Banca Popolare dell’Alto Adige per un milione di Euro, da Euregio Plus SGR per 2 milioni di Euro, e per il restante milione di Euro da Cassa di Risparmio di Bolzano.

Pubblicità
Pubblicità

Le nuove risorse andranno a supporto del Piano Industriale triennale (2019-2021) che prevede investimenti per 18 milioni di Euro nell’efficientamento energetico e, di conseguenza, nella riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti dovute agli impianti di climatizzazione.

In particolare, per il biennio 2019-2020 sono già previsti investimenti per circa 6,5 milioni di Euro sul sistema edificio-impianto per importanti commesse pubbliche aggiudicate in Lombardia e Veneto.

Cristoforetti Servizi Energia S.p.A., presieduta da Giorgio Gatti, (foto)opera da oltre 25 anni nel settore dell’efficientamento energetico ed impiega ad oggi 107 dipendenti, con un indotto di almeno altre 50 aziende per servizi che vengono esternalizzati.

Cristoforetti Servizi Energia S.p.A. ha chiuso il 2018 con oltre 39 milioni di Euro di ricavi e un EBITDA di 4,8 milioni di Euro.

Pubblicità
Pubblicità

Giorgio Gatti, Presidente di Cristoforetti Servizi Energia S.p.A., dichiara “Il mercato ha dato fiducia allo strumento innovativo dei Minibond ed alla solidità della Cristoforetti sottoscrivendo l’importo massimo previsto di 8 milioni di Euro. Gli investitori, tutti di natura istituzionale, hanno apprezzato il piano industriale triennale e il modo in cui si sta posizionando l’azienda rispetto al mercato, sempre più competitivo. Ci fa pertanto piacere che il nuovo strumento finanziario studiato con i nostri arranger e con gli advisor legali e finanziari sia stato apprezzato e premiato. Ora abbiamo ultimato il percorso che fornisce all’azienda gli strumenti finanziari necessari per concretizzare il piano industriale approvato dal CdA”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Aziende

Dalla vita di tutti i giorni all’arredo della casa, Bermax trova lo stile perfetto per ogni momento

Pubblicato

-

Ogni giorno la vita regala nuovi attimi e nuove opportunità da cogliere ma anche da vivere ed interpretare attraverso l’abbigliamento. Qualsiasi momento della giornata infatti, è un insieme di ruoli e di stili: dalle occasioni importanti che richiedono un look speciale, a quelle dove un semplice outfit può soddisfare l’intera giornata, fino al momento in cui arriva il tempo di lasciare alle spalle il vecchio stile abbracciando le ultime novità e rinnovando il guardaroba.

Casual, elegante o sportivo la soluzione per ogni tipo di stile e abbigliamento è Bermax di Trento che, dal ’95 con oltre 2500 metri quadrati di superficie, è il negozio di moda a Trento alla costante ricerca di novità ed originalità garantendo sempre la migliore qualità sul territorio.

Qui, tutti i momenti della vita trovano il giusto abito, a partire dal grande spazio destinato interamente ai vestiti da sposa, sposo e agli abiti da cerimonia, fino ad interi settori minuziosamente assortiti dedicati sia all’abbigliamento che all‘intimo da donna e da uomo.

Anche la casa da Bermax trova lo spazio e la veste perfetta, con un grande reparto dedicato completamente al mondo dell’arredamento con materassi, stoviglie, addobbi, tappeti, articoli regalo e tutti quegli accessori per la casa indispensabili per arricchire e valorizzare l’ambiente domestico rendendolo unico e personale.

Bermax in un solo grande negozio raccoglie a 360 gradi tutto quello che serve per vivere tutte le opportunità delle vita: dal lavoro, alle occasioni speciali con gli abiti da sposa e cerimonia, alla casa con il mondo dell’arredamento fino ai momenti di festa con la possibilità di una vasta scelta di articoli regalo.

Possibilità di acquistare BUONI PREPAGATI di qualsiasi importo come IDEE REGALO, senza scadenza!

Bermax in via Bolzano, nr. 50 a Gardolo di Trento, è dotato di un grande e comodo parcheggio ed è aperto tutti i giorni con orari:

Orari fino al 20 gennaio 2020
– da martedì al sabato: 9.00 -12.00, 15.00 – 19.00
– domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15.00 alle 19.00.
– il lunedì dalle 15.00 alle 19.00.

Dopo il 20 gennaio 2020, per gli orari d’apertura,  consultare il sito www.bermax.it

..

 

articolo pubblicitario

Continua a leggere

economia e finanza

Oltre 150 giovani imprenditori e professionisti si raccontano e parlano di innovazione

Pubblicato

-

Nella foto Paolo Zanolli e Luigi Riveccio presidente del PAE e di GIPRO

Oltre 150 giovani tra professionisti e imprenditori presenti mercoledì sera alle Cantine Rotari per levento Storie di Innovazione. Giovani imprenditori e professionisti si raccontanoper parlare di innovazione appunto ma anche per creare nuove connessioni e importanti contaminazioni.

Ad aprire il convegno, lAssessore Bisesti, che ha salutato la platea ringraziando per l’invito e si è complimentato per la qualità e per i contenuti di questo convegno.

Ha ricordato le professionalità e l’importanza che i giovani portano sul territorio ed il lavoro svolto dalle Politiche Giovanili a supporto di questo.

PubblicitàPubblicità

Tra i relatori, il giovani apicoltore Matteo Andreatti, l’avvocato Valentina Carollo, il giovane industriale Francesco Orefice di Dial Funghi, medico Michele Motter, l’agronoma Erika Susat , la commercialista Camilla Marchi, che nel corso della serata hanno raccontato la loro visione del lavoro che svolgono e le innovazioni che stanno sviluppando e inseguendo.

A coordinare lintera serata unaltra giovane professionista la giornalista Marika Damaggio.

Attraverso le storie dei relatori si capiscono ed intravedono, importanti innovazioni in ambito di processi, ma anche della tecnologia, della diversificazione aziendale e del passaggio generazionale. Processi importanti che portano con se nuove visioni di sviluppo per il futuro.

Nel suo intevento iniziale, Paolo Zanolli, Presidente del PAE – Tavolo di Imprenditoria Giovanile della Provincia di Trento ha lanciato questo messaggio: ”Si parla spesso, giustamente, di quei giovani che lasciano il nostro Paese. Un problema che sicuramente va affrontato. Io aggiungo, parliamo anche di Noi che rimaniamo, che investiamo nel territorio, che facciamo impresa, che creiamo posti di lavoro e portiamo competenza e professionalità in questa Terra. Noi che siamo il futuro, anzi mi permetto di dire, già il presente del Trentino

Pubblicità
Pubblicità

“L’incontro tra giovani professionisti e giovani imprenditori del Trentino rende evidente, per tutti, lo slancio in termini di innovazione e aggregazione che queste categorie possono regalare al territorio in cui operano. La coesione tra i diversi operatori è fattore indefettibile della crescita e dello sviluppo economico” ha concluso Luigi Riveccio, Presidente del GiPRO – Tavolo dei Giovani Professionisti.

L’evento di mercoledì sera è stato un momento conclusivo comune di due percorsiil progetto Incontri d’Impresa” promosso dal Tavolo di Imprenditoria Giovanile, che ha visto lorganizzazione di incontri finalizzati alla formazione dei giovani imprenditori e alla valorizzazione delle produzioni eno-gastronomiche locale di eccellenza e il Festival delle Professioni, appuntamento importante dellautunno Trentino, che da oltre 10 anni, è anche un momento sociale e di riferimento sia per le scelte politiche, sia per tutti i professionisti e anche per i giovani che guardano al loro inserimento nel mondo del lavoro

In fondo, lincontro stesso organizzato da PAE e GIPRO, rappresenta un importante passo verso una maggiore contaminazione di mondi, di settori, di categorie e di professioni, elemento centrale per il successo dei processi innovativi.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza