Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Ville d’Anaunia, approvato il bilancio: investimenti per più di 10 milioni di euro

Pubblicato

-

Si è aperto con un minuto di raccoglimento in memoria del giornalista Luigi Giuriato – prematuramente scomparso – anche in segno di vicinanza alla sorella, l’assessore Maria Teresa Giuriato, il consiglio comunale di Ville d’Anaunia condotto dal presidente dell’aula Giuseppe Mendini.

Il bilancio è stato approvato con l’astensione delle opposizioni, mentre le mozioni dei gruppi Dinamica e Insieme verso il futuro sono state tutte respinte dalla maggioranza.

Nel corso della seduta sono state presentate le iniziative proposte dalla Commissione famiglie per favorire la natalità ed è stato rinnovato il servizio di trasporto pubblico “Bus delle Ville”.

PubblicitàPubblicità

NOVE MOZIONI, TUTTE RESPINTE – I gruppi Dinamica e Insieme verso il futuro hanno presentato nove mozioni (su interventi necessari per la sicurezza dei pedoni, parco urbano a Sanzenone, gestione delle malghe, strada romana, attuazione delle mozioni, manutenzione dei parchi, manutenzione della rete delle acque bianche, analisi delle entrate tributarie e parco ludico e ricreativo a Tuenno) che, come spiegato dal consigliere Rolando Valentini, oltre a degli specifici argomenti propongono un metodo che si ispira al concetto del controllo di gestione, al quale l’ente dovrebbe far riferimento.

Abbiamo piena fiducia in tecnici, funzionari e addetti comunali – ha detto Valentini – ma vista la dimensione dell’ente, molto più grande rispetto alle dimensioni dei tre ex Comuni, riteniamo che operare con procedure definite possa aiutare chi deve operare, dare delle solide garanzie nonché trasparenza, concretezza e memoria a tutti i processi operativi. Evidentemente le procedure sono intese anche in modo graduale e di semplice attuazione per evitare la burocratizzazione dei processi operativi. Siamo convinti che il metodo operativo possa dare garanzia sia ai cittadini che agli operatori stessi”.

Pubblicità
Pubblicità

Proprio le procedure amministrative previste dalle mozioni hanno suscitato la perplessità del sindaco Facinelli: “Fa piacere ricevere sollecitazioni e suggerimenti costruttivi: le mozioni contengono molte indicazioni interessanti e colgono diversi problemi organizzativi che come ente cerchiamo di risolvere. Lo spirito costruttivo riscontrato nelle mozioni presentate, ha permesso alla giunta di arricchire e migliorare il Dup e di conseguenza il bilancio di previsione, facendo propri parte dei suggerimenti”.

Il sindaco ha affermato di condividere l’importanza della richiesta di dotarsi di procedure amministrative nei vari ambiti proposti: “Sappiamo che se fatto seriamente, è un impegno importante per i nostri servizi. Attualmente gestiscono l’ordinario, le emergenze, lo straordinario; notiamo che giorno dopo giorno i vari uffici si strutturano meglio e sono sempre meno in emergenza. Riteniamo opportuno dare indicazioni come previsto dalle mozioni, trovando una modalità che non appesantisca e irrigidisca troppo il sistema attuale, lasciando la libertà ai responsabili dei servizi di organizzarsi e valutare con quale ritmo procedere”.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo motivo, ha spiegato Facinelli, le mozioni non sarebbero state accolte: i documenti sono stati analizzati e nelle risposte l’amministrazione ha descritto lo stato attuale delle iniziative e le intenzioni della giunta.

Come detto, tutte le mozioni (per un approfondimento sulle tematiche è possibile accedere al sito del Comune) sono state dunque respinte dalla maggioranza, mentre le minoranze hanno fatto fronte comune votando a favore di tutti i documenti in esame. Rolando Valentini ha affermato che “il respingimento di tutte le mozioni ci lascia basiti sia nel metodo che nella sostanza. Il consiglio comunale ha votato contro iniziative, riportate nelle mozioni, che i cittadini ci chiedono quotidianamente”.

BILANCIO DI PREVISIONE – Il bilancio di previsione 2019 pareggia a 20.684.805,98 euro, con circa 5,7 milioni per spese correnti e 10,4 milioni per spese in conto capitale (investimenti). Il sindaco Francesco Facinelli ha sintetizzato le principali opere in esecuzione: 1,49 milioni di euro per la centrale sul Rio Paglia, 335mila euro per la piazza di Rallo, 249mila euro per il cimitero di Tuenno, 505mila euro per le prime opere di sistemazione del Rio Riddi dopo il maltempo, 622mila euro per la strada della roccia in val di Tovel, 170mila euro per viabilità interna e acquedotto, 94mila euro per la videosorveglianza e 42mila euro per l’acquedotto.

Per quanto concerne le opere finanziate e inserite nel programma pluriennale, si parla di 803mila euro per Casa Grandi, 533mila euro per il rio Riddi, 561mila euro per il piazzale delle scuole di Tuenno, 712mila euro per il piazzale di Casa Grandi, 260mila euro per il sottopassaggio interseo, 297mila euro per la pavimentazione della variante del lago di Tovel, 240mila euro per l’illuminazione pubblica, 263mila euro per asfaltature, 527mila euro per il parco dei Diritti umani di Rallo con skatepark e casetta per le famiglie, 100mila euro per la zona sportiva di Tuenno, 163mila euro per gli interventi sul Psr con la sistemazione del sentiero della Centa e la valorizzazione del pascolo Pra de Dont e malga Tuena, 300mila euro per la ristrutturazione e la messa in sicurezza delle caserme dei vigili del fuoco volontari, 85mila euro per la zona tennis, 116mila euro per la videosorveglianza e 187mila euro per marciapiedi.

Nella sua relazione, il responsabile del Servizio finanziario Giorgio Pasquali ha spiegato come per il momento non si rilevano nuove assegnazioni di contributi provinciali per spese di investimento con riferimento all’esercizio 2019. Notizie in merito si avranno solo con l’assestamento del bilancio provinciale in programma nel mese di luglio.

Per quanto riguarda l’Imis le entrate per il 2019 ammontano a 1.290.000 euro: viene confermato l’abbassamento dell’aliquota per i fabbricati di tipo produttivo al 7,4 per mille che nel 2018 ha comportato una riduzione del gettito per oltre 47mila euro. Rimane invece a quota 0 l’aliquota dei fabbricati concessi in comodato gratuito ad associazioni e cooperative sociali; è pari a 0 anche l’aliquota per l’abitazione di proprietà di anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari, mentre viene mantenuta a quota 5 per mille per l’abitazione concessa in comodato gratuito a parenti e affini entro il primo grado.

La differenza del gettito previsto per l’anno 2019, rispetto a quello dell’anno 2018 deriva sostanzialmente dall’approvazione delle varianti non sostanziali ai Prg avvenute lo scorso anno. Il mancato gettito derivante dallo stralcio delle aree edificabili ammonta a 20.650 euro; secondo quanto previsto dalla legge provinciale in materia, l’esenzione Imis retroagisce alla data di presentazione della domanda, per questo motivo il Comune dovrà provvedere a rimborsi per 30mila euro” ha spiegato Pasquali.

Gli eventi meteorologici dell’ottobre 2018 hanno compromesso le entrate per la vendita del legname con un’incidenza negativa sull’intero triennio 2019 – 2021 (104mila euro per quest’anno mentre i proventi sono azzerati negli anni successivi). Si rilevano maggiori costi di gestione delle nuove strutture in particolare per il centro polifunzionale di Portolo e per il municipio e gli uffici amministrativi a “Casa Grandi”.

Anche l’assunzione di nuovo personale per la Segreteria e la Polizia urbana comporta maggiori nuove spese (in totale 1,7 milioni di euro, un importo che non si discosta da quello del 2017). E’ stato fatto notare invece come con la fusione dei Comuni di Nanno, Tassullo e Tuenno la spesa per le indennità di carica sia passata da 167mila euro l’anno a 93mila euro.

Non sono state riviste le tariffe per l’asilo nido. Aumentano invece gli introiti da idroelettrico (236mila euro) in particolare con la nuova centralina sul Rio Paglia (35mila euro che saliranno a 50mila euro a partire dal 2020) e quelle di Santa Emerenziana 1 e 2 (in comproprietà con Cles) grazie ai lavori di ammodernamento: 170mila euro contro i 140mila dello scorso anno. Non va poi dimenticato il fotovoltaico (69mila euro).

Infine il sindaco Facinelli ha proposto un confronto tra i bilanci di previsione degli ex Comuni di Nanno, Tassullo e Tuenno (anno 2015) con quello di Ville d’Anaunia (2019): spesa corrente e rimborso di prestiti sono passati da 5,4 milioni a 5,7 milioni di euro (il valore pro capite per abitante cresce da 1.106 a 1.170 euro), gli investimenti da 7,8 a 10,6 milioni di euro (da 1.587 a 2.174 euro per residente), mentre le entrate tributarie scendono da 1,6 milioni a 1,3 milioni di euro (da 330 a 279 euro per abitante). È stata inoltre presentata una scheda che fotografa il lavoro svolto nel 2018, con un confronto sul 2015 (dunque pre-fusione) e con le municipalità più grandi della valle che punta a dimostrare come le procedure amministrative siano state snellite con l’unificazione.

Rolando Valentini ha osservato con preoccupazione che l’amministrazione propone dei dati statistici elaborati su cifre di carattere preventivo e non su cifre consolidate, quindi soggette a grandi modifiche, mentre in sede di dichiarazione di voto, il capogruppo di Ora Stefano Zanini ha contestato l’atteggiamento della maggioranza che ha respinto le nove mozioni. Secondo Zanini sembra che sul territorio di Ville d’Anaunia tutto vada a gonfie vele, ma non mancano le strutture in cattivo stato di conservazione che non rappresentano un buon biglietto da visita in chiave turistica.

I gruppi di minoranza si sono dunque astenuti e il bilancio è passato con il voto favorevole della maggioranza.

BUS DELLE VILLE – È stato approvato con quattro astensioni (minoranze con Michele de Concini), infine, il rinnovo del servizio di trasporto urbano nelle giornate di martedì, giovedì, venerdì e nel primo lunedì del mese. Una sola ditta ha partecipato al bando e la spesa passa da 26.500 euro a 40mila euro.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Maltempo, chiuse alcune strade a Flavon. Numerosi interventi dei Vigili del Fuoco per taglio piante

Pubblicato

-

Giornata impegnativa quella di oggi per un po’ tutti i corpi dei Vigili del Fuoco della Val di Non, che si sono dati da fare per garantire la sicurezza dei cittadini e per sbrogliare situazioni complicate, soprattutto per quanto riguarda il taglio delle piante che, sotto il peso della neve, hanno ceduto invadendo molte strade. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Neve e ghiaccio a Ville d’Anaunia: l’ordinanza del sindaco Facinelli

Pubblicato

-

Vista la nevicata che ha interessato l’intera Val di Non nella giornata di oggi, il sindaco di Ville d’Anaunia Francesco Facinelli ha ritenuto opportuno emanare un’ordinanza per evitare che possano essere compromesse la circolazione stradale e l’incolumità delle persone. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Cles, rinviati gli appuntamenti “Solitudine e demenza: legami viziosi e legami virtuosi” e “Una valle accessibile a tutti”

Pubblicato

-

Il capoluogo noneso è stato ricoperto con una coltre bianca nella giornata di oggi

Sono stati rinviati a causa della neve i due appuntamenti in programma a Cles per la serata di oggi, venerdì 15 novembre. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza