Connect with us
Pubblicità

Trento

“L’alternanza scuola-lavoro in Trentino: analisi e prospettive”, ieri a Trento il convegno

Pubblicato

-

2.687 studenti per un totale di 602.585 ore di tirocinio svolte nella formazione professionale, 8.652 studenti per un totale di 1.094.003 ore di tirocinio svolte nell’istruzione. 2.339 soggetti ospitanti, 1.017 tutor scolastici e 4.091 tutor aziendali nella sola istruzione.

Sono questi i numeri di una macchina complessa e articolata che da alcuni anni fa dialogare la scuola con il mondo del lavoro per adempiere alla normativa che prevede la realizzazione di tirocini aziendali per tutti gli studenti del secondo ciclo d’istruzione.

Se n’è discusso ieri nel corso del seminario “L’alternanza scuola-lavoro in Trentino: analisi e prospettive” in cui tutti gli attori del sistema si sono confrontati sui risultati sinora raggiunti.

Pubblicità
Pubblicità

“Seppure a livello nazionale c’è stata una riduzione significativa del monte ore di alternanza scuola-lavoro, – ha sottolineato l’assessore all’istruzione e cultura intervenuto al convegno – ci stiamo impegnando per mantenere nella nostra provincia un monte ore adeguato alle attese di scuole e aziende. Recentemente ho avuto modo di incontrare il Ministro e di condividere con lui la nostra volontà, ossia quella di utilizzare gli spazi che la nostra autonomia ci garantisce, per mantenere un numero congruo di ore di alternanza, possibilmente le stesse che le nostre scuole hanno avuto finora. Il Dipartimento sta lavorando alla scrittura delle norme e spero che prossimamente possiamo definire il tutto con la soddisfazione dei soggetti coinvolti”.

Sono 1.696.588 le ore di alternanza scuola-lavoro effettuate in provincia di Trento nell’anno scolastico 2017/2018, di cui  1.094.003 nell’istruzione e 602.585 nella formazione professionale. Si tratta di numeri decisamente importanti quelli presentati oggi a Trento in occasione del seminario “L’alternanza scuola-lavoro in Trentino: analisi e prospettive”.

All’iniziativa, organizzata dal Dipartimento istruzione e cultura della Provincia di Trento, hanno preso parte l’Università degli Studi di Trento,  Fondazione Bruno Kessler, Confindustria Trento,  Federazione Trentina della Cooperazione, Ordine degli Avvocati, tutte le associazioni di categoria e i sindacati.

Pubblicità
Pubblicità

La giornata di approfondimento e confronto è iniziata con l’intervento del dirigente generale del Dipartimento istruzione e cultura della Provincia Roberto Ceccato, che ha illustrato la normativa e i provvedimenti messi in campo dall’Ente pubblico, dopo la riforma del sistema nazionale di istruzione del 2015, per creare le migliori condizioni per la realizzazione di percorsi di alternanza coerenti con i diversi indirizzi di studio di studio intrapresi dagli studenti delle scuole trentine.

“Provvedimenti – ha sottolineato il dirigente Ceccato – che hanno via via sistematizzato una complessa e articolata collaborazione tra gli attori del mondo del lavoro e la scuola. L’ istituzione della figura del referente per l’alternanza, l’approvazione di apposite Linee guida per la salute, la sicurezza e la valutazione, la carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza sono solo alcuni tra gli strumenti che abbiamo messo campo per gestire con maggiore chiarezza e sistematicità questa pratica nella nostra provincia.

I numeri ci dicono che siamo sulla “strada giusta”: gli studenti del triennio coinvolti in esperienze di questo tipo nell’istruzione trentina sono quasi triplicati in tre anni, passando da 4.455 ragazzi nell’anno scolastico 2015/2016 agli 11.818 dello scorso anno.

Numeri in crescita anche nella formazione professionale dove si è passati dai 2.052 studenti dell’anno scolastico 2015/2016 ai 2.687 dello scorso anno. Se ciò è stato possibile è però anche grazie al grande lavoro di sinergia di tutti gli attori del sistema oggi qui presenti. Come emerge dalle testimonianze degli studenti e degli imprenditori queste pratiche sono preziose non solo per i nostri giovani, ma anche per le aziende che mantengono così un contatto diretto con la scuola che forma i lavoratori di domani. Il mio auspicio dunque  è quello di proseguire il dialogo costruttivo intrapreso per ottenere risultati sempre più brillanti all’altezza del nostro “sistema Trentino”.

A seguire sono intervenuti i rappresentanti degli studenti, delle associazioni di categoria, degli ordini professionali e delle aziende che hanno discusso sull’importanza di questo tipo di investimento sul capitale umano.

Dagli interventi è emersa la necessità di mantenere alto il livello dei tirocini e di incrementare ulteriormente il dialogo tra le aziende e il mondo scolastico per ottenere dei percorsi sempre più attinenti alle esigenze formative degli studenti e delle professionalità adeguate alle esigenze del mercato del lavoro.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza