Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Val di Non: una valle che investe sulla famiglia

Pubblicato

-

Il Distretto Famiglia rappresenta una grande forza per le famiglie in Val di Non: dal 2010 a oggi sono 64 i soggetti che hanno aderito volontariamente, 24 di questi hanno acquisito una certificazione Family in Trentino, 13 quella Family Audit.

Chi sono? Comuni, aziende pubbliche di servizi alla persona, istituzioni educative e turistiche, enti no profit, associazioni culturali e sportive, esercizi pubblici, alberghi e aziende che lavorano in rete sul territorio e mettono al centro di ogni azione il benessere familiare, per i residenti e per chi frequenta la valle anche solo per una vacanza.

Il tutto viene strutturato su un programma di lavoro biennale, per poter affrontare azioni più complesse e che derivino anche da una forte co-progettazione e sinergia tra i diversi soggetti attivi nel Distretto.

Pubblicità
Pubblicità

Un programma, quello del 2019, ben definito sia in termini di azioni che in termini spazio-temporali, con attività dedicate in particolare al tema della comunicazione: comunicazione di ciò che il Distretto mette in campo, anche attraverso le azioni e l’impegno dei diversi aderenti, comunicazione in termini di sensibilizzazione alla cultura family sul territorio della valle, dalla conciliazione famiglia-lavoro alla cura delle relazioni all’interno dei contesti familiari.

Sono in programma seminari e workshop sul tema del Distretto Famiglia, delle politiche e certificazioni familiari, informazione e promozione di eventi, progetti specifici, notizie e servizi utili alle famiglie.

Tutto questo tramite magazine e radio locali, l’apertura di una pagina social per essere aggiornati in tempo reale su eventi e tematiche family, infografiche, proiezioni di film e cortometraggi a tema.

Come consuetudine, proseguirà poi l’attività di sensibilizzazione, informazione e supporto sul territorio in merito alle certificazioni Family (Family in Trentino e Family Audit), come strumenti strategici per le organizzazioni al fine di guidare la propria azione, fotografare l’esistente e strutturare processi di miglioramento continuo.

Quest’anno si tenterà inoltre di esplorare nuovamente il connubio sport e famiglia, considerando la pratica sportiva come elemento educativo fondamentale per diventare futuri adulti che possano spiccare il volo, per consolidare e sviluppare stili di vita sani: lo sport come momento di condivisione tra genitori e figli, nonni e nipoti, come volano di sviluppo territoriale e delle reti spontanee tra i diversi attori del territorio.

Visti gli esiti positivi, è in corso un’analisi per capire se è possibile riproporre il bando “Non solo sport”, già attivato 4 anni fa, che prevedeva la costituzione di un fondo comune tra diversi soggetti e l’elaborazione di un bando in cui il criterio cardine, oltre alle tematiche family, è quello di lavorare in rete tra associazioni differenti.

Sempre sul tema del facilitare l’accesso allo sport e agli impianti sportivi, è viva la collaborazione tra diversi attori del territorio, con uno studio di fattibilità per la creazione di una card che permetta l’accesso agevolato ad alcuni impianti sportivi della Valle, dedicato in particolare ad adolescenti fino ai 18 anni.

E ancora, saranno organizzati laboratori e attività per bambini e famiglie all’interno di manifestazioni del territorio ormai consolidate come Pomaria, “1, 2, 3…Storie”, Pompieropoli, per favorire la partecipazione delle famiglie e la condivisione di momenti conviviali informali, progetti e laboratori con anziani e bambini disabili per facilitare inclusione e scambi generazionali, progetti di sostegno alla genitorialità per affrontare insieme le difficoltà nel ruolo genitoriale, cercando di migliorare la relazione con i figli. Attività che oggi, in un mondo di relazioni per così dire “liquide”, appaiono non essere più così scontate.

In fase di progettazione è stato apprezzato il gemellaggio con il Comune di Cascia, zona terremotata dell’Abruzzo, con la finalità di portare l’esperienza di costruzione di rete sociali tramite il progetto del Distretto Famiglia.

Un Distretto, quindi, come spazio di incontro delle risorse e delle potenzialità di ogni attore territoriale, una rete di alleanze che nel tempo ha saputo creare un contesto, o meglio un laboratorio, definito come luogo delle idee, delle corresponsabilità e del fare assieme, dove ognuno porta idee, soluzioni, contributi e risorse per soddisfare il benessere delle famiglie tramite il principio della sussidiarietà, coinvolgendo in un progetto collettivo i 64 soggetti aderenti.

Sono tutte azioni che costruiscono ‘comunità’, sviluppando e consolidando il patrimonio di relazioni reciproche, moltiplicandolo attraverso il senso di appartenenza, di identità sociale di un territorio, di fiducia negli altri – commenta Carmen Noldin, assessore alle politiche familiari della Comunità della Val di Non che coordina in questo momento il Distretto Famiglia –. È un passaggio importante, soprattutto in questo particolare momento in cui le risorse economiche non sono più quelle di una volta e le reti sociali sono divenute ormai frammentate e sfuggenti. Elementi, questi, che impongono un cambio di ritmo e di approccio ai beni comuni ed evidenziano la necessità di una forte sinergia fra i soggetti e le diverse azioni messe in campo”.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Sequestrati in Val di Non ben 133 kg di funghi porcini

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri il personale forestale e di custodia della stazione di Fondo, coadiuvato dai colleghi della stazione di Rumo e dell’Ufficio distrettuale delle foreste di Cles, hanno provveduto ad un controllo della raccolta dei funghi nei comuni di Castelfondo e Brez.

L’operazione di vigilanza ha portato alla redazione di 28 verbali di contravvenzione per violazioni in materia di raccolta di funghi (quasi tutte per raccolta oltre i limiti consentiti) e di 3 verbali per transito non autorizzato su strade forestali.

Si è proceduto inoltre alla confisca di 133 kg di funghi, quasi tutti porcini. 

Pubblicità
Pubblicità

I funghi sono stati devoluti in beneficenza presso strutture locali ad eccezione di un limitato quantitativo che è stato distrutto per dubbia commestibilità, a causa del cattivo stato di conservazione.

In virtù del particolare periodo climatico, che ha favorito una copiosa produzione di funghi nel bosco, molti raccoglitori non si sono accontentati dei 2 kg per persona per giorno previsti dalla legge, superando in molti casi il limite consentito.

Eclatante il caso in cui sono stati contestati 29.5 kg a carico di un singolo raccoglitore che aveva provveduto a nascondere i porcini nel vano della ruota di scorta della propria autovettura.

Nei prossimi giorni è prevista un’intensificazione dei controlli sul territorio provinciale.

Si ricorda che la raccolta è consentita solo dalle ore 7 alle ore 19 nel limite tassativo di 2 kg a testa.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Una giornata all’insegna dello sport per tutti con il Trofeo GSH

Pubblicato

-

Cinquanta e cento metri, trenta metri carrozzina in autonomia e sessanta in assistita, salto in lungo, vortex, giochi di squadra: sono le specialità che hanno visto cimentarsi nella giornata di ieri decine di atleti diversamente abili, accompagnati da numerosi educatori e volontari, nella decima edizione del Trofeo sportivo GSH, che ha avuto per cornice il centro sportivo di Cles.

Una giornata festosa, che dopo le gare svoltesi in mattinata ha visto anche un momento conviviale, seguito da un simpatico e scatenato zumba party.

Quindi le premiazioni, cui hanno partecipato i campioni Maurizio Fondriest e Melania Corradini, le autorità locali e in rappresentanza della Giunta provinciale l’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana.

Pubblicità
Pubblicità

“Sono colpita dal calore e dalla passione che caratterizza questa giornata, anche emotivamente molto coinvolgenteha detto Segnana, portando i saluti del presidente Maurizio Fugatti e degli altri colleghi della Giunta. “Ringrazio tutti gli organizzatori, le cooperative sociali qui rappresentate e i volontari. Il connubio sport e disabilità va sempre sostenuto, perché lo sport è vita e unisce le persone, grazie quindi per il vostro impegno ha concluso l’assessore.

Alle premiazioni erano presenti anche il sindaco di Cles Ruggero Mucchi, l’assessore allo sport del comune noneso Andrea Paternoster, l’assessore alle politiche sociali della Comunità della Val di Non Luciana Pedergnana, il consigliere provinciale Lorenzo Ossanna e il presidente della cooperativa sociale GSH Michele Covi, che ha sottolineato l’importanza per tutti di portare con sé il ricordo di una intensa giornata di vita, al di là dei limiti che ciascuno di noi può avere.

Il decimo Trofeo Sportiva GSH nasce per iniziativa della cooperativa sociale che opera da dal 1990 in vari territori della Provincia di Trento, con l’intento di offrire servizi a persone con disabilità, in età evolutiva ed adulta e con l’obiettivo di rispondere in modo preciso ai loro bisogni.

La manifestazione ludico sportiva, che corona dal 2010 un percorso costante di attività motoria, è aperta alle Cooperative sociali di tutta la Regione.

Composta da circa trenta soci, GSH ha circa sessanta dipendenti e diversi volontari che seguono più di 120 persone con disabilità.

I principi fondamentali a cui si ispira sono l’eguaglianza, l’imparzialità, la continuità, il diritto di scelta, la partecipazione, l’efficienza ed efficacia, perché le persone con disabilità possano crescere, esprimersi ed avere un pieno riconoscimento dei loro diritti, superando situazioni di svantaggio e dipendenza e normalizzando i propri percorsi di vita.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Il Gruppo Bandistico Clesiano ha spento 20 candeline

Pubblicato

-

Il Gruppo Bandistico Clesiano ha festeggiato la settimana scorsa, nel giorno di Ferragosto, i 20 anni di attività. Un traguardo importante e sentito, celebrato nei migliore dei modi con un concerto all’auditorium delle scuole medie di Cles che ha richiamato tante persone tra appassionati e simpatizzanti. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza