Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Val di Non: orso insegue l’auto di una 21enne alla Rocchetta

Pubblicato

-

Mercoledì sera un orso ha speronato un auto.

È successo lungo la statale 43 della Valle di  Non all’altezza di Maso Milano.

Una 21 enne di Cles mentre stava viaggiando ha notato una sagoma scura andarle incontro che poi ha affiancato la sua auto sbattendo più volte contro la fiancata destra.

Pubblicità
Pubblicità

La cosa incredibile è il fatto che l’animale, descritto come di grandi dimensioni, corresse alla stessa velocità dell’autovettura.

La 21 enne è riuscita a mettersi in salvo, mentre la macchina è risultata danneggiata in diversi punti

La ragazza ha distinto nitidamente la figura di un orso e la cosa è stata confermata  anche dagli uomini della forestale che hanno riconosciuto le tracce e trovato del pelo dell’animale sulla carrozzeria.

L’episodio è avvenuto sulla curva sul ponte, scendendo verso la Rocchetta.

L’orso avrebbe continuato a sbattere contro la fiancata finché dopo l’ennesima spinta la 21 enne ha avuto il sangue freddo di controsterzare, a quel punto l’orso si è fermato.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Cles e i vigili del fuoco

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Una scuola tutta nuova per gli alunni di Denno e Sporminore

Pubblicato

-

Una scuola tutta nuova, luminosa, funzionale. Il luogo ideale dove crescere e imparare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ville d’Anaunia: le caserme dei Vigili del Fuoco saranno ammodernate

Pubblicato

-

Le tre caserme dei Vigili del Fuoco volontari di Nanno, Tassullo e Tuenno saranno interessate da lavori di ammodernamento. Il Consiglio comunale ha approvato anche l’assestamento di bilancio, mentre sono state bocciate le due opposizioni alla bonifica del Comitato bosco. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Sequestrati in Val di Non ben 133 kg di funghi porcini

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri il personale forestale e di custodia della stazione di Fondo, coadiuvato dai colleghi della stazione di Rumo e dell’Ufficio distrettuale delle foreste di Cles, hanno provveduto ad un controllo della raccolta dei funghi nei comuni di Castelfondo e Brez.

L’operazione di vigilanza ha portato alla redazione di 28 verbali di contravvenzione per violazioni in materia di raccolta di funghi (quasi tutte per raccolta oltre i limiti consentiti) e di 3 verbali per transito non autorizzato su strade forestali.

Si è proceduto inoltre alla confisca di 133 kg di funghi, quasi tutti porcini. 

PubblicitàPubblicità

I funghi sono stati devoluti in beneficenza presso strutture locali ad eccezione di un limitato quantitativo che è stato distrutto per dubbia commestibilità, a causa del cattivo stato di conservazione.

In virtù del particolare periodo climatico, che ha favorito una copiosa produzione di funghi nel bosco, molti raccoglitori non si sono accontentati dei 2 kg per persona per giorno previsti dalla legge, superando in molti casi il limite consentito.

Eclatante il caso in cui sono stati contestati 29.5 kg a carico di un singolo raccoglitore che aveva provveduto a nascondere i porcini nel vano della ruota di scorta della propria autovettura.

Nei prossimi giorni è prevista un’intensificazione dei controlli sul territorio provinciale.

Si ricorda che la raccolta è consentita solo dalle ore 7 alle ore 19 nel limite tassativo di 2 kg a testa.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza