Urban Coffee Lab: la novità è di casa a Trento
Connect with us
Pubblicità

Food & Wine

Urban Coffee Lab: la novità è di casa a Trento

Pubblicato

-

Alle volte parte tutto da un’intuizione e la voglia di cercare qualcosa di nuovo in una città che sembra “spegnersi” sempre di più.

L’Urban Coffee Lab è nato così, quasi per caso, circa tre anni fa da un giovane insoddisfatto ma pieno di buona volontà e idee originali.

Ora, Emanuele Faes ha solo 23 anni ma è già titolare di due locali che stanno riscuotendo molto successo soprattutto tra gli studenti delle Scuole Superiori e gli studenti Universitari.

PubblicitàPubblicità

Complici i trend del momento, lo stile industriale degli interni e numerose proposte ideate ad hoc per attirare l’attenzione sui Social Network, l’Urban Coffee Lab è diventato in poco tempo un luogo di ritrovo per tantissimi ragazzi.

Ma da dove è partito tutto questo?

Tutto ha avuto inizio con una una lista.

Pubblicità
Pubblicità

Emanuele ha pensato di sedersi a tavolino e di stilare un elenco di ciò che mancava a Trento.

Valutazione e selezione hanno poi fatto tutto il resto.

A contendersi la finalissima di un progetto che era nato solo come una vaga idea erano stati un locale notturno ed una caffetteria americana, di quelle che vanno di moda nelle grandi città come Milano.

L’Urban Coffee Lab, quindi, è diventato il primo e unico locale di questo genere a Trento.

Non è stato un bar di immediata apertura. Prima del suo “debutto” è dovuto passare circa un anno di accurata progettazione e ricerca di fornitori.

La scelta non è stata facile, così come non è stato semplice capire che impronta dare al locale: Trento aveva bisogno di una novità, di una ventata di aria fresca, di qualcosa che attirasse i giovani e che portasse un po’ di calore in una città che sembra essere sempre più spenta e meno adatta agli Under25.

Il connubio perfetto tra Vegan e American Food ha portato l’UCL a diventare uno dei bar del centro più affollati sin dalla sua apertura avvenuta il 25 novembre 2016 in Via Cavour.

L’incredibile successo riscosso ha convinto il proprietario ad aprire un secondo lacale nel quartiere delle Albere lo scorso 2 febbraio.

E’ qui che l’innovazione ha incontrato una nuova idea sempre basata sulla vita nelle grandi città: il brunch, ovvero il tradizionale mix tra colazione pranzo servito generalmente tra le ore 11:00 e le 15:00 nei fine settimana soprattutto negli USA ed in Inghilterra.

La favorevole accoglienza degli studenti in Erasmus e di quelli che si recano abitualmente alla Biblioteca Universitaria, in aggiunta a tutto il microcosmo situato nel quartiere progettato da Renzo Piano ed il passaparola che ne è stato il filo conduttore, ha permesso l’affermazione di questa nuova location rendendola una delle novità più interessanti per le prossime stagioni.

“Come ipotetico obbiettivo ci sarebbe quello di aprire, un giorno, un locale a Rovereto ed uno a Bolzano. Per ora andiamo avanti giorno per giorno. Lo staff è formato da una decina di giovani e, insieme, stiamo lavorando per realizzare nuove idee. Attualmente, alle Albere, cerchiamo di organizzare un evento al mese con DJ set e artisti di vario genere. Nel nuovo quartiere è tutto in crescita: la scelta di aprire un nuovo locale qui è stata un vero e proprio investimento per il futuro. Gli uffici, il parco, il Muse, i locali… c’è sempre molto da fare e molto ancora da migliorare.Racconta lo stesso Emanuele, ammettendo di essere una persona che non si accontenta mai. “Alle Albere abbiamo un cuoco pasticciere che predilige l’utilizzo di frutta e verdura. Grazie a lui siamo riusciti a fondere cibi Americani e cibi vegani creando un qualcosa di nuovo e giovanile. Non volevamo essere “solo” un locale vegano o “solo” una caffetteria americana. Volevamo e potevamo essere entrambe le cose, ed è quello che abbiamo fatto. Ora, continueremo a lavorare e a realizzare novità sempre più interessanti da proporre alla nostra clientela.”

Che dire, a questo locale ed al suo titolare il potenziale di certo non manca e nemmeno la volontà di mettersi in gioco e di esplorare nuovi orizzonti.

Con l’arrivo della bella stagione, non ci sono dubbi sul fatto che l’Urban alle Albere diventerà un luogo di ritrovo fisso soprattutto per molti giovani.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza