Connect with us
Pubblicità

Trento

Dopo il furto investe il direttore del negozio, arrestato

Pubblicato

-

Nella tarda mattinata di giovedì un quarantunenne, dopo essere stato scoperto mentre rubava,  è scappato tentando di investire i commessi.

Nel negozio “L’isola dei tesori” di via Madonna Bianca il responsabile del negozio ed il capoarea sono finiti al pronto soccorso, ma fortunatamente hanno riportato solo alcune lievi contusioni.

Poco dopo le 13 un quarantunenne insieme alla fidanzata è entrato nel negozio.

PubblicitàPubblicità

Il suo comportamento ha fin da subito insospettito il personale, notando come l’uomo si girasse spesso attorno cercando se ci fossero delle telecamere.

Il quarantunenne dopo aver nascosto alcuni prodotti, ha tentato di uscire fingendo di non aver comprato nulla.

A quel punto il responsabile, aveva chiesto all’uomo di pagare la merce rubata per un valore complessivo di 60 euro.

Dopo la fuga dell’uomo verso il parcheggio, il direttore e alcuni dipendenti lo hanno inseguito cercando di bloccarlo ponendosi dietro alla vettura.

Nonostante l’uomo avesse ancora la possibilità di redimersi, ha deciso di scappare, urtando il responsabile del negozio che è caduto a terra.

Un altro dipendente tentando un ultimo disperato tentativo di fermarlo, si è piazzato sul cofano dell’auto.

Anche lui è stato sbalzato a terra.

Nella concitazione l’uomo si era dimenticato di far salire la fidanzata.

Al suo ritorno nel negozio ha trovato gli stessi commessi con gli agenti della polizia.

Trasferito in questura, ha passato la notte fra giovedì e venerdì in carcere.

Ieri pomeriggio il Tribunale di Trento ha convalidato la custodia cautelare in attesa del processo giovedì 28 marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Anziana furibonda devasta la sede della Cgil in via Muredei

Pubblicato

-

Ci sono volute 2 pattuglie della polizia Locale, 3 ambulanze di Trentino Emergenza  e alcuni dipendenti del Sindacato per fermare un’anziana signora che poco prima delle 18.00 è entrata negli uffici della Cgil in via Muredei furibonda cominciando a spaccare tutto ed inveire contro i presenti.

La signora, piuttosto robusta, che i testimoni dicono aver avuto una forza incredibile, prima di essere bloccata e sedata ha seminato il panico dentro gli uffici danneggiando qualsiasi cosa gli capitasse a tiro. Sconosciute per il momento le ragioni che hanno portato l’anziana donna a dare in escandescenza. 

Per fortuna alla fine nessuno si è fatto del male.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Le telecamere confermano: forzate due porte a vetri del palazzo della Provincia

Pubblicato

-

In relazione ai fatti avvenuti venerdì scorso nel palazzo della Provincia, l’Amministrazione provinciale ha potuto verificare oggi il video, già a disposizione delle forze dell’ordine, registrato dalle telecamere di sorveglianza installante all’interno della sede di Piazza Dante.

Il filmato conferma, come dichiarato alla stampa dal presidente, Maurizio Fugatti, che due porte a vetri, di prassi chiuse in entrata, da cui si accede passando dal parcheggio interno, sono state forzate da alcune persone.

Va, inoltre, rilevato che su quell’entrata sono affissi due cartelli, nel primo si precisa che le porte sono chiuse e nel secondo si chiede di non forzare le porte.

PubblicitàPubblicità

La Provincia procederà, pertanto, a segnalare all’autorità giudiziaria il comportamento illegale chi è entrato con tali modalità.

I sindacati, le associazioni, e gli esponenti del centro sinistra Trentino presenti avevano riferito che l’entrata da parte dei ragazzi dei centri sociali dentro il palazzo della provincia era avvenuta senza nessuna violenza ma in modo pacifico.

A quanto pare non sarebbe così.

Le immagini delle telecamere interne ed esterne infatti direbbero l‘esatto contrario.

Scoprire i responsabili ora non dovrebbe essere difficile, come risalire ai mandanti che di fatto hanno aizzato con tanto di megafono i ragazzi dei centri sociali contro gli assessori presenti al convegno. 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Tamponamento fra camion in A22, per ore traffico nel caos

Pubblicato

-

Credits © TgrTrento

L’incidente è successo verso le 6.00 di stamane sulla corsia sud fra Rovereto nord e Rovereto Sud in A22  all’altezza dell’abitato di Isera.

Il tamponamento ha visto protagonisti due camion, uno dei quali adibito al trasporto di generi alimentari e latte è rimasto distrutto, come si vede nelle immagini.

L’autista, un uomo di 43 anni, ferito lievemente, è stato medicato sul posto e ha rifiutato il trasporto in ospedale.

Pubblicità
Pubblicità

Incolume l’altro camionista.

Sul posto i vigili del fuoco di Rovereto, i permanenti di Trento e la polizia stradale.

Lo scontro ha subito creato gravi disagi per il traffico che è peggiorato ancora dopo un ‘ulteriore incidente avvenuto sulla tangenziale di Trento poco prima delle 9.00. (Coinvolta una 67 enne che è finita in ospedale in codice rosso)

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza