Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Riva del Garda: nuovo comandante per la stazione dei Carabinieri

Pubblicato

-

Si è insediato da qualche giorno il nuovo Comandante della Stazione Carabinieri di Riva del Garda.

E’ il Luogotenente Carica Speciale Diego Dobbo, 50 anni, originario di Pavia, sposato e padre di un figlio 16enne, dopo il diploma di perito industriale, si è arruolato nell’Arma come ausiliario nel 1987 prestando servizio alla Stazione di Gallarate (VA).

L’anno successivo è transitato alla scuola Sottufficiali per diventare nel 1990 Vice Brigadiere.

PubblicitàPubblicità

Subito dopo ha avuto il suo primo incarico da sottufficiale alla Stazione di Lasino (TN) per poi passare alla Compagnia di Trento come capo equipaggio della Radiomobile e poi addetto all’aliquota operativa.

E’ così che inizia il suo percorso come investigatore che lo ha portato dal 1994 ad operare nell’Antidroga, dapprima a Bologna e successivamente a Trento, fino al 2013, con all’attivo grosse operazioni, la più importante delle quali quella che, nel 2011, aveva consentito di smantellare un cartello internazionale dedito al traffico di droga in cui vennero arrestate 26 persone, 15 in Italia e 11 all’estero, in particolare Spagna e Colombia con il sequestro di oltre 2mila chili di cocaina al porto di Genova, operazione che gli è valso l’encomio solenne del Comandante Generale Dell’Arma dei Carabinieri.

Dal 2013 a qualche giorno fa ha comandato la Stazione di Vallelaghi.

Tra i molti riconoscimenti anche quello, prestigiosissimo, del giugno scorso con cui il Presidente della Repubblica lo ha proclamato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Il Nuovo Comandante ha fatto subito visita al Primo Cittadino di Riva del Garda, Dott. Adalberto Mosaner e nel corso dell’incontro con il Sindaco, che ha portato il suo benvenuto e quello della intera Giunta Comunale, si sono subito affrontati i temi di interesse comune, quali la sicurezza urbana, la videosorveglianza e la collaborazione con la Polizia Locale, ma anche diversi aspetti sociali del territorio, quali quelli legati all’uso della droga e dell’alcool, in particolar modo tra i giovani, da poter affrontare in maniera sinergica.

Gli incontri sono proseguiti con il Dirigente del locale Commissariato di P.S. dott. Giuseppe Grasso, con il Comandante della Tenenza della Guardia di Finanza Capitano Elena d’Onofrio e con il Comandante della Polizia Locale Dott. Marco D’arcangelo.

Nei prossimi giorni ci sarà l’incontro con il Sindaco Neo eletto di Tenno dott. Giuliano Marocchi, territorio che ricade nella competenza della Stazione CC di Riva del Garda.

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

L’appello: «Aiutateci a trovare Bubi»

Pubblicato

-

È questo l’appello che Silvia Berteotti ha lanciato sui social.

«Questa casa sembra vuota senza il nostro bubi, ancora nessuna segnalazione. Si è perso sabato pomeriggio nei boschi sopra Stravino, se qualcuno lo vedesse girovagare, chiamateci allo 3407311924»

Sono già oltre 15 giorni che Bubi è sparito. Il grazioso animale porta un collare blu con medaglietta con nome e numero di telefono.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Soccorso Alpino: recuperati due giovani in difficoltà sul Monte Altissimo

Pubblicato

-

Nel pomeriggio di ieri l’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino è stata chiamata a intervenire per recuperare due escursionisti in difficoltà sul Monte Altissimo.

I due, un ragazzo e una ragazza della provincia di Verona, stavano salendo a piedi con il cane dal Rifugio Graziani a Malga Campei.

Tra malga Campo e Malga Campei si sono trovati a dover attraversare una lingua di neve e ghiaccio senza avere i ramponcini.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’impossibilità di proseguire hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 14.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino ha mobilitato una squadra di 3 tecnici i quali hanno raggiunto i due escursionisti, grazie alle coordinate gps, salendo per un tratto di strada con il quod e proseguendo poi a piedi.

I soccorritori hanno dotato di ramponcini i due ragazzi e con una corda li hanno guidati lungo la lingua di ghiaccio e neve, per poi accompagnarli, incolumi, a valle.

Alle operazioni si recupero hanno partecipato anche i Vigili del Fuoco di Brentonico.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Ieri l’ncontro fra la Giunta provinciale di Trento e quella comunale di Riva del Garda

Pubblicato

-

La ciclabile del Garda, le questioni degli affitti turistici, del Polo scolastico nel rione De Gasperi, della revisione dei criteri di finanziamento del Corpo di Polizia Locale intercomunale, dello spostamento della stazione delle autocorriere e dell’omogeneizzazione del sistema raccolta rifiuti dell’Alto Garda, oltre alla conferma del personale del Progettone per la custodia del Museo Alto Garda e del Forte Garda sul Monte Brione.

Sono molti i temi al centro dell’incontro fra la Giunta provinciale di Trento e quella del Comune di Riva del Garda, guidata dal sindaco Adalberto Mosaner, che si è tenuto ieri pomeriggio nel Capoluogo, secondo un modus operandi instaurato dalla nuova Giunta provinciale basato sull’ascolto e sul dialogo con le amministrazioni comunali, per affrontare con spirito collaborativo le principali questioni aperte.

“Si è trattato di un incontro conoscitivo molto proficuo – ha commentato al termine il presidente Maurizio Fugatti – servito a mettere sul tappeto le principali questioni che riguardano Riva, ma che hanno spesso anche una valenza importante per tutto il Trentino. Sulla necessità di completare la ciclabile del Garda verso Limone – ha detto il presidente che nei giorni scorsi aveva effettuato un sopralluogo – dobbiamo mettere in campo ogni sforzo per accelerare. Vogliamo fare presto e bene, senza nasconderci che l’opera è impegnativa, ma ben sapendo che si tratta di un biglietto da visita per il Garda trentino”.

Pubblicità
Pubblicità

Al centro del confronto fra le due giunte anche la questione della difficoltà, causa gli affitti turistici, a reperire appartamenti in locazione per i residenti. “E’ un tema complesso – hanno evidenziato il presidente Fugatti e l’assessore al turismo, Roberto Failoni – che riguarda anche altre zone del Trentino e che stiamo studiando al fine trovare una soluzione”.

L’incontro è terminato con l’impegno da parte della Giunta provinciale di esaminare ed approfondire, entro un mese, le varie richieste avanzate dall’amministrazione rivana e di verificare le eventuali soluzioni, che potrebbero poi essere definite puntualmente in uno specifico protocollo d’intesa.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza