Connect with us
Pubblicità

Trento

I ristoratori trentini incontrano l’assessore Failoni

Pubblicato

-

L’incontro tra la Giunta dell’Associazione ristoratori del Trentino e l’assessore provinciale Roberto Failoni si è tenuto nella serata di ieri.

Si è trattato del primo incontro ufficiale durante il quale sono stati affrontati alcuni temi di particolare importanza per la categoria.

All’incontro erano presenti, oltre ai membri della Giunta guidata da Marco Fontanari anche i vicepresidenti Francesco Antoniolli e Flavio Biondo, il presidente onorario Danilo Moresco e il segretario dell’associazione Mattia Zeni. Al centro dell’attenzione temi quali l’Osteria tipica trentina, le scuole di formazione, TrentoDoc e i buoni pasto.

PubblicitàPubblicità

OSTERIA TIPICA TRENTINA – L’assessore Failoni ha convenuto sulle osservazioni prodotte dall’Associazione: dopo quindici anni di attività, il marchio di prodotto “Osteria tipica trentina” necessita di una revisione e di un ripensamento.

Non tanto nelle finalità – la promozione della qualità del settore agroalimentare trentino – quanto nelle modalità di promozione e di gestione del marchio.

In questo senso, la proposta dell’Associazione è quella di avviare un tavolo di lavoro per elaborare le proposte di aggiornamento e curare il rilancio del marchio, magari in collaborazione anche con gli altri protagonisti della filiera.

D’altra parte, tutti i ristoranti aderenti esibiscono con soddisfazione il marchio, convenendo sulla necessità di fornirgli nuovi impulsi.

SCUOLE DI FORMAZIONE – L’Associazione ha illustrato all’assessore i progetti che sta seguendo in stretta collaborazione con gli istituti professionali.

L’obiettivo è rendere sempre più vicine le esigenze delle imprese alla preparazione scolastica degli allievi, per garantire un “passaggio” nel mondo del lavoro proficuo e produttivo.

In particolare, il gruppo di lavoro interno all’associazione sta fornendo elementi importanti per aggiornare e arricchire, ove consentito, i programmi di formazione.

Anche su questo punto Failoni si è dichiarato estremamente favorevole, ricordando il lavoro in sinergia con il collega assessore Bisesti per qualificare maggiormente gli istituti di formazione professionale.

Il progetto Trentodoc
Un momento a parte, rispetto al tema della promozione dei prodotti della filiera agroalimentare trentina, è stato dedicato al Trentodoc.

L’Associazione sta elaborando un progetto, in collaborazione con la categoria dei vitivinicoli aderenti all’Associazione grossisti di Confcommercio Trentino, per valorizzare nei locali aderenti il Trentodoc, un prodotto dalla qualità elevata e dalle molte potenzialità, in parte ancora inespresse sul proprio territorio di origine. Anche in questo caso Failoni ha mostrato il proprio plauso all’iniziativa.

BUONI PASTO – L’Associazione ha espresso i propri dubbi e preoccupazioni sulla gara d’Appalto per il servizio sostitutivo di mensa per i dipendenti provinciali sottolineando come tutto l’onere economico venga di fatto scaricato sugli operatori della somministrazione.

Durante l’incontro è emerso anche il tema della concorrenza sleale che il settore della ristorazione deve subire.

Il presidente dell’Associazione Fontanari ha ribadito la posizione della categoria: «Non abbiamo nulla in contrario ai momenti di aggregazione delle tante comunità locali trentine, anzi, spesso gli esercenti collaborano attivamente alla realizzazione degli eventi.

La nostra associazione è però da sempre presente nel contrastare forme di concorrenza sleale e i fenomeni di abusivismo provenienti da falsi agriturismi, circoli privati o feste varie, che non rispettano il principio “stesso mercato, stesse regole”.

Quello che chiediamo a gran voce è chiarezza e condizioni uguali per tutti: non è giusto che noi, ristoratori professionisti, dobbiamo far fronte a obblighi normativi e fiscali a cui gli altri non sottostanno».

L’ultima richiesta all’assessore Failoni è stata quella di far sì che anche i ristoranti possano richiedere l’autorizzazione al rilascio della concessione edilizia in deroga per ampliamenti di metratura.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Anziana furibonda devasta la sede della Cgil in via Muredei

Pubblicato

-

Ci sono volute 2 pattuglie della polizia Locale, 3 ambulanze di Trentino Emergenza  e alcuni dipendenti del Sindacato per fermare un’anziana signora che poco prima delle 18.00 è entrata negli uffici della Cgil in via Muredei furibonda cominciando a spaccare tutto ed inveire contro i presenti.

La signora, piuttosto robusta, che i testimoni dicono aver avuto una forza incredibile, prima di essere bloccata e sedata ha seminato il panico dentro gli uffici danneggiando qualsiasi cosa gli capitasse a tiro. Sconosciute per il momento le ragioni che hanno portato l’anziana donna a dare in escandescenza. 

Per fortuna alla fine nessuno si è fatto del male.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Le telecamere confermano: forzate due porte a vetri del palazzo della Provincia

Pubblicato

-

In relazione ai fatti avvenuti venerdì scorso nel palazzo della Provincia, l’Amministrazione provinciale ha potuto verificare oggi il video, già a disposizione delle forze dell’ordine, registrato dalle telecamere di sorveglianza installante all’interno della sede di Piazza Dante.

Il filmato conferma, come dichiarato alla stampa dal presidente, Maurizio Fugatti, che due porte a vetri, di prassi chiuse in entrata, da cui si accede passando dal parcheggio interno, sono state forzate da alcune persone.

Va, inoltre, rilevato che su quell’entrata sono affissi due cartelli, nel primo si precisa che le porte sono chiuse e nel secondo si chiede di non forzare le porte.

Pubblicità
Pubblicità

La Provincia procederà, pertanto, a segnalare all’autorità giudiziaria il comportamento illegale chi è entrato con tali modalità.

I sindacati, le associazioni, e gli esponenti del centro sinistra Trentino presenti avevano riferito che l’entrata da parte dei ragazzi dei centri sociali dentro il palazzo della provincia era avvenuta senza nessuna violenza ma in modo pacifico.

A quanto pare non sarebbe così.

Le immagini delle telecamere interne ed esterne infatti direbbero l‘esatto contrario.

Scoprire i responsabili ora non dovrebbe essere difficile, come risalire ai mandanti che di fatto hanno aizzato con tanto di megafono i ragazzi dei centri sociali contro gli assessori presenti al convegno. 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Tamponamento fra camion in A22, per ore traffico nel caos

Pubblicato

-

Credits © TgrTrento

L’incidente è successo verso le 6.00 di stamane sulla corsia sud fra Rovereto nord e Rovereto Sud in A22  all’altezza dell’abitato di Isera.

Il tamponamento ha visto protagonisti due camion, uno dei quali adibito al trasporto di generi alimentari e latte è rimasto distrutto, come si vede nelle immagini.

L’autista, un uomo di 43 anni, ferito lievemente, è stato medicato sul posto e ha rifiutato il trasporto in ospedale.

Pubblicità
Pubblicità

Incolume l’altro camionista.

Sul posto i vigili del fuoco di Rovereto, i permanenti di Trento e la polizia stradale.

Lo scontro ha subito creato gravi disagi per il traffico che è peggiorato ancora dopo un ‘ulteriore incidente avvenuto sulla tangenziale di Trento poco prima delle 9.00. (Coinvolta una 67 enne che è finita in ospedale in codice rosso)

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza