Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Paura a Pergine Valsugana: rapina a mano armata nel supermercato Dpiù

Pubblicato

-

Rapina a mano armata ieri (5 marzo) nel discount Dpiù di Pergine Valsugana dove verso le 19:30 un uomo con la visiera calata sugli occhi e coperto con il cappuccio della felpa, ha fatto irruzione nel locale.

Una volta entrato, ha minacciato tutti i presenti con la pistola, intimando loro di allontanarsi.

Si è diretto verso una delle due casse e dopo averla messa sottobraccio si è avviato verso l’uscita.

Pubblicità
Pubblicità

Dal registratore era già stato tolto però quasi tutto l’incasso, e il rapinatore ha dovuto accontentarsi dei circa 200 euro rimanenti. Un misero bottino.

Nonostante i presenti fossero sotto shock, sono riusciti a fare un minimo di identikit dell’uomo: alto fra il metro e 80 e il metro e 90, scuro di carnagione, con accento italiano senza inflessioni straniere.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Una volta uscito dal supermercato il malvivente si è allontanato senza fretta.

Probabile che in zona ci fosse un complice con un’auto ad aspettarlo, ma non si esclude che abbia preso il treno.

Le ricerche degli investigatori sono iniziate, anche se l’esercizio non è provvisto di telecamere e non sarà quindi facile rintracciare il rapinatore.

Gli agenti dovranno quindi ora fare affidamento sulle immagini riprese dalle telecamere della videosorveglianza comunale, sperando che in qualche fotogramma sia stato immortalato l’allontanamento o l’eventuale auto utilizzata per la fuga.

Una pattuglia dell’Arma è rimasta a lungo appostata sulla rotatoria principale antistante la chiesa.

Finora le ricerche hanno avuto esito negativo, e del malvivente si sono perse le tracce.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Il braccio rude della legge in Valsugana: aggiornamenti

Pubblicato

-

Il Comandante della Polizia Locale si confronta col Presidente C.I.S.A.R. in un programma radiofonico.
(altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Levico, case Itea: al freddo da metà aprile

Pubblicato

-

La denuncia arriva al numero WhatsApp della nostra redazione (3922640625).

In una palazzina di via Cavour a Levico Terme 9 appartamenti sono al freddo senza riscaldamento da metà aprile.

Negli appartamenti vivono per lo più persone anziane, alcune con problemi di salute non indifferenti. 

Pubblicità
Pubblicità

«Abbiamo chiamato Itea e siamo in attesa di risposta ormai da oltre un mese. Purtroppo si pensava che arrivasse il caldo ed invece la primavera tarda a venire. Il problema – spiega uno dei condomini – è che Itea non è presente come amministratore e quindi diventa tutto più difficile».

Oggi a Levico Terme la temperatura minima è scesa a 8 gradi, e fa freddo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Freddo che purtroppo le persone anziane sentono molto di più, specie quando sono malate.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Primiero: un 79enne vola con la sua auto per trenta metri lungo una scarpata. E’ grave

Pubblicato

-

Nel primo pomeriggio di ieri il settantanovenne Dario Orsingher è rimasto coinvolto in un incidente stradale lungo la strada che da Caoria scende verso Canal San Bovo.

Pochi minuti dopo le 13, a meno di cinque chilometri dall’abitato di Caoria, Dario Orsingher ha improvvisamente perso il controllo della sua Fiat Panda nell’affrontare una semicurva.

L’auto è uscita fuori strada finendo lungo la scarpata che scende verso il torrente Vanoi.

Pubblicità
Pubblicità

La vettura ha fatto un volo di circa trenta metri per poi finire sul prato che costeggia il torrente.

Immediati i soccorsi chiamati dagli altri automobilisti.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Da Caorla si sono mobilitati gli uomini del Soccorso alpino della stazione locale mentre da Canal San Bovo sono arrivvati vigili del fuoco volontari e gli operatori della Croce Rossa.

E’ giunto sul posto anche l’elicottero che ha trasportato il ferito all’Ospedale Santa Chiara. L’uomo è stato trovato in stato di incoscienza ma si è ripreso poco dopo grazie all’intervento tempestivo del medico rianimatore.

Dario Orsingher si trova nel reparto di terapia intensiva e le sue condizioni sono gravi.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza