Connect with us
Pubblicità

Trento

Relazione difensore civico: Apss, Itea e Inps ancora poco trasparenti

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

“Nonostante il potere non coercitivo accordato dalla legge provinciale al difensore civico, la ricerca del contatto diretto con gli enti pubblici per favorire, al di là delle lettere inviate, il dialogo e il chiarimento delle difficoltà con i cittadini, ha accelerato la soluzione dei problemi, anche se restano delle criticità sui versanti della trasparenza, dell’accesso e del linguaggio incomprensibile perché troppo tecnico. Certo, molta strada resta da percorrere per garantire risposte adeguate da parte della pubblica amministrazione. Per questo occorre semplificazione normativa e burocratica. Ma ho fiducia nella possibilità che la situazioni migliori”.

Ha riassunto in queste parole il bilancio di cinque anni di lavoro, l‘avv. Daniela Longo, difensore civico della Provincia che, giunta a fine mandato, ha presentato ieri l’ultima relazione annuale sull’attività nel 2018 dell’ufficio a lei affidato.

Relazione che sarà ora oggetto di discussione in Consiglio provinciale.

Pubblicità
Pubblicità

Eletta in aula il 18 febbraio 2014 con 25 voti, alcuni dei quali delle minoranze, ieri Daniela Longo ha ricevuto il “grazie” del presidente dell’assemblea legislativa Walter Kaswalder, che ha esteso la riconoscenza ai collaboratori dell’ufficio.

Il buon lavoro del difensore civico – ha ricordato – è stato coronato da riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, l’ultimo dei quali ottenuto nei giorni scorsi a Roma, dove Longo è stata riconfermata vicepresidente del Coordinamento nazionale dei difensori civici.

Kaswalder ha ricordato anche la nomina di Longo nel direttivo di un istituto europeo dedicato alla difesa civica e i seminari sulla trasparenza e l’accesso ai quali ha partecipato da protagonista, a Trento con l’Euregio e nella Sala Zuccari del Senato.

Pubblicità
Pubblicità

Longo ha spiegato che nel 2018 i numeri dell’attività svolta dal difensore civico non si discostano di molto da quelli dell’anno precedente.

Un dato positivo segnalato da Longo è stato l‘aumento delle segnalazioni di problemi via e-mail da parte dei cittadini.

“Nostro compito – ha ricordato – è aiutare le amministrazioni pubbliche a dialogare con il cittadino usando per questo grande pazienza nel ricucire e ricostruire le relazioni e la fiducia tra le parti“. Longo ha messo in luce come i Comuni, quando i rapporti con i cittadini appaiono spinosi, specie se il disaccordo riguarda materie urbanistiche (espropri, calcolo dell’Imis, ecc.) i tempi delle risposte si allungano. “Per questo – ha detto – ho cercato di spingere le amministrazioni a promuovere i contatti personali e i colloqui con i residenti interessati”.

Oggi secondo il difensore civico a tutte le pubbliche amministrazioni del Trentino occorre chiedere “un maggior impegno per la trasparenza“.

Questo perché la riforma Madia, che per l’accesso civico ha previsto la possibilità di chiedere documenti alla pubblica amministrazione senza fornire alcuna motivazione, ha indotto i Comuni a trincerarsi spesso dietro la necessità di tutelare la privacy. Il punto, ha osservato Longo, sta allora nel bilanciare il diritto alla riservatezza con quello alla trasparenza e all’accesso, due versanti, questi ultimi sui quali oggi occorre migliorare.

Longo ha ricapitolato le principali criticità emerse nel 2018.

Ha ricordato di aver avuto difficoltà nell’ottenere risposte dall’Inps e dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari (Apss), “anche se la mia insistenza nelle relazioni con i due enti alla fine ha avuto effetti positivi”.

Con l’Apss i problemi riguardano la gestione della privacy sulla salute quando ad esempio i genitori chiedono i dati dei figli ultraquattordicenni. Da parte dell’Inps le risposte tardano sempre ad arrivare per le pratiche complesse, ma mettono in difficoltà i cittadini soprattutto per il linguaggio troppo tecnico che rende necessaria una traduzione.

Longo ha poi segnalato quanto l’Itea sia “restia” ad intervenire per la manutenzione ordinaria delle case e nel fornire risposte semplici da capire ed esaustive.

In tema di tributi/tariffe per il difensore civico occorre risolvere i disguidi nella riscossione, e servirebbe più attenzione alle difficoltà segnalate dai cittadini. Territorio e ambiente: i cittadini sono molto vigili – ha osservato Longo – e chiedono un buon livello di manutenzione delle parti pubbliche.

Urbanistica: la normativa troppo complessa ostacola la soluzione dei problemi, specie se datati e va quindi semplificata.

Nel 2018 il difensore civico ha aperto anche 52 pratiche come Garante dei minori, ruolo che a breve dovrà essere affidato per la prima volta ad una figura distinta nominata dal Consiglio provinciale per attuare la legge 5 del 2017. In questo campo le aree di intervento citate da Longo sono la scuola, la famiglia e l’utilizzo di internet. Internet che l’ha impegnata perché – ha avvertito – “le criticità attuali riguardano la gestione della privacy delle immagini dei minori su Instagram”.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

Fondo rende omaggio a Carlo Battisti

Piana Rotaliana2 ore fa

Mezzolombardo, attivato il servizio gratuito di trasporto pubblico in località “ai Piani”

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Trovato il camper che ha tamponato un mezzo dei Vigili del Fuoco durante un intervento

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Mestieri rumorosi, a Cavedago entra in vigore l’apposita ordinanza

Trento4 ore fa

Ottimi i dati Invalsi, allievi fragili: Trentino eccellenza italiana per l’inclusione

Fiemme, Fassa e Cembra5 ore fa

Marmolada: continuano le ricerche, rinvenuti altri resti

Trento6 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 744 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Fiemme, Fassa e Cembra6 ore fa

Marmolada: vietati gli accessi alla montagna, il sindaco di Canazei firma una nuova ordinanza

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

David Dallago respinge ogni accusa: “Non sono stato io ad uccidere Fausto Iob, sono innocente”

Trento7 ore fa

Il 25 luglio il presidente Fugatti illustrerà l’assestamento di bilancio 2022 e il Defp 2023 -2025

Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

Marmolada: “la differenza con la valanga al Pian dei Fiacconi del 2020 sono le vittime”

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Principio d’incendio in un abitazione a Rabbi, massiccio intervento dei Vigili del Fuoco

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

“Il tramonto dei ghiacciai”: una serata per capire le conseguenze e un’escursione al Rifugio Larcher

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Cles, pronti i nuovi campi da pallavolo e beach volley

Trento9 ore fa

“Non ci sono le condizioni per effettuare un Tso, la questione è di ordine pubblico” le parole della Pat

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi4 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Telescopio Universitario4 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Trento4 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Italia ed estero4 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento – Ucraina, accolte le prime due studiose

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Fausto Iob è stato ucciso, arrestato il presunto colpevole

Politica3 settimane fa

Claudio Cia: «Patt è solo l’ombra del suo passato e pronto a mettersi con tutti per il potere»

Trento2 settimane fa

Chico Forti, lo zio Gianni: «Perchè chi ha promesso non ha mantenuto la parola?»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza