Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Riapre il Castello di Avio, il Fai propone entusiasmanti novità

Pubblicato

-

Dopo la pausa invernale riprendono le attività al castello di Avio che riconferma il suo significato di “porta del Trentino” ergendosi maestoso e fungendo da punto di riferimento e di inizio di un viaggio alla scoperta del territorio locale.

Un grande successo per il mercatino natalizio, e per questo motivo il Fai non poteva che rinnovare il suo impegno.

Ieri, venerdì 1° marzo 2019 si sono riaperte le porte del Castello, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano ad Avio (TN).

Pubblicità
Pubblicità

Si inizia con le visite guidate, in programma ogni prima domenica del mese a partire dal 3 marzo: due appuntamenti nel corso della giornata, grazie ai quali sarà possibile accedere al Castello accompagnati dal direttore al costo del solo biglietto d’ingresso (€ 9 per l’occasione).

Le attività svolte ogni anno vengono quindi riconfermate, ampliate e programmate accanto ad altri importanti e nuovi appuntamenti.

Alessandro Armani, nuovo responsabile della gestione operativa del castello di Avio, spiega: “abbiamo mantenuto l’ossatura del 2018, il Fai ha sempre fatto un ottimo lavoro. Abbiamo però voluto cambiare un po’ le cose e partire con nuovi progetti”.

Pubblicità
Pubblicità

Tra le novità, infatti, oltre al classico mercatino natalizio che negli ultimi anni ha ottenuto molta visibilità e un responso positivo dai turisti, sono stati aggiunti altri due mercatini ai quali si vuole dare una storia per il futuro.

Si è poi deciso di aumentare le aperture estive, nonché di potenziare la relazione con gli ambienti legati al sociale.

Grazie anche a questi propositi il Fai tiene a precisare e riconfermare i momenti di dialogo e collaborazione con le autorità locali, comune, Comunità di Valle, Provincia.

La vera chicca si questo nuovo modo di promuovere il Castello e la cultura è però un progetto tanto nuovo quanto nobile.

Dal momento che molte persone in situazione di fragilità, come gli anziani o chiunque abbia delle difficoltà, trova complicato se non impossibile vivere a pieno il castello, il Fai ha deciso di investire in un progetto che riesca ad eliminare le barriere: “Il Castello fuori dal Castello”.

Partendo dalla Casa di Riposo di Avio avranno luogo una serie di incontri che coinvolgeranno diverse strutture e che avranno l’obiettivo di portare la magia del castello a tutti coloro che lo vorranno.

Importante anche il progetto incentrato sull’ orto del castello, un’attività didattica e terapeutica tutta da scoprire.

Per quanto riguarda i mercatini sopra citati: domenica 2 giugno si dà spazio all’enogastronomia con l’evento Dalla terra alla tavola – Goloserie trentine al Castello organizzato in collaborazione con Slow Food Trentino-Alto Adige.

Domenica 22 settembre sarà la volta delle bancarelle del libro usato con l’evento Un Castello di libri, organizzato in collaborazione con l’associazione culturale Memores. Dicembre sarà invece il mese della terza edizione del Natale al Castello.

L’estate del Castello di Avio vedrà quindi 12 aperture serali scandite da diversi e interessanti appuntamenti.

Tra le novità di rilievo di quest’anno vi è anche la rinnovata gestione della Locanda al Castello, vero e proprio punto di riferimento per visitatori e non, che resterà aperta anche oltre l’orario di chiusura del maniero, e sarà la vetrina delle eccellenze gastronomiche del territorio della Bassa Vallagarina, tra cui il nuovo “olio del Castello”, realizzato con le olive provenienti dall’oliveto appena fuori le mura.

Il Castello di Avio dal 2019 diventerà anche location di shooting fotografici ed eventi privati, con l’ambizione di ospitare presto matrimoni con rito civile e di inaugurare un nuovo corso per il maniero, uno dei più suggestivi del Trentino.

Il 2019 sarà inoltre l’anno dell’avvio del progetto “Volontari appassionati cercasi”, come spiega Armani “si cercano persone con voglia di fare, amanti della cultura e che credano negli obiettivi della Associazione”.

Restano punti saldi del calendario 2019 i due week-end destinati alle Giornate FAI di Primavera e alle Giornate FAI d’Autunno, con ingresso a contributo libero e visite guidate per tutta la durata delle manifestazioni.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza