Connect with us
Pubblicità

Benessere e Salute

Alimentazione e metabolismo basale alle soglie della menopausa

Pubblicato

-

Oggi parleremo della donna alle soglie della menopausa e cercheremo di comprendere ancora più in dettaglio il metabolismo basale e il motivo del perché in questa fascia di età si tende a prendere peso, soprattutto intorno al giro-vita.

La maggior parte delle donne che incontro nelle mie consulenze in quella fase di età, mi raccontano che vedono salire il loro peso pur mangiando le stesse cose di sempre. Molte iniziano diete ipocaloriche, che portano avanti con sacrifici ma talvolta con scarsi risultati.

Già dal 1988 quando facevo agonismo, avevo analizzato e testato tutti i tipi di diete, da quelle ipocaloriche a quelle iperproteiche e avevo constatato tutti i pro e contro.

Pubblicità
Pubblicità

Molte delle mie conoscenze aumentarono proprio durante l’attività come atleta ma soprattutto dopo essere diventato un istruttore certificato delle Fiamme Gialle, quell’esperienza mi ha permesso di frequentare già allora i migliori professori sia nel campo delle funzioni del corpo umano che quelli sull’alimentazione.

Avevo compreso che le diete ipocaloriche erano addirittura dannose per l’organismo, in quanto creavano un senso di carestia e di conseguenza non solo rallentavano il metabolismo basale ma ne causavano degli accumuli di riserva appena si era conclusa la dieta stessa.

Talvolta l’aumento dei chili segnato dalla bilancia dipende da quella fase pre e post menopausa come già detto, dall’attività fisica praticata o meno (più ti muovi, più bruci e costruisci muscoli che svegliano il metabolismo).

Pubblicità
Pubblicità

Oltretutto in quel periodo una donna è portata a mangiare per “consolazione”, perché spesso ci possono essere sintomi depressivi o ansiosi, dovuti alla paura di invecchiare, alla riduzione dell’autostima, alla sensazione di non essere più desiderabile.

Le fluttuazioni ormonali, poi, alterano la produzione dei neurotrasmettitori (come la serotonina) che regolano l’umore. Quindi, il rischio di incorrere nella cosiddetta “fame nervosa” è alto, soprattutto se è già presente una sorta di depressione.

Ma andiamo a capire meglio cosa accade esattamente al corpo femminile in questa fase della vita:

Durante il climaterio, ovvero il periodo che precede e segue la menopausa, avvengono importanti cambiamenti ormonali: in particolare, si verifica una marcata riduzione degli estrogeni.

E una delle conseguenze, sebbene con modalità diverse da donna a donna, è la tendenza di prendere chili nonostante si segua una dieta attenta, e ciò accade (predisposizione individuale a parte) essenzialmente per tre motivi.

Il primo motivo è proprio la riduzione del metabolismo basale, cioè del numero di calorie che l’organismo consuma a riposo per mantenere attive le funzioni vitali. Con l’avanzare dell’età la massa muscolare diminuisce fisiologicamente e quindi, per sopravvivere, il corpo ha bisogno di meno energie (in media il 10% in meno ogni 10 anni).

Occorre poi aggiungere (seconda causa) che il climaterio è in genere caratterizzato da scarsa attività fisica: una donna su due infatti non fa sport. La riduzione del movimento provoca l’ipotrofia dei muscoli, facendo calare ulteriormente il metabolismo basale e favorendo la trasformazione delle energie non consumate in “ciccia”.

Il terzo motivo è, infine, l’aumento dei livelli di cortisolo, ormone che normalmente si impenna nelle situazioni di tensione nervosa.

Il risultato è che si accumula grasso, in particolare nella zona del giro-vita, perché il tessuto adiposo rappresenta una riserva energetica di cui il corpo fa scorta per affrontare lo stress. Ma non vanno dimenticati nemmeno i fattori psicologici, che spingono a mangiare di più.

Il vero problema è che si tratta in gran parte di massa grassa, responsabile di patologie come la sindrome metabolica, il diabete, l’ipertensione e l’ipercolesterolemia

Ancora più che per motivi estetici, dunque, dopo la menopausa è indispensabile cercare di tenere il peso nella norma per serie ragioni di salute.


A cura del nutrizionista Vincenzo Mazzamauro

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]

Categorie

di tendenza