Connect with us
Pubblicità

Trento

Trento, piazza Lodron: abbattute due paulonie presenti da decenni

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Abbattute due paulonie in piazza Lodron.

Evento triste per tutti i trentini che avevano ammirato in pieno centro storico questi due alberi presenti da decenni.

Erano cresciuti con la città ed erano diventati parti del paesaggio urbano.

Pubblicità
Pubblicità

L’architetto Giovanna Ulrici spiega: “Erano state potate per renderle meno pesanti, ma non è bastato. Avevano cavità profonde nella base, causate anche dai topi, e la loro stabilità era compromessa“.

Ieri due operai del comune hanno abbattuto le due piante, transennando la zona.

Alle domande incuriosite dei passanti, l’assessore ai lavori pubblici Italo Gilmozzi risponde: “I risultati della prova di stabilità, il cosiddetto Bta che ci è stato consegnato la scorsa settimana, ci ha dato tempi strettissimi per intervenire. Una delle piante era praticamente morta, l’altra era anch’essa instabile. La decisione che abbiamo preso vuole garantire la sicurezza, non possiamo rischiare che un albero cada addosso a qualcuno. Purtroppo in altre città è già accaduto“.

Pubblicità
Pubblicità

In piazza Lodron il comune pianterà in tarda primavera due alberi di gelso senza frutto.

L’architetto Ulrici motiva così la scelta: “Hanno una bella chioma rigogliosa e ombreggiante, che sarà utile in particolare nella stagione estiva per lo spazio giochi dei bambini e per chi riposa sulle panchine. Cercheremo di piantarli già abbastanza grandi per non far rimpiangere le Paulonie”.

Ricordiamo che gli alberi per una città sono importantissimi perché regolano la temperatura, specie quella estiva.

Gli alberi valgono oro, in tutti i sensi, e non solo per la salute e per l’inquinamento che eliminano. Specie nelle città.

Una ricerca internazionale ha infatti dimostrato che gli alberi in città hanno un valore pari a 1,2 milioni di dollari per chilometro quadrato.

Un vero tesoro. Ma, a parte le cifre, la natura è talmente generosa e funzionale da avere assegnato a ciascun albero specifiche proprietà antismog, anti-inquinamento, o per darci fresco e aria pulita in generale.

Il bagolaro, il platano e il frassino sono gli alberi migliori in funzione antismog. L’acero e il tiglio sono perfetti per l’ombra e per la frescura naturale.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Ambiente Abitare3 minuti fa

COP27, la Conferenza ONU sui cambiamenti climatici: Tonina a confronto con la delegazione dei giovani trentini

Valsugana e Primiero28 minuti fa

Frontale tra due vetture, una abbatte un palo telefonico: feriti i due conducenti

Val di Non – Sole – Paganella40 minuti fa

La Fondazione Ivo de Carneri raccoglie fondi per due nuovi progetti con regali solidali

Riflessioni fra Cronaca e Storia48 minuti fa

Un appello al papa, per una tregua di Natale, come fece De Gasperi

Trento2 ore fa

Firmato il protocollo di intesa con il comparto Sanità – area della categorie

Trento12 ore fa

100 anni di Itea: concluso il concorso “Scuole in copertina”

Trento12 ore fa

A22, finanza di progetto: via libera del Ministero per 7,5 miliardi di euro di investimenti

Trento12 ore fa

Gruppo italiano interparlamentare, Ambrosi: «Mia elezione a vicepresidente grande onore e responsabilità»

Ambiente Abitare14 ore fa

Gli studenti, grazie a un fumetto, insegnano agli adulti come difendersi dalle alluvioni

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Attraversamento dell’abitato di Romallo, aggiudicati i lavori per la messa in sicurezza

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Mobilità sicura e scorrevole sulla statale 42 del Tonale: una rotatoria per lo svincolo Ossana-Peio

Giudicarie e Rendena15 ore fa

Giudicarie: fermato 3 volte in pochi giorni sprovvisto di patente

Rovereto e Vallagarina15 ore fa

“Giotto e il Novecento”: a cavallo tra passato e futuro, una mostra sorprendente

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

La magia del Natale avvolge Ville d’Anaunia: ecco tutti gli appuntamenti

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

Vigili del Fuoco Denno, consegnate le benemerenze di servizio attivo a Pier Luigi Poda e Paolo Vielmetti

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…5 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento7 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza