Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Killer gatti Cirè, avviata un’indagine investigativa

Pubblicato

-

Sono due le novità riguardanti la triste e assurda vicenda dei gatti uccisi a Cirè.

La prima è quella relativa al sopralluogo che ieri mattina la Polizia Municipale di Pergine ha fatto nel prato dove c’è stato il secondo ritrovamento di gatti morti ed in questo caso probabilmente scuoiati.

La seconda è invece relativa ad un’altra denuncia, questa volta depositata dall’Ugda (Comitato Ufficio Garante Diritti Animali ) che segue quella presentata la scorsa settimana da un residente di Cirè che aveva rinvenuto le carcasse dei gatti morti, incappucciati con un sacchetto della spesa, nella scarpata dello svincolo della tangenziale che porta a Cirè.

Pubblicità
Pubblicità

Denunce che non potranno che innescare un‘indagine investigativa e nel caso di Ugda, saranno seguite dalla richiesta di costituzione di Parte Civile in caso di processo al responsabile delle morti.

Si preannunciano tempi duri per quello che a tutti gli effetti sembra essere un serial killer anche perché è praticamente impossibile pensare a delle soppressioni da parte di singoli persone.

La denuncia contro ignoti, per gli eccidi per maltrattamenti continuati immotivati di gatti che stanno accadendo a Pergine Valsugana in Trentino – si legge nella nota dell’Ugda – é stata firmata da Manuela Mescalchin, portavoce Ugda, associazione che spesso denuncia soprusi e malvagità sugli animali. «Noi non ci tiriamo mai indietro, ma sentiamo l’obbligo di parlare per conto loro, di sfidare coloro che li seviziano contribuendo a fargli avere pene quanto più pesanti possibili, anche se le norme non portano a pene congrue. A marzo saremo Parte Civile contro il “buon padrone” di Siria, seppellita viva che andrà a patteggiamento al tribunale di Bergamo. Staremo appresso anche all’appello del serial killer di gatti, il “simpatico mostro” di Trescore Balneario».

A questo punto non resta che aspettare gli sviluppi della vicenda di Cirè, con la speranza che la pressione derivante dall’attenzione sulle uccisioni dei gatti, fermi la mano del serial killer.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Pergine: bambina di 10 anni investita sulle strisce pedonali mentre andava a scuola

Pubblicato

-

Ieri mattina alle 7.45 in via Spolverine a Pergine una bambina di 10 anni è stata investita sulle strisce pedonali.

La bambina proveniva da via Montessori ed era diretta a scuola.

Prima di attraversare ha aspettato che la macchina di fermasse, ma nel momento in cui era in mezzo alla corsia una seconda macchina guidata da un uomo della Val dei Mocheni non è riuscita a fermarsi e ha tamponato quella davanti.

Pubblicità
Pubblicità

La macchina ferma è stata quindi involontariamente sbalzata in avanti colpendo la bambina.

Sul posto sono arrivate due ambulanze: una per la bambina e un’altra per i conducenti delle due auto.

La bambina è stata trasportata all’ospedale Santa Chiara insieme al 76 enne conducente della macchina in forte stato di shock.

Fortunatamente l’impatto non è stato violento e la bambina non ha riportato ferite gravi.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Sabato 23 novembre l’inaugurazione del Mercatino di Natale Asburgico di Levico Terme

Pubblicato

-

Grande attesa per il primo fine settimana della diciottesima edizione del Mercatino di Natale Asburgico di Levico Terme, con i cancelli del Parco aperti fin dalla mattina del 23 novembre.

Mentre l’inaugurazione ufficiale è prevista alle ore 14.00 presso il Parco Secolare degli Asburgo con la presenza delle autorità e con la suggestiva sfilata dei figuranti della Corte Asburgica.

Le numerose casette in legno addobbate a festa sono pronte ad accogliere i numerosi visitatori che ogni anno accorrono a visitare il Mercatino più incantato del Trentino, apprezzato proprio per la sua ambientazione unica nel Parco Secolare degli Asburgo, entrato a far parte della rete dei Grandi Giardini Italiani a testimonianza del valore storico ambientale che ricopre.

PubblicitàPubblicità

Una passeggiata tra le casette in legno che colorano i suggestivi viali alberati del Parco per un percorso alla scoperta delle eccellenze dell’artigianato e della gastronomia: decorazioni natalizie, oggetti artigianali in pelle, vetro, legno e tessuto, i sapori della tradizione, gustosi piatti cucinati al momento, un brindisi alle feste con un caldo bicchiere di brulè.

Sarà come da tradizione un Mercatino di Natale adatto a tutti, dove famiglie, grandi e piccini potranno lasciarsi trasportare dalle emozioni con un programma ricco di eventi.

Nelle giornate di sabato e domenica numerose saranno le attività:

  • Babbo Natale sarà sul suo trono dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle 14 alle 18 per ascoltarvi e ricevere le vostre letterine, e se vorrai potrai scattarti una fotografia e stamparla direttamente al Mercatino!

    Pubblicità
    Pubblicità
  • Il Villaggio degli elfi, aperto dalle 10.30 alle 18.30, vi accoglierà a braccia aperte, gli elfi saranno contenti di avere un aiutante in più

    Pubblicità
    Pubblicità
  • La Carrozza di Babbo Natale condurrà bambini e genitori alla scoperta di Levico Terme

  • La Chistmas Band allieterà, con la sua musica, tutto il Parco secolare degli asburgio, dalle 15:00 alle 18:00.

  • La sfilata di inaugurazione della Corte Asburgica alle ore 14.00, anche la corte asburgica giungerà al Parco per dare il benvenuto.

  • Spettacolo canoro di Cori di montagna sabato dalle ore 17.00

  • Crea la tua Casetta di Pan di Zenzero sabato dalle ore 13:30 alle 17:30

Da questo Parco incantato è possibile poi scoprire le vie del Centro Storico con le sue accoglienti botteghe storiche, ma non solo.

Dal 23 novembre al 6 gennaio si trova anche una mostra con oltre 100 presepi e la natività in Piazza della Chiesa.

Tra le novità di quest’anno spicca la collaborazione nata Exa Dream Photography. Esiste un luogo magico dove grandi e piccini potranno incontrare Babbo Natale e grazie ad Exa Dream Photography sarà possibile scattare e stampare la propria foto con Babbo Natale direttamente al Mercatino.

Durante il periodo del Mercatino di Natale sarà possibile visitare il Forte Colle delle Benne tramite il comodo servizio di navetta in partenza dall’ingresso del Parco in Viale Rovigo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Statale della Valsugana: inaugurato il sottopasso ciclo-pedonale in località Paludi a Pergine

Pubblicato

-

Un intervento importante, che servirà a migliorare la viabilità complessiva della zona, a rendere più sicuri gli spostamenti delle persone, ma anche a potenziare l’offerta turistica complessiva, che ha nella rete delle piste ciclabili del Trentino un punto di forza”.

Cosi il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti ha commentato l’apertura, questa mattina in località Paludi di Pergine Valsugana, di un nuovo sottopasso ciclo-pedonale che permetterà ai residenti e ai numerosi cicloturisti di poter raggiungere la sponda nord del lago di Caldonazzo in completa sicurezza, senza dover attraversare la Statale 47.

“Era un’opera attesa da oltre 10 anni – ha ribadito il sindaco, Roberto Oss Emer – e davvero imprescindibile per collegare Pergine con San Cristoforo e di conseguenza raccordarsi con la pista ciclabile della Valsugana. L’auspicio – ha poi aggiunto il sindaco – è che ora si possa ragionare sul completamento della pita ciclabile attorno al Lago di Caldonazzo”.

PubblicitàPubblicità

“Un progetto quello evidenziato dal sindaco – ha precisato Fugatti – indubbiamente di grande interesse e sul quale siamo disponibili a ragionare, insieme alle amministrazioni comunali, seppur valutandone attentamente gli impatti economici, in un periodo di ristrettezze finanziarie”.

Sia il presidente che il sindaco hanno voluto ringraziare le ditte che hanno realizzato il sottopasso e il servizio opere stradali della Provincia che ha coordinato i lavori.

I lavori del sottopasso sono stati consegnati nell’autunno del 2018, si sono svolti regolarmente, e sono terminate secondo le previsioni contrattuali.

Durante i lavori è stato realizzato un solo by-pass provvisorio a doppio senso per deviare senza interruzione il traffico della S.S. 47 durante i lavori di costruzione del sottopasso. Tale scelta si è rivelata ottimale e non ha creato alcun disagio né all’utenza della strada transitante e residente, né al transito dei mezzi pesanti, per tutto il periodo delle lavorazioni, ed è stata poi replicata sull’altro cantiere PAT sulla Retta di Ospedaletto.

Pubblicità
Pubblicità

Il sottopasso è stato realizzato in presenza di acque di falda del Lago di Caldonazzo, intercettate mediante la tecnologia well-point durante tutto il periodo di esecuzione dell’opera. L’interferenza con le fognature ed i canali di acque bianche sono state risolte secondo le previsioni progettuali mediante la realizzazione di nuove condotte.

Pubblicità
Pubblicità

Per la presenza di acqua di falda, l’opera scatolare è stata realizzata con cementi armati ed accorgimenti realizzativi del tipo “vasca bianca”, ossia completamente impermeabile alle infiltrazioni dell’acqua di falda. Pertanto la presenza di acque al interno del sottopasso e delle rampe di accesso, è dovuta unicamente alle acque di pioggia che, percolando sulla superficie delle rampe scoperte, si raccoglie nel punto più basso dell’opera.

Peraltro, al fine di evitare ristagni permanenti di acqua, è stata realizzata una vasca di raccolta della acque, posta sotto la scala, munita di 2 elettropompe opportunamente dimensionate. Quale completamento dell’opera, sono stati posati parapetti, ringhiere, recinzioni e chiusure del vano pompe in acciaio zincato, in maniera tale da evitare pericoli alle persone in transito. I parapetti del camminamento, a lato della strada, sono stati realizzati con staccionate in legno.

All’interno del sottopasso sono stati predisposti punti luce a led, optando per una minimizzazione dei consumi, ed un ottimo grado di illuminazione, che consente il passaggio in sicurezza anche di notte. Le imprese realizzatrici, assieme ai subappaltatori hanno eseguito i lavori minimizzando i disagi al contesto generale.

I lavori si sono così conclusi regolarmente nell’importo di progetto preventivato, sotto la direzione lavori dell’ing. Hermann, oltre alla alta sorveglianza della Provincia e l’opera si può ritenere completa e funzionale. Successivamente, la manutenzione della stessa sarà gestita dal Comune di Pergine.

Il costo complessivo dell’opera è stato di 920.502,86 euro.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza