Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Il grande impianto: non resti un rimpianto – di Mauro Corazza

Pubblicato

-

«Io la penso così» – la rubrica dedicata ai lettori – (invia a redazione@lavocedeltrentino.it)

Gentile direttore,

stiamo forse arrivando alla chiave di volta per l’ipotesi del collegamento funiviario tra la città di Trento e il Monte Bondone che ne rappresenta, a tutti gli effetti, una parte integrante anche da un punto di vista amministrativo. Tutti gli incontri che si stanno susseguendo parlano di studi eseguiti pensando a connettere Trento con Vason individuando come fermate intermedie Sardagna e Vaneze.

I costi paventati sono importanti e devono necessariamente tenere conto dell’apporto di privati, intesi principalmente come investimenti da parte di aziende interessate e non singole persone. Per la sostenibilità economica dell’impianto si parla di 600.000 passeggeri/anno. Un numero enorme e apparentemente difficile da realizzare, per il raggiungimento del quale riteniamo si possano percorrere fin d’ora due strade: la prima riguarda il coinvolgimento degli abitanti di Sardagna già in questa fase cercando capire quanti sarebbero disposti quotidianamente ad abbandonare l’auto in favore della funivia; la seconda andrebbe necessariamente a coinvolgere il Muse affinché possa convogliare parte dei suoi visitatori verso l’orto botanico e le altre attrattività naturali dei luoghi. Questo secondo spunto dovrà assolutamente prevedere fin da ora la valutazione di biglietti abbinati all’utilizzo dell’impianto e un collegamento, preferibilmente con mezzo elettrico, tra Vason e le Viote.

A tal fine si potrebbe anche partire immediatamente con dei sondaggi tra le migliaia di visitatori per capire se e quanti sarebbero positivamente impressionati da tale proposta e dall’eventuale importo del biglietto. Queste due soluzioni dovrebbero portare a fornire un quadro di quale potrebbe essere la base potenziale dei fruitori della funivia.

Da lì in poi, tutto starà all’utilizzo che ne faranno i residenti e i turisti. Il masterplan ha fornito molti spunti interessanti ma le strade possono essere diverse. Una soluzione fortemente attrattiva potrebbe anche essere il cosiddetto turismo del silenzio che creerebbe una realtà pressoché unica per il Trentino. Con questo intendiamo proporre un ampio parcheggio di attestamento a Vaneze in coincidenza della stazione intermedia (questo porterebbe anche introiti nelle casse degli investitori) e da lì in poi sarebbe possibile salire solo con la funivia o mezzi elettrici. Una visione assolutamente green che caratterizzerebbe in maniera univoca il Monte Bondone.
A questo punto entrano in gioco il marketing, l’azienda di promozione turistica e gli operatori locali che con le loro iniziative dovrebbero ambire a coinvolgere un certo tipo di turismo.

Al consolidamento di questi passaggi, siamo convinti che arriveremo a raggiungere i numeri indicati per la sostenibilità e forse oltrepassarli potendo finalmente meritarci di essere stati riconosciuti come Città Alpina nel lontano 2004.

Mauro Corazza
Agire per il Trentino – Coordinamento di Trento

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza