Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Malé, trabiccoli in pista per la 2a Carnival Crazy Race

Pubblicato

-

Tutti a bordo dei trabiccoli e via per le vie del paese. A Malé, con partenza da Piazza Regina Elena, torna la Carnival Crazy Race, la seconda edizione della corsa dei trabiccoli mascherati organizzata in Val di Sole in programma domenica 24 febbraio.

Un percorso divertente con ostacoli da superare e da completare nel minor tempo possibile. Per partecipare è sufficiente un mezzo con quattro ruote, un sacco di immaginazione, velocità, un minimo di cinque persone mascherate e, ciò che è più importante, tanta voglia di divertirsi.

La larghezza del veicolo deve essere inferiore a 1,8 metri, l’altezza a 2,5 metri e la lunghezza a 3 metri. Ogni veicolo deve spostarsi su 4 ruote e per muoverlo è consentita solo la trazione umana. Il veicolo deve essere dotato di un dispositivo sonoro di qualsiasi tipologia.

Pubblicità
Pubblicità

I team devono essere composti da un minimo di 5 a un massimo di 9 persone, mascherate con una tematica comune. Una delle persone deve rimanere per l’intero percorso sul trabiccolo, con casco obbligatorio per motivi di sicurezza. I membri del team devono aver compiuto 18 anni e in caso contrario, se non accompagnati dai genitori, dovranno presentare apposita autorizzazione all’atto dell’iscrizione.

I numeri di gara sono assegnati dall’organizzazione. La corsa è una sfida contro il tempo e gli equipaggi partiranno distanziati di 30 secondi affrontando il percorso previsto dalla mappa consegnata prima della partenza. Il tempo di percorrenza viene rilevato al passaggio sotto il traguardo del trabiccolo e di tutti i componenti del team ovvero questi ultimi devono essere all’interno del circuito finale in piazza.

Sono previste delle penalità in termini di tempo per le diverse infrazioni.

Saranno premiati il primo, il secondo e il terzo miglior tempo, mentre saranno votati dai team partecipanti e da alcuni giudici esterni il miglior trabiccolo, il miglior costume, il gruppo più divertente, il tema più originale.

Per informazioni e iscrizioni basta contattare il Circolo Culturale San Luigi: e-mail circoloculturalesluigi@yahoo.it, cell. 349-3849541.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Prende fuoco un appartamento in centro a Taio, i Vigili del Fuoco evitano il peggio

Pubblicato

-

Questa mattina è stato provvidenziale l’intervento dei Vigili del Fuoco volontari di Taio che hanno domato e spento un incendio divampato in un appartamento nel centro storico del paese. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Predaia, via alle iscrizioni al progetto Bim-Sova per l’inserimento lavorativo di disoccupati

Pubblicato

-

Nell’ambito dei progetti e interventi per il ripristino delle qualità ecologiche, ambientali e paesaggistiche, per la valorizzazione e promozione di siti storico culturali e per l’attivazione di alcuni servizi ricadenti nei comuni del Consorzio dei Comuni della provincia di Trento del Bacino Imbrifero Montano dell’Adige, assolvendo nel contempo a finalità occupazionali, il Comune di Predaia e il Consorzio dei Comuni BIM dell’Adige, hanno reso noto che, a partire da lunedì prossimo, 25 marzo, e fino alle 13 del 19 aprile, gli interessati residenti nel Comune potranno presentare domanda di lavoro al fine dell’assunzione. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Orso in bassa Valle di Non: i Guardia dighe della Dolomiti Edison Energy hanno paura

Pubblicato

-

Dopo il nuovo attacco dell’orso alla Rocchetta avvenuto mercoledì sera torna la paura.

Protagonista sfortunata Mercoledì sera è stata una 21 enne che si è vista speronare la propria auto da un orso

È successo lungo la statale 43 della Valle di  Non all’altezza di Maso Milano.

Pubblicità
Pubblicità

L’orso dopo aver affiancato la sua auto ha sbattuto più volte contro la sua fiancata destra recando gravi danni al mezzo. (qui articolo)

Nel luogo dove è avvenuto l’attacco ci sono diversi impianti sui corsi d’acqua sussidiari che necessitano di ispezione e manutenzione da parte di personale che ora comincia ad avere paura di essere attaccato dall’animale che scorrazza in zona dopo il risveglio dal letargo invernale 

Per questo questa mattina la Cgil, su segnalazione dei Guardia dighe della D.E.E Spa, ha inviato una richiesta di intervento alla Direzione generale di Milano e per conoscenza alla Direzione del personale del G.D.E. e agli Assessorati della provincia autonoma di Trento competenti, per conoscere quali interventi intendano mettere in campo al fine di tutelare il personale coinvolto.

Infatti, nel contesto territoriale della bassa Valle di Non, essendo presenti diversi impianti / strutture di D.E.E. in particolare su i corsi d’acqua sussidiari, il personale, a cadenza settimanale, svolge una serie di attività (es. verifiche, ispezioni, manutenzioni, ecc.) e tale presidio, il più delle volte, è svolto in contesti non proprio agevoli e la presenza del plantigrado preoccupa i dipendenti.

«Per queste ragioni abbiamo ritenuto di segnalare la problematica alla Direzione aziendale e chiedere, oltre alla valutazione dei rischi (come previsto dalla Normativa), di conoscere le iniziative che D.E.E. intende mettere in campo a tutela dei propri dipendenti» – Dichiara in una nota Mario Cerutti (foto) il segretario della FilcTem

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza