Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Un successo la prima Giornata dell’Anziano di Ville d’Anaunia

Pubblicato

-

Una giornata speciale, per stare insieme e condividere un momento di festa e di risate, ma anche di riflessione.

Domenica scorsa al Centro per lo Sport e il Tempo Libero di Cles ha avuto luogo la prima Giornata dell’Anziano di Ville d’Anaunia, fortemente voluta da Maria Zanini e Luigi Pinamonti, presidenti dei Circoli Pensionati e Anziani di Tuenno e Tassullo.

Era presente anche il vescovo don Lauro Tisi, che ha fatto riflettere i presenti sulla leggerezza con cui usiamo a volte le parole, non valutando fino in fondo le conseguenze. “Accogliere, fare il bene degli altri, è per tutti noi un’esigenza primaria, perché la gratitudine e il senso di pienezza che riceviamo ci rendono felici – ha ricordato don Lauro Tisi –. Il pensare solo a noi stessi, invece, ci chiude alla società, ci rende soli. Gli uomini sono esseri sociali che hanno bisogno di stare insieme”.

Pubblicità
Pubblicità

La vicepresidente della Comunità della Val di Non nonché assessore alle Politiche Sociali Carmen Noldin, che insieme al Comune di Ville d’Anaunia ha patrocinato l’iniziativa, si è complimentata con gli organizzatori e ha espresso la volontà di dar vita anche in altri ambiti iniziative di aggregazione rivolte agli anziani come questa.

Il sindaco di Ville d’Anaunia Francesco Facinelli ha sottolineato invece come sia importante il passaggio di testimone da una generazione all’altra e, riprendendo il pensiero del vescovo, ha esortato gli anziani, portatori di saggezza, a trovare il modo di aiutare i giovani, evitando giudizi e la presunzione di sapere a prescindere cosa sia giusto, ma ascoltando, con pazienza, raccontando la propria esperienza e ponendo domande che facciano riflettere i giovani.

Un ruolo fondamentale quindi, quello degli anziani, di guida e di morale ed etica, per superare l’individualismo imperante e far sentire ai giovani che la vita ha un senso che val al di là della posizione economica e sociale.

Il pranzo è stato preparato dai “NuVolA” e servito dai ragazzi dei Gruppi Giovani di Tassullo e Tuenno e dell’Oratorio di Tuenno.

Anche i Vigili del Fuoco e la Croce Bianca di Tuenno hanno contribuito alla riuscita della festa con il loro servizio.

Il pomeriggio è stato allietato dall’armonia dei Cantori Solandri e dall’irriverente Loredana Cont.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

L’Orchestra Haydn sbarca a Cles con il maestro Yoichi Sugiyama

Pubblicato

-

Il maestro Yoichi Sugiyama

Serata da non perdere mercoledì 27 febbraio all’auditorium del polo scolastico di Cles con il concerto dell’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, diretta dal maestro Yoichi Sugiyama. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

La salita al Monte Penegal con uno splendido panorama sulla Val di Non e sull’Alto Adige

Pubblicato

-

In compagnia della guida alpina nei luoghi panoramici della Val di Non, per godersi una mattinata all’insegna della montagna, del movimento e dell’aria pura. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Il Sindaco di Ruffrè indagato dalla Corte dei Conti per procurato danno erariale

Pubblicato

-

Donato Seppi, già consigliere regionale e provinciale di “Unitalia“, ora sindaco di Ruffrè (Alta Val di Non) è finito nel mirino della Corte dei Conti.

Il procuratore generale, al termine dell’indagine sull’utilizzazione dei fondi assegnati ai gruppi consiliari della Provincia di Bolzano, ha contestato al gruppo consiliare di “Unitalia“, di cui Seppi era consigliere, delle irregolarità, addebitandogli un procurato danno erariale di 132 mila euro che dovrà essere, però, confermato dalla magistratura contabile in sede giudicante.

In concreto l’attuale sindaco di Ruffrè Mendola è indagato per aver utilizzato irregolarmente i fondi pubblici destinati al suo gruppo politico tra il 2008 e il 2013.

Pubblicità
Pubblicità

Va precisato che, per il momento, si tratta solo di una richiesta dell’accusa e non la sentenza della giustizia contabile che avverrà in futuro.

Nella stessa inchiesta è coinvolto anche l’ex presidente della Giunta provinciale altoatesina Luis Durnwalder a cui è stato chiesto un risarcimento di 23mila euro per un periodo di pochi mese tra ottobre 2012 e marzo 2013.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza