Connect with us
Pubblicità

Trento

Tempesta vaia: 2.560 gli interventi dei vigili del fuoco e 300 mila euro di danni a mezzi e attrezzature

Pubblicato

-

Il dirigente dei vigili del Fuoco Mauro Ioppi è stato sentito oggi in commissione speciale di studio sui danni causati dalla tempesta Vaia del 29 ottobre scorso.

Ioppi ha quantificato l’opera prestata dai vigili del fuoco volontari a servizio di tutte le amministrazione locali che nelle valle colpite dal disastro hanno chiesto il loro intervento.

Tra il 29 ottobre e il 22 novembre gli interventi effettuati in tutte le zone colpite dal disastro sono stati 2.560 con un totale di ore/uomo di lavoro di 66.902.

Pubblicità
Pubblicità

Il dirigente ha poi segnalato gli ingenti danni subiti dalle attrezzature e dagli automezzi impiegati dai vigili volontari per intervenire.

Per gli automezzi, spesso schiacciati dalle piante o trascinati nei dirupi dalla tempesta, i danni ammontano a 177.951,49 euro, mentre quelli per le attrezzature sono pari a 101.417,05 euro.

Solo in parte vi è la copertura assicurativa, e per questo la Federazione chiede di dotare la cassa di risorse corrispondenti agli importi esclusi, non essendo possibile reperire in altro modo le risorse.

Pubblicità
Pubblicità

Rossi ha ringraziato i vigili e chiesto a Ioppi se l’evento calamitoso sia stato l’occasione per valutare i sistemi di allertamento, le modalità di intervento o la scala di priorità nella formazione per capire se vi siano dei possibili margini di miglioramento.

Ioppi ha risposto che in dettaglio questa valutazione non è stata fatta, ma che la Federazione ha deciso di destinare 193.000 euro alla formazione dei corpi e soprattutto dei giovani vigili del fuoco volontari.

Quanto agli allertamenti e all’interventistica l’esigenza è di dotare il sistema dei cerca persone digitali, molto più performanti e con minori problemi di comunicazione.

Alex Marini (5 stelle) ha chiesto se i corpi volontari abbiano tenuto conto del piano Demarchi per allertare le zone del Trentino considerate più a rischio in caso di eventi estremi come questo, in modo da preavvisare le popolazioni anche considerando che probabilmente si ripeteranno. Ioppi ha risposto che questa responsabilità esula dai compiti dei vigili del fuoco volontari che non hanno strumenti per prevedere un evento meteo estremo.

La Provincia dispone comunque di uffici specializzati a questo scopo, che i corpi volontari possono integrare con la memoria storica che consente di conoscere quali sono le zone antropizzate e urbanizzate maggiormente esposte a questi rischi.

Mauro Donati, altro dirigente della Federazione presente all’audizione, ha ricordato che gli strumenti a disposizione dei corpi sono i piani di protezione civile comunali. Ogni corpo dispone di questo piano di intervento di emergenza e sa quindi su quali risorse può contare e quali sono le zone critiche più esposte a pericoli perché censite da questi documenti. Si tratta di piani che vanno ovviamente aggiornati di continuo a seconda delle situazioni che si presentano sul territorio.

Ancora Marini ha chiesto se sia stata valutato la proposta riguardante la zona del Garda di trasferire la sede dei vigili del fuoco volontari di Riva in quella di Arco, il cui effetto sarebbe a suo avviso negativo perché sguarnirebbe la città e le strade sul lago della possibilità di intervenire tempestivamente.

Ioppi ha risposto che sarebbe preferibile mantenere distinte le sedi dei due corpi anche per evitare le difficoltà gestionali legate ad una struttura unica di grandi dimensioni. A suo avviso si dovrebbero invece studiare forme di collaborazione dal punto di vista amministrativo per sburocratizzare e snellire le attività, ad esempio attraverso un’esenzione dei corpi dall’assoggettamento al codice degli appalti.

Andrebbero insomma mitigare certe incombenze lasciando in capo ai corpi l’attività interventistica e prevedendo un sostegno dal punto di vista burocratico.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro
    Da qualche anno il mondo del lavoro è stato travolto dalla Gig Economy dividendo l’opinione pubblica e l’economia. Cos’è la Gig Economy Nonostante l’arrivo della Gig Economy sia un fenomeno relativamente recente, negli ultimi 10... The post Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona
    Dal Governo nasce il programma GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori che punta a rilanciare l’occupazione in Italia, con un investimento di 4.9 miliardi di euro da investire tra il 2021 e il 2025. I... The post Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona appeared first on […]
  • Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online
    Da qualche settimana, è stata introdotta la possibilità di delegare una persona di fiducia all’esercizio dei servizi online pubblici. Identità digitale o SPID a cosa serve Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ovvero Spid permettere... The post Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza