Connect with us
Pubblicità

Lo sport in provincia

Il derby è gialloblù, il Trento Clarentia batte il Brixen 3 a 1

Pubblicato

-

Il Trento Clarentia porta a casa il secondo derby stagionale grazie all’ennesima ripresa pirotecnica e regala ai propri tifosi il terzo posto in classifica in solitaria.

Dopo un primo tempo compassato le giocatrici di Pavan si scatenano e, nella seconda frazione, stendono il Brixen Obi con le reti di Poli, Rosa e Varrone.

Live match – Mister Pavan è costretto a modificare la formazione scesa in campo a Vicenza inserendo Maurina nel tandem d’attacco con Daprà, al posto dell’infortunata Alessandra Tonelli.

PubblicitàPubblicità

Le prime due occasioni sono di marca altoatesina, prima Stockner si vede respingere un potente tiro da Valzolgher, poi Bielak manca di poco lo specchio con una conclusione dal limite.

La risposta del Trento arriva al 36’ e Varrone, dopo una discesa sulla corsia di destra, cerca Rosa in mezzo all’area con un traversone, l’attaccante arriva però leggermente in ritardo all’appuntamento e manca la deviazione vincente.

Non manca al ritrovo invece Poli che, al quinto della ripresa, impatta di prima intenzione sul cross rasoterra di Rosa battuto dalla bandierina, la conclusione di destro termina all’incrocio dei pali e sblocca il serratissimo derby.

Otto minuti più tardi il Trento raddoppia, Torresani guadagna il fondo e apparecchia la tavola per Rosa che sigla il settimo goal stagionale con una deviazione precisa da centro area. Quello che nel primo tempo sembrava un derby sterile si anima ulteriormente quando il Brixen mette in campo tutta la tenacia altoatesina per rientrare in partita.

Il goal che rimette in discussione il derby lo firma Stockner che, con un destro da fuori area, buca Valzolgher dando credito agli avvertimenti di Pavan in merito alla pericolosità offensiva della giovanissima attaccante.

Il Clarentia però dimostra grande maturità non accusando il colpo e, ad un minuto dal 90’, archivia la pratica con pregevole azione corale: la rigenerata Pedot assiste Torresani al limite dell’area che confeziona il secondo passaggio vincente della partita servendo Varrone, abile poi a siglare da pochi passi il definitivo 3-1.

IL TABELLINO DELL’INCONTRO

TRENTO CLARENTIA – SSV BRIXEN OBI 3-1

TRENTO CLARENTIA: Valzolgher, Varrone (48’st Antolini), L. Tonelli, Lenzi, Ruaben, Fuganti, Torresani, Poli, Rosa, Maurina (20’st Lucin), Daprà (39’st Pedot).
A disposizione: Tonetti, Zappini, Tonelli.
SSV BRIXEN OBI: Graus, Dorfmann, Profanter (44’st Messner), Kiem, Landstaetter (36’st Graf), Oberhuber, Aerschdorfer (12’st Maloku), Santin, Reiner, Bielak, Stockner.
A disposizione: Kosta, Barabacovi.
Allenatore: Libero Pavan
Arbitro: Vailati di Crema
Reti: 5’st Poli (T), 13’st Rosa (T), 17’st Stocker (B), 44’st Varrone (T).

Pubblicità
Pubblicità

Lo sport in provincia

Pallamano: bene le squadre regionali che conquistano tutte punti preziosi

Pubblicato

-

Delle squadre regionali di pallamano nessuna perde, conquistando punti a totale beneficio della classifica.

Il Pressano vince facile sul campo del Cingoli dopo una partita nella quale non è mai stato in svantaggio.

Equilibrato solo il primo tempo nel quale Cingoli è riuscito a restare sempre in scia, ma nella ripresa è uscita la differenza tecnica tra le due squadre e nonostante una serie di errori nei primi minuti del secondo tempo, Pressano ha portato a casa una vittoria che lo conferma al secondo posto, ad una settimana dallo scontro diretto esterno con Conversano.

PubblicitàPubblicità

Del pareggio tra la capolista Bolzano ed il Merano il beneficio maggiore lo trae la formazione ospite che guadagna un punto sulla zona calda della classifica.

Per il Bolzano poco o nulla cambia, in quanto sono comunque tre i punti di vantaggio sulla seconda – Pressano – e cinque sulla terza.

La pesante sconfitta subita dal Bologna a Bressanone spegne le residue speranze di salvezza per la squadra ospite che anche se non ancora matematicamente, è ormai condannata alla retrocessione .

Mentre il Bressanone con questa vittoria si è portato in una tranquilla posizione di centro classifica.

A sorpresa la vittoria di Gaeta sul campo del Trieste.

La quinta giornata del girone di ritorno si è conclusa con la vittoria del Cassano sul Cologne per 18 a 14 che in termine di classifica non sposta nessun valore.

RISULTATI: Cingoli – Pressano 20 – 25. Trieste – Gaeta 21 – 22. Siena – Conversano 29 – 34. Bressanone – Bologna 30 – 19. Bolzano – Merano 21 – 21. Cassano – Cologne.

CLASSIFICA: Bolzano 32. Pressano 29. Conversano 27. Cassano 24. Fasano 21. Trieste 19. Bressanone 16. Merano e Siena 15. Cologne e Fondi 13. Gaeta 12. Cingoli 10. Bologna 6. (d.p.)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lo sport in provincia

Il Levico Terme esonera Andrea Vitali

Pubblicato

-

Ormai era nell’aria.

La posizione di classifica troppo precaria, in piena zona playout, e le quattro sconfitte nelle ultime sette partite hanno fatto il resto.

Il Levico Terme ha portato a casa solamente due vittorie nelle ultime dieci partite.

PubblicitàPubblicità

Era troppo poco per la squadra gialloblu, che a inizio campionato sicuramente non sperava di trovarsi a combattere per non retrocedere.

La società è arrivata alla conclusione di esonerare l’allenatore Andrea Vitali, come riporta il  comunicato ufficiale della società: “L’Unione Sportiva Levico Terme comunica di avere sollevato Andrea Vitali dall’incarico di allenatore della Prima Squadra.

La Società coglie l’occasione per ringraziare mister Vitali per il lavoro svolto sin dal primo giorno con impegno, serietà e correttezza professionale.

La guida della Prima Squadra viene affidata momentaneamente all’allenatore in seconda Alessandro Mulinari che dirigerà l’allenamento odierno. Ulteriori aggiornamenti, riguardanti la guida tecnica, verranno comunicati nelle prossime ore”.

Intanto l’Unione Sportiva Levico Terme in accordo con la Società Tamai e la Lega Nazionale Dilettanti comunica che il match in programma domenica alle ore 14.30 in Viale Lido, contro la formazione friulana, è stato rinviato al prossimo 20 febbraio sul sintetico di Borgo.

La neve caduta settimana scorsa e le fredde temperature registrate in questi giorni hanno reso il terreno di gioco impraticabile.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Lo sport in provincia

Rugby: prima dello stop Trento batte Verona 33 a 0

Pubblicato

-

Dura partita a Verona per il rugby Trento che, in un campo al limite della praticabilità, si impone contro il west per 33 a 0.

I ragazzi gialloblù  hanno dimostrato di sapersi adeguare al gioco duro degli avversari basato su continui pick and go

Poche quindi le azioni alla mano ma tanta attitudine al combattimento che ha permesso di portare a casa la vittoria ed il punto bonus.

PubblicitàPubblicità

Mete di Luca Sembenotti, Stevens Pedrotti e Lorenzo Toniotti a seguito di moul ben strutturate e poi Francesco Andreatta  su un’azione della linea veloce e Francesco Lamanna su una giocata in touch.

Da segnalare l’ottimo ritorno in capo di Pedrotti e Stefano sighel e l’esordio di Francesco Milani e dell’under 18 Francesco chini.

Man of the Macht Jacopo Pocher per la grinta  dimostrata durante tutto l’incontro.

“Sono molto soddisfatto per la voglia dimostrata dai ragazzi oggi – ha commentato coach Soldani – Il gioco non è stato entusiasmante ma dovevamo vincere e così è stato. Onore al west che ha combattuto su ogni pallone cercando la segnatura fino alla fine. Sono contentissimo per l’esordio in prima squadra di Francesco che sarà sicuramente una risorsa per il futuro del rugby Trento ma anche per l’attitudine dimostrata da tutti i giocatori scesi in campo che non hanno fatto rimpiangere le numerose assenze. Ora, in questo mese di stop, dobbiamo lavorare intensamente per cercare di chiudere al meglio il campionato”

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza