Connect with us
Pubblicità

Politica

In una lettera denuncia l’addio di Guerrino Soini a Fratelli d’Italia

Pubblicato

-

Quasi 20 anni di fedele militanza, prima in AN (alleanza nazionale) e poi, dopo il patto del predellino mai condiviso, in Fratelli d’Italia nel direttivo della sezione di Rovereto.

Tante battaglie, «la più gratificante è stata senz’altro quella contro l’introduzione della teoria gender nella scuola» – ammette Guerrino Soini – scontri, confronti, visione diverse.

È stato nominato Responsabile del Dipartimento Famiglia dal quale era uscito dopo un paio d’anni per «diversità di vedute con la Poletti alla quale stava cominciando a dar fastidio quel po’di popolarità che avevo conquistato» sottolinea lo stesso Soini 

Pubblicità
Pubblicità

Nei giorni scorsi Soini ha deciso di chiudere con Fratelli d’Italia inviando le proprie dimissioni irrevocabili al Commissario, agli iscritti del Circolo di Rovereto, all’onorevole Giovanni Donzelli donzelli e al senatore Andrea De Bertoldi.

Un documento molto duro che denuncia la mancanza di democrazia all’interno del movimento puntando il dito sui responsabili.

Noi abbiamo deciso di pubblicare la sua lettera in maniera integrale.

Pubblicità
Pubblicità

LA LETTERA DI DIMISSIONI DI GUERRINO SOINI – quello che ho più volte paventato si è trasformato in realtà. A partire dalla data odierna non faccio più parte di Fratelli d’Italia. E’ stata una decisione faticosa perché nei valori della destra credo ed ho sempre creduto, ma, come certamente saprete dalle mie esternazioni, non è una questione di ideali ma di persone.

Nel corso della mia permanenza, prima in Alleanza Nazionale poi in Fratelli d’Italia, ho avuto modo di conoscere a fondo chi mi circondava, di apprezzare i lati positivi di alcuni e quelli negativi di altri. Non avrei pensato, però, di dovermi trovare nella situazione di venir ignorato dal Partito, non tanto come persona che, alla fine non conto nulla, ma come esponente e Dirigente di un Circolo che, nel basso Trentino, ha la sua storia e la sua rilevanza.

La cosa ha un inizio poco edificante nel 2015 in occasione di un’iniziativa a livello provinciale sul gender che mi ha visto implicato in un tentativo di coinvolgimento giudiziario, per un’immagine incautamente esposta sui manifesti relativi all’iniziativa stessa: in quell’occasione la sede romana del partito, per mezzo dell’allora segretario provinciale Marika Poletti, mi ha mandato a dire, in sostanza, che in caso di processo, o comunque di azione legale nei miei confronti da parte dei rappresentati dell’avv. Schuster di Trento, mi sarei dovuto arrangiare sostenendo in proprio le spese legali occorrenti.

Successivamente in concomitanza dell’ultimo periodo della gestione Poletti, si è visto uno sfaldamento continuo dell’ossatura della realtà territoriale di Fratelli d’Italia unita ad un disinteresse totale della sede romana per la disastrosa situazione più volte manifestata, per proseguire con l’elezione, sempre favorita dalla Poletti, a Senatore della Repubblica di tal dott. Andrea de Bertoldi il quale sembrava, e sembra, essersi dimenticato che si trova in quella posizione in virtù dei voti del popolo, la maggior parte dei quali, peraltro, provenienti da altra formazione politica facente parte della coalizione, e non per intercessione Divina.

Gli atteggiamenti del Senatore, e di chi ha pensato di seguirne le orme (Patrizia Strano giusto per non far nomi), si sono rivelati gravemente lesivi della democrazia interna della nostra realtà territoriale , in campagna elettorale abbiamo visto atteggiamenti che mai avremmo voluto vedere in chi dovrebbe rappresentarci. Pur sollecitato a vari livelli il Senatore se ne è sempre infischiato della realtà di Rovereto e di quel rappresentante indicato dal Circolo cittadino il quale, guarda caso e nonostante tutto, è risultato primo degli eletti. Ben altro avrebbe potuto essere il risultato di Fratelli d’Italia se si avesse avuto l’umiltà di riconoscere il valore del nostro candidato puntando le forze disponibili sul suo nome. Invece no, si è pensato di ricorrere ad amici e persone “ riconoscenti” con il bel risultato che tutti noi abbiamo avuto modo di vedere. La presenza di Giorgia Meloni in Provincia è stata monopolizzata ed usata a stretta discrezione di de Bertoldi, rimasto sordo a tutte le nostre richieste, con il chiaro intento di annichilire la realtà roveretana e questo, anche se verrà negato oltre ogni evidenza, è per me un atteggiamento vergognoso.

Anche dopo le deludenti elezioni provinciali abbiamo avuto modo di vedere come siano state privilegiate, nelle posizioni di sottogoverno, persone senz’altro vicine al Senatore ma risultate ampiamente meno votate di quel Federico Secchi che, ad ogni buon conto, avrebbe avuto diritto ad un trattamento diverso.

Di queste cose ho, e abbiamo, provato a parlare con i possibili referenti romani trovandomi, e trovandoci davanti un muro di gomma che ha sempre lasciato cadere le nostre istanze.

Ora, siccome il sottoscritto, nel suo agire, non ha mai preteso nulla, dal suo impegno nell’attività politica non ha mai ricavato nulla (ed è così che intende il servizio che la politica stessa deve svolgere all’interno di una comunità) pretenderebbe, almeno, la correttezza formale nei rapporti interpersonali. Non la falsità di chi dice una cosa e poi ne fa un’altra, non il disinteresse totale della sede centrale verso le realtà locali che manifestano, a buon titolo, le loro ragioni, non il disprezzo manifestato da alcuni verso i colleghi candidati di lista.

Io a questo gioco non voglio sottostare anche perché, come ripeto, non ho nessun interesse in questi atteggiamenti. Sotto questo punto di vista Fratelli d’Italia, pur manifestando ideali più che condivisibili, è lontano anni luce da un rapporto sincero con la nostra gente, non dico con il Circolo di Rovereto poiché parlo a titolo personale.

Bene signori, io devo dire che ci ho provato senza ricavarne alcunché. Lascio a voi se ne avrete la volontà, il proseguire in un’attività sterile che di frutti non ne ha lasciati e non ne lascia intravedere. Vi auguro una miglior fortuna di quella che ho potuto sperimentare io. Per quanto mi riguarda vedrò di spendere le mie energie in un ambito più consono alle mie peculiarità.

Guerrino Soini

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Castello Bonaria: nell’Alta Maremma un Luxury SPA Resort di eccellenza
    Meta ideale per chi sogna una vacanza in cui i tempi vengono scanditi dal silenzio e dall’armonia della natura, il Castello Bonaria offre agli ospiti anche un Centro Benessere, una piscina e un Ristorante con terrazza sulle colline toscane: tutto quello che serve per un Luxury SPA Resort di eccellenza. Adagiato tra vigneti e uliveti, il […]
  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]

Categorie

di tendenza