prosa
Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Rovereto, Antonio Rezza “Fratto_X”: “La spensieratezza va stroncata alla nascita!”

Pubblicato

-

Mercoledì 6 febbraio alle 21, all’auditorium Melotti di Rovereto, andrà in scena Fratto_X (2012), di Flavia Mastrella e Antonio Rezza.

Quest’ultimo ne è anche interprete, insieme a Ivan Bellavista.

Antonio Rezza arriva per la prima volta a Rovereto con uno spettacolo travolgente, di grande impatto visivo, in grado di far ridere e pensare il pubblico dall’inizio alla fine.

PubblicitàPubblicità

Sul palco il corpo dell’attore piemontese dà vita a personaggi strampalati che, con un ritmo incessante, portano a riflettere su teatro, cinema, rapporti di coppia, amore e odio verso la società.

In scena il performer Rezza è un ciclone di parole e movimenti che si muove all’interno di un geniale habitat creato ancora una volta da Flavia Mastrella, al suo fianco da trent’anni e premiata insieme a lui lo scorso luglio con il Leone d’Oro alla carriera alla Biennale Teatro di Venezia.

Un’installazione che l’artista e scultrice laziale ha creato come conseguenza di una riflessione sul buio, riempiendo il palco con ostacoli da superare, scie luminose che si materializzano, e quella “X” fatta con teli che si tendono.

Uno spettacolo surreale, provocatorio, che mette in luce tutto il talento della straordinaria coppia Rezza-Mastrella.

“Qualcuno poteva forse pensare che, col trascorrere degli anni, il fenomeno Antonio Rezza-Flavia Mastrella fosse destinato a trovare un po’ di pace, se non il senso della ragione; e invece questa ragione ha sviluppato i suoi artigli fino a raggiungere la follia pura, ma elaborando il pensiero con un’acutezza così forsennatamente logica da fare a pezzi la sedicente realtà, assunta e cavalcata con criteri rigorosamente matematici” – Franco Quadri

FRATTO_X

Di Flavia Mastrella, Antonio Rezza

Con Antonio Rezza e Ivan Bellavista

Habitat: Flavia Mastrella

(Mai) scritto da Antonio Rezza

Disegno luci: Mattia Vigo

Organizzazione generale: Stefania Saltarelli

Una produzione RezzaMastrella Fondazione TPE – TSI La Fabbrica dell’Attore

Teatro Vascello

Pubblicità
Pubblicità

Spettacolo

Tentata truffa e falso, Ornella Muti condannata anche in Cassazione

Pubblicato

-

Confermata dalla Cassazione la condanna a sei mesi di reclusione e 500 euro di multa per tentata truffa aggravata e falso nei confronti di Ornella Muti.

Il verdetto convalida la decisione della Corte di Appello di Trieste del 6 luglio 2017.

All’attrice si contesta di aver cancellato uno spettacolo al Teatro Verdi di Pordenone, nel dicembre 2010, dandosi malata quando invece partecipò a una cena di gala in Russia con Vladimir Putin e Kevin Costner

PubblicitàPubblicità

Nella sua requisitoria il Pg della Cassazione Pietro Molino aveva chiesto ai supremi giudici della Seconda sezione penale della Suprema Corte di dichiarare “inammissibile” il ricorso della difesa della Muti, come è avvenuto.

La sospensione condizionale della pena è subordinata al pagamento di una provvisionale di 30 mila euro al Teatro Verdi, ‘vittima’ del comportamento dell’attrice.

In primo grado, il 24 febbraio 2015, la Muti era stata condannata dal Tribunale di Pordenone a otto mesi di reclusione e 600 euro di multa, oltre alla provvisionale.

L’attrice diede forfait presentando un certificato medico per laringo-tracheite acuta con febbre, tosse e raucedine, con la prescrizione di cinque giorni di riposo e divieto di far uso della voce.

Le fotografie del gala di beneficenza la mostrarono a tavola con il premier Putin e il divo hollywoodiano Kevin Costner. 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

E’ stata un successo la prima puntata di “Undercut – l’oro di legno” su Dmax con protagonisti i boscaioli trentini

Pubblicato

-

Ieri sera la trasmissione Dmax “Undercut – l’oro di legno” ha fatto registrare l’1,6% di share, che per un canale tematico significa un +40%.

Protagonisti i boscaioli trentini e veneti che stanno lavorando per ripristinare gli alberi dopo la tempesta Vaia di ottobre.

Per il Trentino  due delle tre squadre protagoniste erano della Val di Fiemme: il team Giacomelli al lavoro presso Lavazè e il team Morandini operante a Predazzo.

Pubblicità
Pubblicità

La produzione è tutta trentina: Giuma appoggiata da Trentino Film Commission ha selezionato quattro squadre di taglialegna e le ha seguite nei loro cantieri (passo Vezzena, passo Lavazè  e Predazzo in Trentino, foresta di Cansiglio in Veneto).

Sono state otto settimane di riprese, iniziate a marzo e con qualsiasi condizione meteo (fino a venti gradi sottozero).

Le troupe televisive guidate dai registi Mario Barberi e Angelo Poli hanno affiancato costantemente i boscaioli, che saranno protagonisti di altre tre puntate.

Per saperne di più e guardare il trailer (qui l’articolo).

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Spettacolo

Il torneo medievale di Kaltenberg compie 40 anni

Pubblicato

-

Il torneo medievale di Kaltenberg festeggia quest’anno la sua quarantesima edizione. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza